Los Arcos Villaggio Camino Frances

Informazioni su Los Arcos

Il villaggio giacobeo di Los Arcos si trova tra Estella e Viana ed è attraversato dal fiume Odrón. Ogni angolo di questa città è una miscela perfetta di storia, folklore artistico e gastronomia, arti che sono state rafforzate grazie al fatto che questa città è un importante punto di sosta del Camino de Santiago.

Lavia francese corre lungo la strada principale della città. Una volta era piena di locande e di edifici che ancora oggi riflettono la prosperità del luogo grazie alla sua posizione strategica come crocevia e al flusso costante di pellegrini.

Cosa vedere e fare a Los Arcos

Basilica di Santa Maria


La Basilica di Santa María de Los Arcos
è il tempio religioso più antico della Navarra e uno dei più belli. In origine era un mausoleo romano del III secolo, che fu trasformato in basilica cristiana nel V secolo, riutilizzando elementi architettonici dell’antica città romana di Tritium Megallum, Tricio la Grande, che comprendeva l’attuale villaggio di Tricio, Nájera e altri paesi vicini.

Sotto il pavimento della basilica sono state scoperte sepolture di tombe paleocristiane del V e VI secolo, alcuni sarcofagi romani dal I al III secolo d.C. C. riutilizzati e altri medievali; così come stele funerarie romane e un’altra paleocristiana. Nel presbiterio ci sono resti delle pitture romaniche della fine del XII secolo, ridipinte sopra quelle originali paleocristiane del V secolo.

Basilica di Santa Maria Los Arcos

Porte delle mura

Il primitivo muro medievale che circondava la città, oggi utilizzato in case ed edifici successivi, si apriva attraverso diverse porte. Vicino al fiume e all’estremità nord-ovest del centro della città si trova la porta detta “Estanco” con un ampio arco semicircolare di grandi conci.

Sempre sulle rive del fiume e all’estremità opposta della città si trova il Portal de Castilla, accanto alla torre e alla chiesa parrocchiale.

Portale di Castilla los Arcos

Piazza Santa Maria

Dal Portal de Castilla si accede alla Plaza de Santa María, un complesso urbano molto pittoresco e il vero centro nevralgico della città. Il suo lato sud è occupato dal portico della chiesa parrocchiale e da altri annessi, mentre gli altri lati della piazza hanno edifici del XVII secolo.

Plaza de Santa María los Arcos

Il frigorifero degli archi

Può un frigorifero essere un’attrazione turistica? Sì, soprattutto quando si parla dei primi frigoriferi della storia. Questa curiosa costruzione fu opera della Confraternita delle Anime Benedette del Purgatorio nel 1720. La sua funzione non era altro che raccogliere la neve in inverno, evitando la sua evaporazione con la paglia. La vendita di neve veniva fatta in marzo e si intensificava in estate a causa della popolarità delle bevande ghiacciate e del loro uso nella conservazione degli alimenti.

Casa della Cultura Thyssen-Bornemisza

Inaugurato nel 2000 in onore di Carmen Thyssen-Bornemisza, i cui nonni materni erano originari di questa città.

Vacanze di Los Arcos

Le feste in onore di Nostra Signora dell’Assunzione e San Roque sono le feste patronali di Los Arcos. Si celebra ogni anno tra il 14 e il 20 agosto, ed è caratterizzato da musica, fuochi d’artificio e soprattutto dalla corsa dei tori e le corride con mucche coraggiose che si svolgono nel centro della città.

Mapa de Los Arcos