Mansilla de las Mulas Via Francese

Informazioni su Mansilla de las Mulas

Situato nella parte orientale della provincia di León, nella regione di Esla-Campos, molto vicino alla capitale, si trova Mansilla de Las Mulas con i suoi più di 1700 abitanti. Questo interessante villaggio ha avuto un passato glorioso che è esposto in ognuno dei suoi angoli, che sono stati testimoni del passaggio dei pellegrini nel loro cammino verso Santiago fin dal Medioevo.

Questa regione ha una struttura urbana medievale ben conservata e una parte importante della cinta muraria che vi piacerà apprezzare. Se sei un pellegrino che segue il
Via Aragonese
potrete entrare da una delle quattro porte del vecchio muro, cioè dalle porte del castello che conservano ancora le loro mura laterali.

Fin dal suo periodo di splendore nel Medioevo, Mansilla de Las Mulas è stata famosa per accogliere i pellegrini con grande ospitalità, motivo per cui qui vedrete sette chiese, una casa di pellegrini, tre ospedali e due monasteri.

Cosa vedere e fare a Mansilla de las Mulas

Architettura di Mansilla

L’architettura tipica di Mansilla può essere riassunta in tre tipi di punti di riferimento architettonici. I portici che si possono vedere nelle tre piazze della città: la Plaza del Grano, nella Plaza del Pozo e nella Plaza de la Leña. Possiamo anche vedere due mulini, El Molino de los Curas e El Redondal. Quest’ultimo è stato restaurato per conservare gli elementi più caratteristici dell’architettura tipica di Mansilla. Troviamo anche due colombaie, la colombaia del Molino de los Curas, situata all’interno del mulino stesso e la colombaia di via Olleros situata all’interno del recinto murato della città.

Il muro di Mansilla

Il muro di Mansilla de las Mulas è considerato la migliore opera di fortificazione medievale della provincia di León. Questa costruzione risale al XII secolo, quando Fernando II popolò questo luogo. Il muro aveva torrette che comunicavano con un muro interno. È notevole per la sua altezza, alcune sezioni sono alte più di 14 metri e spesse fino a tre metri, ed è coronata da merli senza feritoie. C’erano quattro porte, di cui l’arco di Santa Maria o Concezione è ancora conservato.