Informazione

Questa è la tappa regina della via francese. Un percorso emozionante tra Villafranca del Bierzo e O Cebreiro.
O Cebreiro
che non dimenticheremo mai, non solo per la sua straordinaria bellezza, ma anche per la temuta salita a O Cebreiro. È una lunga salita di 12 chilometri in cui lasceremo Castilla y León per entrare, finalmente, in Galizia. Ma lo sforzo varrà la pena quando si raggiunge il piccolo villaggio di O Cebreiro, un tesoro etnografico incorniciato dall’impressionante Sierra de Os Ancares.

Carta geografica

Lasciamo Villafranca del Bierzo verso O Cebreiro attraversando il fiume Burbia e troviamo un bivio con due opzioni: La strada storica o la strada di montagna, entrambe si uniscono a Trabadelo.

Opzione A) Percorso storico: Continuiamo dritto su una strada secondaria che porta alla strada nazionale, senza quasi nessun traffico. Percorriamo la spalla dura accanto al fiume Valcarce e raggiungiamo Pereje con una deviazione sulla destra. Attraversiamo Pereje dalla strada principale e continuiamo senza complicazioni fino a Trabadelo.

Opzione B) Sentiero di montagna: Continuiamo a destra e iniziamo una ripida salita. Questo sentiero ha 400 metri di pendenza positiva ed è 1,5 km più lungo del percorso storico. Prima di iniziare la ripida discesa verso Trabadelo, passiamo attraverso il piccolo villaggio di Pradela. Questa opzione non è adatta ai ciclisti.

Lasciamo Trabadelo e passiamo più volte sopra i giganteschi viadotti della A-6. Dopo 2 chilometri il Camino finisce, in modo molto pericoloso, proprio in una delle uscite dell’autostrada più trafficata. Raccomandiamo estrema cautela. A Portela de Valcarce, troviamo una stazione di servizio con caffetteria dove possiamo fare la prima fermata della giornata. Ha anche un piccolo supermercato dove si vendono prodotti tipici di El Bierzo.

Ci lasciamo alle spalle Portela e dopo un lungo tratto camminando sul lato sinistro della N-VI, arriviamo a un incrocio dove dobbiamo svoltare verso Ambasmestas, da dove continuiamo dritti fino a Vega de Valcarce, dove troviamo tutti i servizi.

Il sentiero continua dolcemente in salita fino a raggiungere i villaggi di Ruitelán e Las Herrerías. In quest’ultimo, passiamo la fontana e arriviamo a un bivio che ci porta o al Molino Verde o a La Faba, che è l’opzione da prendere. Appena si attraversa il ponte di legno la salita diventa sempre più ripida. Lasciamo la strada e giriamo su un sentiero che ci dà una pausa mentre attraversiamo il torrente Refoxo. Ora iniziamo un’importante salita a zig zag che ci porta al prossimo punto alto, arriviamo a La Faba.

Lasciamo il villaggio lungo un’antica strada romana e contempliamo il bellissimo paesaggio delle foreste atlantiche in lontananza. Continuiamo lungo un tratto montagnoso dove non c’è quasi nessuna vegetazione e ci avviciniamo a Laguna de Castilla, l’ultimo paese di Castilla y León del Cammino Francese. Qui c’è un ristorante e un ostello dove possiamo fermarci. Lasciamo La Laguna e continuiamo nella stessa direzione, avanzando a metà del pendio di una catena montuosa e guadagnando lentamente quota.

Entriamo, infine, in Galizia. Una pietra segna l’ingresso alla Comunità Autonoma e indica che mancano solo 152 km a Santiago de Compostela.

L’ultimo sforzo ci porta oltre una casa di pietra disabitata. E così arriviamo al monumento del Gaiteiro, che ricorda una leggenda medievale che narra di un pellegrino tedesco che si perse nelle montagne e riuscì a raggiungere questo luogo guidato dal suono di una zampogna.

Una volta in cima, la vista è spettacolare. Passiamo davanti a un incrocio, costruzioni che un tempo segnavano il crocevia e con le quali dobbiamo familiarizzare d’ora in poi.

Il sentiero ci porta alla fine della tappa sul retro della chiesa di Santa María la Real. Arriviamo a O Cebreiro e ci godiamo una giornata magica tra pallozas, e strade acciottolate che conservano segreti di importanti leggende e miracoli.

Considerare

La tappa tra Villafranca del Bierzo e O Cebreiro ha diversi punti da prendere in considerazione nella preparazione della tappa. Uscendo da Villafranca del Bierzo, troviamo la variante di Pradela, conosciuta anche come “strada di montagna”, ben segnalata. Nonostante sia più lungo di 1,5 km, è un’opzione perfetta per i pellegrini che cercano solitudine e silenzio. Il sentiero attraversa spettacolari foreste atlantiche e ci regala bellissime viste panoramiche sulla Valcarce. Questa opzione non è raccomandata per i ciclisti.

A O Cebreiro gli alloggi sono scarsi e di solito sono pieni in alta stagione. Si consiglia di informarsi in anticipo o di passare la notte in uno dei villaggi lungo il percorso, come Las Herrerías o Laguna de Castilla, che ha un ostello.

Luoghi di interesse

  • Chiesa di San Juan Bautista – La Portela de Valcarce
  • Chiesa di Nuestra Señora del Carmen – Ambasciate
  • Castello di Sarracín – Vega de Valcarce
  • Chiesa di San Julián – Las Herrerías
  • Pallozas de O Cebreiro – O Cebreiro
  • Chiesa di Santa María la Real – O Cebreiro

Piatti tipici

  • Formaggio D.O. O Cebreiro
  • Castagne
  • Stufato galiziano
  • Sottoprodotti della macellazione
  • Empanada galiziana
  • Carne di bestiame autoctono

Fotografie

Ostelli

Ostello Villafranca del Bierzo

Direzione: C/ Campo de la Gallina, s/n.  24500 Villafranca del Bierzo – León.

Telefono: (+34) 987 542 356

Email: [email protected]

Web: Non disponibile

Ostello dei pellegrini a O Cebreiro

Direzione: O Cebreiro (Piedrafita do Cebreiro) 27671 Lugo.

Telefono: Non disponibile

Email: Non disponibile

Web: Non disponibile

Città

Villafranca del Bierzo

Municipio: Villafranca del Bierzo

Provincia: León

Habitantes: 2.974

Vega de Valcarce

Municipio: Vega de Valcarce

Provincia: León

Habitantes: 604

O Cebreiro

Municipio: Pedrafita do Cebreiro

Provincia: Lugo

Habitantes: 125