Sappiamo che molti di voi saranno sommersi da un mare di dubbi al momento di scegliere il Cammino del Camino de Santiago che farete…. Qualsiasi Cammino sembra il più bello!

E non c’è da meravigliarsi, perché hanno tutti un fascino speciale. Alte montagne, verdi valli piene di villaggi rurali, coste frastagliate, spiagge paradisiache, innumerevoli elementi architettonici e culturali… E tutto dipende dai gusti e dalle preferenze di ogni pellegrino.

In questo articolo cercheremo di scomporre i punti di forza dei principali percorsi per aiutarvi nel primo passo, scegliere il miglior Camino de Santiago.

Tutti i percorsi del Cammino di Santiago
Ver

Il Cammino francese

Cominciamo con il classico tra i percorsi giacobini, Il Cammino Francese di Santiago che parte da Roncisvalle e arriva a Santiago de Compostela dopo 799 km.

Con una variegata combinazione di regioni, paesaggi, climi, patrimonio, gastronomia, architettura, ecc., è l’itinerario più percorso nella storia e nei nostri tempi moderni. Questo lo rende un percorso generoso in termini di alloggi, ristoranti, informazioni e segnaletica, dove troverai molti pellegrini come te.

Passando attraverso diversi paesaggi, troverete alte montagne ma anche ampi altipiani, con ampi fiumi e piccoli ruscelli. È adatto a qualsiasi pellegrino, anche se ovviamente bisogna sempre tener conto dei limiti di ognuno, perché se lo si fa nella sua totalità si cammina per circa un mese.

Percorso tra gli alberi della via francese

Tuttavia, puoi sempre fare un tratto più breve, come quelli ultimi 100 chilometri dalla città di Sarria, che vi offrirà sentieri bucolici senza pendenze ripide, il che fa di questo tratto uno dei più belli e facili.

La via centrale portoghese

Il principale dei rotte provenienti dal Portogallo Il principale dei percorsi, un Cammino storico, ha l’incentivo per camminare e godere dei paesaggi e della cultura del nostro paese vicino.

Anche se ci sono quasi 650 chilometri in totale tra Lisbona e Santiago de Compostela, si possono percorrere anche tratti più brevi, come il tratto da Oporto o Tui, in Spagna. Infatti, in quest’ultima località inizia la sua parte più frequentata e meglio attrezzata nei servizi, che corrisponde a quelli ultimi 100 chilometri di questo Cammino .

Si tratta di un Cammino senza pendenze o dislivelli ripidi, e la posizione degli alloggi permette di pianificare tappe brevi. Attraverserete continuamente piccoli villaggi e centri urbani, così come paesaggi che vi regaleranno belle viste panoramiche, attraversando grandi fiumi come il Miño.

Le sue temperature miti incoraggiano a camminare e, una volta arrivati alla fine della tappa, a riposare e a godere di tutto il cibo e il vino che il nord del Portogallo e il sud della Galizia hanno da offrire.

Il cammino portoghese lungo la costa

Questa è una variante che corre parallela alla costa atlantica galiziana. Si unisce al Cammino Portoghese Centrale nella città di Redondela.

Ci sono molti pellegrini che si avvicinano alla Via Portoghese lungo la costa attratti dalla bellezza dei paesaggi marittimi e dalla tranquillità di un percorso ancora poco conosciuto. Durante il percorso passerete attraverso incredibili villaggi costieri che vi offriranno la loro migliore gastronomia, scogliere, spiagge, forti, montagne ed estuari che vi sorprenderanno.

In generale, è abbastanza accessibile e facile da percorrere. Non ci sono pendii ripidi, quindi è l’ideale se stai iniziando il Camino de Santiago.

Poiché questo è un percorso relativamente recente, la segnaletica in alcuni punti può essere scarsa o confusa. Si consiglia di portare con sé una mappa per evitare di perdersi.

L’epilogo di Finisterre

Il Cammino di Finisterre è l’unico itinerario giacobino in cui Santiago de Compostela è l’inizio e non la fine. È l’itinerario più mistico e spirituale, dove chiunque lo percorra rimane stupito dalla sua natura selvaggia, la sua storia, le sue leggende, i suoi tramonti e gli impressionanti paesaggi della Costa da Morte galiziana.

Il tramonto a Capo Finisterre

Si tratta di un percorso relativamente facile che consigliamo vivamente a tutti i pellegrini del Cammino di Santiago, perché vi porterà ai confini della Terra, dove si trovano i due “chilometri 0” del Cammino di Santiago, a Muxía e Finisterre.

La strada del Nord

È il percorso più lungo del Camino de Santiago, 820 km suddivisi in un totale di 34 tappe, da Hendaye ad Arzúa, dove si unisce al Cammino Francese fino a Santiago de Compostela.

La costa sul Cammino del Nord

Corre per lo più lungo la costa del Mar Cantabrico, passando per zone montagnose, valli e foreste che lasciano i pellegrini in soggezione per la sua bellezza. È senza dubbio una delle strade più eccitanti e attraenti.

Ma nonostante la sua grande ricchezza paesaggistica, La Via del Nord è anche uno dei più difficili. Le tappe sono lunghe, con pendii ripidi e passi di montagna dove dovrai essere estremamente prudente.

D’altra parte, ha meno infrastrutture, qualcosa che per molti pellegrini sarà ancora più attraente per camminare attraverso paesaggi praticamente incontaminati e poco urbanizzati. In breve, il Camino del Norte è completamente diverso da qualsiasi altro percorso del Camino de Santiago. Una sfida che, vi assicuriamo, ne varrà la pena.

Il Cammino primitivo

IlCammino Primitivo è il più antico di tutti i percorsi esistenti, un Cammino poco affollato che segue le orme del primo pellegrino, il re Alfonso II il Casto, che fece il suo pellegrinaggio nel IX secolo da Oviedo, l’inizio di questo percorso.

L’attrazione principale del Cammino primitivo è il suo splendore paesaggistico e la sua grande ricchezza etnografica. Camminerete a vostro piacimento, passando per piccole città e villaggi, innamorandovi dell’ospitalità e della semplicità della gente.

Un sentiero tra i cespugli

È anche, come il Camino del Norte, un percorso più difficile, non adatto a quei pellegrini che stanno iniziando il Camino de Santiago o a persone che non sono troppo abituate all’attività fisica.

È caratterizzato da lunghe tappe, con pendenze dure e ripide, salite e discese di diversi chilometri, che molti escursionisti chiamano “spacca gambe”. Una vera sfida per il pellegrino.

Speriamo che queste informazioni ti abbiano aiutato a farti un’idea delle caratteristiche principali dei percorsi più popolari del Cammino e ti incoraggino a fare il primo passo per fare il Cammino di Santiago.

Adattate il Camino alle vostre esigenze
Comenzar