Mancilla de Las Mulas – Sapere cosa vedere e cosa fare in questo incantevole borgo medievale.

Iglesia Mansilla de las Mulas

Situato nella parte orientale della provincia di León, nella regione di Esla-Campos molto vicino al capoluogo, si trova Mancilla de Las Mulas con più di 1700 abitanti. Questa interessante città ha avuto un passato glorioso che si mostra in ogni suo angolo, che ha visto il passaggio dei pellegrini che si recavano a Santiago fin dal Medioevo.

Questa regione conserva la sua struttura urbana medievale ben conservata e una parte importante del recinto murario che sarete lieti di apprezzare. Se sei un pellegrino che segue la Via Aragonese puoi entrare attraverso una delle quattro porte del vecchio muro, cioè attraverso le porte del Castello che hanno ancora le mura laterali.

Dal suo periodo di splendore nel Medioevo, Mancilla de Las Mulas è stata famosa per accogliere tutti i pellegrini con grande ospitalità, per questo motivo qui vedrete sette chiese, una casa di pellegrinaggio, tre ospedali e due monasteri.

In questo articolo descriveremo le attrazioni più importanti del luogo e vi diremo quali sono i posti migliori per riposare e mangiare. Approfittate di questa breve guida che vi proponiamo e godetevi tutto quello che questa bella città medievale ha da offrire.

Cosa vedere e fare a Mancilla de Las Mulas?

Dal momento in cui si percepisce la distanza da Mancilla de Las Mulas inizierete ad apprezzare le attrazioni di questa città. Questo perché ne vedrete il muro, considerato la migliore opera di fortificazione medievale della provincia di Leon. Questa costruzione risale al XII secolo, quando Fernando II popolò questo luogo. Il muro aveva torrette che comunicavano con un muro interno. Oggi vedrete importanti frammenti e diverse torri merlate.

Una volta attraversato il muro vedrete un monumento al pellegrino e da lì potrete stabilire la vostra direzione verso la chiesa parrocchiale di Santa Maria, che risale al XVIII secolo. Nel luogo dove si trova questa costruzione c’era il primo tempio del luogo, ma quello che si può vedere oggi è l’edificio costruito nel XVIII secolo. Entrando si vede l’altare maggiore di stile barocco costruito nello stesso secolo.

Dopo questa visita si passa davanti alla Plaza del Pozo, dove si trovano il municipio e diverse case tipiche con portici. L’architettura di questo luogo si può apprezzare anche nella Plaza del Grano e nella Plaza de la Leña.

 

Da visitare anche la Casa di Cultura San Martín, costruita nel XIII secolo, dove si trova l’Associazione degli Amici del Cammino di Santiago di Mansilla (Asociación de Amigos del Cammino di Santiago di Mansilla). Nelle immediate vicinanze si trova il convento di San Agustín, che ha una storia impressionante, essendo stato un centro culturale di prim’ordine nel Medioevo. C’erano sedie di grammatica e latino, completate da un importante archivio e biblioteca, che i francesi hanno perso nel 1808. Oggi ospita un museo etnografico con più di 3.000 pezzi.

Fuori dalle mura del paese si trova il santuario della Virgen de Gracia, qui si trova l’immagine del santo patrono di Mansilla. Questo edificio fu costruito nel 1220 e nel corso del XV secolo fu accompagnato dall’Ospedale di San Lázaro che accoglieva i pellegrini.

 

 

Lasciando Mancilla de Las Mulas si passa sopra il ponte sul fiume Esla, opera medievale del XII secolo restaurata nel 1573, che ha una lunghezza di 141 metri e si compone di volte a botte, che ha una lunghezza di 141 metri.

Se volete fare un giro nei dintorni prima di proseguire, potete visitare il monastero cistercense di Santa Maria de Sandoval, costruito nel XII secolo in stile romanico, gotico e mozarabico e il monastero di San Miguel de la Escalada, del IX secolo, che presenta uno stile mozarabico ed è stato costruito su una chiesa visigota, da qui si accede alla cappella di San Fructuoso.

Per scegliere la data migliore per visitare questa città bisogna sapere che il 25 luglio è la festa di Santiago. Durante questa settimana potrete godervi le Giornate Medievali, il mercato, gli spettacoli teatrali e le giostre tra gentiluomini. La Fiera del Pomodoro si svolge anche l’ultima domenica di agosto, durante la quale si svolgono un mercato, gare e una guerra del pomodoro o una guerra del pomodoro.

 

Dove mangiare?

Durante il vostro soggiorno in questo villaggio non dovrete preoccuparvi di dove mangiare in quanto ci sono diverse offerte per i pellegrini, soprattutto nelle strutture che troverete nella strada del ponte. Poi vi menzioneremo una delle migliori opzioni.

Il Curioso

Situato nell’antica farmacia e molto ben arredato, questo locale offre una varietà di piatti stagionali specializzati in cucina mediterranea e spagnola. Sarete in grado di mangiare alla lettera o all’offerta del menu. I visitatori dicono che i loro piatti sono abbondanti e ad un ottimo prezzo. Spenderai circa 11 euro a persona.

Il Hórreo

Aperto dal 1978, è famoso per le sue specialità di pesce e frutti di mare. Ha anche un menu del giorno per 10 euro. Qui è anche possibile celebrare banchetti, celebrazioni o incontri importanti.

La Taverna di Gelo

Con una capacità di 32 persone, qui troverete una deliziosa offerta che comprende piatti misti come carne, pesce, tortillas o insalate. C’è anche un’area picnic e un menu da 8 euro.

Dove posso dormire?

Grazie al gran numero di abitanti di questo villaggio, qui troverete un’ottima offerta di alloggio. Di seguito sono riportati alcuni dei luoghi più votati dai suoi visitatori.

Mansilla de las Mulas Hostel

Con un totale di 76 posti letto questo ostello offre riscaldamento invernale, bagni confortevoli, docce calde, cucina, sala da pranzo, bar, ristorante, ristorante, computer con internet, cassa, kit di pronto soccorso e lavanderia.

Ostello El Jardín del Camino

Qui è possibile effettuare le prenotazioni, per un totale di 32 posti a sedere riscaldati in inverno. Offre bagni, acqua calda, lavanderia, sala da pranzo, bar e ristorante. Oltre alle spine, computer con internet, bancomat, supermercato e kit di pronto soccorso.

Pensione di Blanca

Si tratta di una moderna pensione che vi offre camere singole, doppie e triple, per le quali dovrete pagare da 25 a 60 euro, a seconda delle vostre richieste. E ‘molto ben posizionato a soli 2 km dalla stazione degli autobus.

Come arrivare a Mancilla de Las Mulas?

Mansilla de las Mulas si trova a 328 km da Santiago de Compostela e a soli 19 km da León. Dalla capitale di León si può prendere un autobus che impiega 25 minuti per arrivarci e parte tre volte al giorno, due corse al mattino e una al pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *