In un momento o nell’altro, tutti ci siamo sentiti sopraffatti e invasi da questi problemi. Una volta che questi punti sono stati interrogati, ogni persona sceglie la strategia più appropriata per se stessa, per tornare o cercare di tornare alla propria essenza e all’equilibrio interiore.

  • Quando è stata l’ultima volta che hai avuto tempo per fare QUALCOSA?
  • Quando è stata l’ultima volta che ha fatto qualcosa per la prima volta?
  • A che punto hai smesso di dipingere, scrivere, suonare il sassofono, camminare, essere te stesso…?
  • Ti riconosci? Riconosci l’io che abiti?

Ecco una serie di strumenti che crediamo, per esperienza personale, siano la simbiosi perfetta per vivere in armonia.

Richiedi il tuo preventivo per il Camino de Santiago
Contactar

Il primo è Camminare, senza ulteriori indugi

AAlcuni ricercatori sostengono che l’andatura umana, che porta il peso sulla parte anteriore del piede, è iniziata con il Homo erectus quasi due milioni di anni fa. Al giorno d’oggi, passiamo troppo tempo seduti e con una sovrastimolazione di dispositivi elettronici che ci allontanano dall’interazione con gli altri e dal riconnetterci con noi stessi. Spesso ci allontaniamo anche da noi stessi, spesso inconsciamente, e a volte a causa della nostra incapacità di venire a patti con la nostra realtà.

Il Camino de Santiago ti permette di darti quell’interazione, quello spazio, tempo, silenzio, ascolto, permesso e verità. In questa esperienza hai l’opportunità di essere, di riconnetterti con te stesso attraverso montagne, valli, foreste, sentieri… dove la migliore melodia sono i tuoi passi.