Informazione

I quasi trenta chilometri che separano Palas de Rei da Arzúa
Arzúa
Arzúa corre attraverso continue salite e discese seguendo l’asse della strada N-547. Questa è una tappa in cui troveremo bei villaggi e sentieri boscosi intervallati da tratti un po’ più brutti come la zona industriale di Melide. Ma siamo fortunati, godremo del miglior polpo della Galizia. Una parte essenziale di questa tappa è la sosta per il pranzo a Melide, che ci permetterà di recuperare le forze e affrontare il prossimo tratto verso Arzúa.

A Melide la Via Primitiva si unisce alla Via Francese. I pellegrini che arrivano per questa via dovranno percorrere solo 15 chilometri fino ad Arzúa.

Carta geografica

Salutiamo Palas de Rei e ci dirigiamo verso Arzúa lungo la strada che lasciamo a destra verso Curuxas. Torniamo momentaneamente all’asfalto per deviare verso Carballal per un sentiero in salita verso Aldea de Riba, per scendere di nuovo alla strada. Un bel sentiero ci conduce attraverso la montagna fino a San Xulián do Camiño, dove spiccano la sua croce e la sua chiesa, fondata nel XII secolo e antico ospedale dei pellegrini.

Continuiamo il nostro percorso fino a raggiungere un incrocio dove dobbiamo continuare dritto. Lungo una pista sterrata ci uniamo a una strada, attraversiamo il fiume Pambre e arriviamo a Pontecampaña. Da qui inizia il tratto più spettacolare della tappa, un bel percorso lungo corredoiras che ci porta a Casanova, senza servizi.

Il sentiero continua parallelamente alla strada, che lasciamo a sinistra lungo un sentiero che ci porta a Leboreiro. Siamo in uno dei villaggi più belli della giornata, dove possiamo vedere l’antica strada romana, percorsa dai pellegrini medievali, oltre a godere di una sosta alla chiesa romanica del XII secolo e al palazzo blasonato della famiglia Ulloa.

Attraversiamo i villaggi di Disicabo e Madalena. Attraversiamo la zona industriale e camminiamo parallelamente alla strada con Melide sullo sfondo. Si gira lungo un sentiero verso Furelos, un villaggio che si raggiunge attraversando un bel ponte del XII secolo.

Senza ulteriori indugi arriviamo a Melide, capitale del polpo á feira per eccellenza e fine tappa per molti pellegrini. Consigliamo vivamente di fermarsi a pranzo in una delle sue famose pulperie, come la Pulpería a Garnacha o la Pulpería Ezequiel. Nel centro del paese troviamo anche una delle croci più antiche della Galizia, la chiesa di Sancti Spíritus, l’eremo di San Roque e la chiesa di Santa María.

ATTENZIONE: A Melide il Cammino Primitivo si collega con il Cammino Francese, per cui i pellegrini che arrivano su questo percorso devono essere guidati da queste indicazioni. Da Melide ad Arzúa ci aspetta una bella passeggiata di 15 km.

Lasciamo Melide dalla rotonda, dove giriamo a destra in via San Pedro. Lasciamo il paese attraversando la strada nazionale e avanziamo attraverso fitti boschi di querce, pini ed eucalipti, con un susseguirsi di saliscendi fino ad arrivare a Boente, dove vediamo una croce, una fontana di Saleta e la bella chiesa di Santiago.

Continuiamo la nostra tappa intervallata da salite e discese fino ad attraversare A Brea. Continuiamo a salire fino a trovare un bar-caffetteria dove possiamo fare una sosta. Dopo di che, un tratto di pendenza ripida segue la strada nazionale. Dopo un’enorme curva arriviamo a Castañeda. Il Codex Calixtinus ci dice che in questo luogo si trovavano le fornaci di calce utilizzate per costruire la Cattedrale di Santiago, alla cui opera i pellegrini contribuivano portando pietre dalle montagne di Triacastela, aumentando così la loro penitenza.

Seguiamo il corso della strada fino al ruscello di Ribeiral. Da qui saliamo di nuovo e passiamo un paio di bar. Continuiamo a salire fino a raggiungere un piccolo tratto acciottolato e scendiamo verso Ribadiso, che ci appare davanti come un’oasi. Ribadiso, che accoglie i camminatori da secoli, ha un ostello ristrutturato dove possiamo passare la notte. Se ci facciamo strada nei mesi estivi, sarà conveniente prendere il costume da bagno e fare un tuffo rinfrescante nel fiume.

Lasciamo Ribadiso su un ripido pendio che porta alla strada. Dopo aver superato alcune case, continuiamo lungo la strada nazionale fino a raggiungere Arzúa.

Considerare

Molti pellegrini decidono di accorciare la tappa tra Palas de Rei e Arzúa pernottando a Melide, facendo solo 15 km, una buona opzione visto che la tappa può essere un po’ lunga.

Luoghi di interesse

  • Chiesa di Santa María de Leboreiro
  • Ponte medievale sul fiume Furelos
  • Cappella San Roque – Melide
  • Museo della Terra – Melide
  • Ponte Ribadiso

Piatti tipici

  • Polpo galiziano
  • Melindres de Melide
  • Formaggio Arzúa-Ulloa D.O.

Fotografie

Ostelli

Ospizio dei Pellegrini di Melide

Direzione: C/ Rúa San Antonio s/n 15809 Melide – La Coruña

Telefono: (+34) 659 582 931

Email: Non disponibile

Web: Non disponibile

Ostello dei pellegrini a Arzúa

Direzione: C/ Cima de Lugar, 6 15810 Arzúa – La Coruña.

Telefono: (+34) 660 396 824

Email: Non disponibile

Web: Non disponibile

Ostello dei pellegrini a Palas de Rei

Direzione: C/ Carretera de Compostela, 19 (Plaza del Concello) 27200 Palas de Rei – Lugo.

Telefono: (+34) 660 396 820

Email: Non disponibile

Web: Non disponibile

Città

Ribadiso

Municipio: Arzúa

Provincia: A Coruña

Habitantes: 61

Palas de Rei

Municipio: Palas de Rei

Provincia: Lugo

Habitantes: 3326

Melide

Municipio: Melide

Provincia: A Coruña

Habitantes: 7.419

Arzúa

Municipio: Arzúa

Provincia: A Coruña

Habitantes: 6.053