Parco Espolón - Logroño

Informazioni su Logroño

Logroño è la capitale della Comunità Autonoma di La Rioja e si trova sull’itinerario francese. Questa città bagnata dal fiume Ebro ha molto fascino e vale la pena di fare una lunga sosta per conoscerne i pregi e i difetti. È un luogo di divertimento, grazie alla sua cultura del vino, la sua gastronomia, il suo centro storico o il carattere di prima città commerciale della Spagna. Ideale per passeggiare, con una dimensione estesa ma gestibile, e per godere di tutto il patrimonio che ha da offrire.

Cosa vedere e fare a Logroño

La Concattedrale di Santa María la Redonda

È uno degli edifici più curiosi di Logroño. Questa concattedrale è stata costruita durante il XVI secolo sul sito di un’antica chiesa romanica, che era rotonda (da cui il suo nome attuale) anche se la concattedrale non lo è. Ha due torri chiamate gemelle, anche se non sono della stessa altezza, tipiche dell’architettura classica di Rioja. Questo tempio si trova a pochi metri dal fiume Ebro e al suo interno si trova un dipinto attribuito a Michelangelo, Il Calvario.

Concattedrale di Santa María Redonda - Logroño

Il parco Espolón

Il Parco Espolón è nato all’inizio del XIX secolo ed è una delle aree verdi più famose della città. Qui si trova la statua equestre del generale Baldomero Espartero e anche La Concha del Espolón, uno dei luoghi più comuni per concerti e festival nella città di La Rioja. In questa zona gli abitanti si riuniscono in occasione delle feste di San Mateo e fanno l’offerta del primo succo d’uva dell’anno alla Vergine. Un luogo per passeggiare tra le bellezze naturali in mezzo alla città.

Parco Espolón - Logroño

Tiraggio del vino

Il vecchio quartiere di Logroño è pieno di numerosi “calados”, come vengono chiamate a La Rioja le cantine che si trovavano sotto le case. Passeggiando per questi trafori se ne possono vedere alcuni di grandi dimensioni, come il traforo di San Gregorio. Questa appartiene al XVI secolo e ha una lunghezza di 30 metri e una volta a botte. Degno di nota è anche il traforo dell’antico palazzo della famiglia Yanguas, oggi Centro di Cultura di La Rioja. In queste visite è possibile immergersi nella cultura più essenziale di Logroño.

Il ponte di pietra di Logroño

Il ponte di pietra è un’icona di Logroño. Tanto che lo stemma della città presenta questo ponte sul fiume Ebro accanto alle tre torri di difesa. È anche conosciuto colloquialmente come il ponte di San Juan de Ortega, in riferimento a una cappella che si trovava su uno dei suoi lati.

Ponte di pietra - Logroño

Il Museo Vivanco della Cultura del Vino

Tornando alla cultura del vino, di grande importanza a Logroño, vale la pena visitare questo museo ad essa dedicato. Il Museo Vivanco della Cultura del Vino occupa una superficie di non meno di 4.000 metri quadrati e comprende 5 sale di esposizione permanente. Ha anche una sala di esposizioni temporanee e il Giardino di Bacco all’esterno. Qui si può vedere una collezione di viti con più di 220 varietà provenienti da tutto il mondo.

Museo Vivanco della cultura del vino - Logroño

Il Parlamento

Il Parlamento di La Rioja si trova in via Marqués de San Nicolás. Questo edificio era prima l’antico convento della Merced, infatti, conserva ancora la facciata barocca del XVII secolo. Ospitò anche la dimora dell’ordine mercedario, fino alla dismissione di Mendizábal nel 1835. Nella sua lunga storia fu anche una fabbrica di tabacco prima di essere usata come parlamento.

Parlamento - Logroño

La chiesa imperiale di Santa Maria del Palacio

A Logroño ci sono anche altri edifici religiosi di grande interesse, come la chiesa imperiale di Santa María de Palacio. Si trova nella via Marqués de San Nicolás ed è una costruzione i cui resti più antichi furono costruiti tra i secoli XII e XIII. La guglia ottagonale in cima è molto caratteristica della vista panoramica che identifica la città.

Chiesa imperiale di Santa María de Palacio - Logroño

www.logroño.es

Mapa de Logroño