informazione

Oggi iniziamo l’ultima tappa del Cammino del Nord, poiché nella prossima tappa l’itinerario si unisce con il Cammino Francese. Mentre camminiamo da Sobrado dos Monxes e ci addentriamo sempre di più nella provincia di A Coruña, sperimenteremo un cambiamento di paesaggio abbastanza percettibile, fino ad arrivare alla città di Arzúa. Sono spariti i prati estesi e gli ambienti rurali, che sono progressivamente sostituiti da aree asfaltate e da un habitat molto più punteggiato e continuo.

carta geografica

Salutiamo Sobrado dos Monxes, lasciando il paese dal suo monumentale monastero, e seguiamo la strada AC-934 verso Arzúa. In seguito, faremo una deviazione tra tratti boscosi e piste asfaltate, passando per le località di Vilarchao, O Castro, Madelos e As Corredoidas.

Da As Corredoiras bisogna fare molta attenzione quando si attraversa la strada di Betanzos in direzione di Boimil. Dopo Boimil, ci ricollegheremo con l’AC-934 e continueremo a camminare verso A Gándara (Boimorto), dove avremo l’opportunità di vedere un’antica pietra miliare romana, usata per segnare le strade.

Una volta attraversato A Gándara, continueremo verso Sendelle, dove potremo fermarci a visitare la sua magnifica chiesa di Santa María e fare una sosta lungo la strada. Ora affrontiamo l’ultima parte della strada del Nord, culminando la tappa nella città di Arzúa, famosa per i suoi formaggi.

Considerare

Sobrado dos Monxes è l’ultimo inizio della tappa del Cammino del Nord, e da qui il percorso continua lungo l’itinerario del Cammino Francese, quindi quando si arriva ad Arzúa si nota un maggiore afflusso di pellegrini.

Luoghi di interesse

  • Cappella e Convento della Maddalena – Arzúa
  • A Fonte Santa – Arzúa
  • Cappella di A Mota – Arzúa

Piatti tipici

  • Raxo
  • Zorza
  • Formaggio Arzúa-Ulloa

fotografie