Sempre più persone decidono di intraprendere l’avventura di camminare sul Camino de Santiago. Di solito, quasi tutti i nuovi pellegrini condividono gli stessi dubbi e preoccupazioni: come mi devo preparare, cosa devo portare con me, sarò in grado di farlo, ecc. Vi mostriamo i consigli più importanti da tenere a mente.

Oggi, c’è anche l’incertezza o la paura associata al coronavirus. Molti di voi stanno discutendo se fare il viaggio o no, perché non siete sicuri che sia sicuro farlo. Questa sensazione è perfettamente normale. Per questo motivo, in questo post vi daremo ulteriori consigli su come fare il viaggio in tutta sicurezza in tempi di coronavirus.

Consigli per la preparazione del pellegrino

Come un atleta o un concorrente, i pellegrini si preparano fisicamente e mentalmente per fare il Camino.

Preparazione fisica

È molto importante prepararsi fisicamente prima di camminare. Se fai regolarmente esercizio fisico, ti consigliamo di concentrare il tuo allenamento sulla camminata più giorni alla settimana. Se puoi uscire nei fine settimana, tanto meglio! Per gli atleti, la preparazione comporta l’inclusione di esercizi di camminata o di rafforzamento delle gambe nella loro routine settimanale di esercizi.

Se invece sei una persona che non fa spesso esercizio fisico, non preoccuparti, puoi farlo! Ma dovrete lavorare di più e allenarvi un po’ di più. Vi consigliamo di stabilire una routine di camminata quotidiana, che estenderete gradualmente per un periodo di almeno 5 o 6 settimane, prima di iniziare la camminata. Come complemento, i percorsi di montagna sono anche molto benefici, così come gli esercizi per le gambe e i glutei per rafforzare i muscoli.

Tutti i percorsi del Cammino di Santiago
Ver

Preparazione mentale

È essenziale. Di nuovo, se sei un atleta saprai di cosa stiamo parlando. Spesso, la chiave per raggiungere il traguardo in una gara di atletica è nella testa. È tutta una questione di atteggiamento. Se pensi: “Non ce la farò, non ce la farò”, è probabile che non ce la farai. D’altra parte, se i tuoi pensieri sono positivi: “Dai, non manca molto, puoi fare questo e altro!”; il morale e l’ottimismo ti aiuteranno a continuare e a raggiungere la fine.

Quindi sapete, è molto importante non essere frustrati e avere sempre un atteggiamento positivo.


“Quando sarete pronti, dovrete scegliere il vostro percorso e pianificare le tappe. La cosa più importante da tenere a mente a questo punto è scegliere un percorso che rientri nei vostri mezzi. Non ponetevi obiettivi troppo ambiziosi e eviterete la frustrazione. Misurate bene le tappe e scegliete un percorso adatto alla vostra condizione fisica in termini di difficoltà”.

Abbigliamento da pellegrino:

Consigli su abbigliamento, calzature e backpacking.

Ci piace commentare queste tre cose allo stesso tempo perché si completano a vicenda. Non bisogna mai esagerare con i vestiti “just in case”, un pellegrino porta sempre solo il necessario. Tieni presente che tutta la roba in più che metti nello zaino si tradurrà in peso sulla tua schiena durante la tappa. Si dice che i pellegrini esperti si differenziano dai novizi per le dimensioni dei loro zaini. Quindi sai, tanto quanto ne hai bisogno. Naturalmente, lo zaino deve essere adatto all’escursionismo e della tua taglia.

Un pellegrino che attraversa un fiume asciutto

Questo è il miglior consiglio che si possa dare: prendersi cura dei propri piedi. I tuoi piedi saranno il tuo mezzo di trasporto per tutta la durata della tua passeggiata, quindi dovrai prendertene cura. Come ci prendiamo cura dei nostri piedi? Iniziando con le calzature appropriate, è meglio una scarpa da trekking o uno stivale. Mai nuovo! Inoltre, calze senza cuciture per evitare sfregamenti. E naturalmente, vaselina e creme per prevenire sfregamenti e vesciche.

Prendersi cura di sé sulla strada

L’idratazione e la nutrizione sono fondamentali quando si cammina. Dovresti sempre portare con te molta acqua e spuntini. Le noci o la frutta sono raccomandate per fare uno spuntino mentre si cammina, perché forniscono molta energia. Naturalmente, è molto importante che i pasti che si consumano dopo la camminata siano sostanziosi ed equilibrati.

Consigli su come prevenire il COVID-19 sul Cammino di Santiago

Il Cammino di Santiago, grazie alla sua natura di attività all’aperto nella natura e nei piccoli villaggi, è un’attività sicura in sé.

Tuttavia, ci sono, naturalmente, una serie di consigli che è importante tenere a mente per prevenire la diffusione dei coronavirus sulla strada. Come vedrete, non sarà nulla che non applichiate già nella vostra vita quotidiana. La chiave per la protezione contro il coronavirus è seguire rigorosamente le raccomandazioni di sicurezza e di igiene.

Maschera SEMPRE: Anche se state camminando, se non potete mantenere la distanza sociale, mettete la maschera nel frattempo. Se stai entrando in uno stabilimento o in un alloggio, indossa sempre una maschera nelle aree comuni. Nei bar, indossatelo ogni volta che non state bevendo.

Itinerario del Cammino di Santiago

Distanza di sicurezza sociale: evitare di camminare vicino ad altri pellegrini. Mantenere sempre una distanza di almeno 2 metri.

Disinfezione: portate con voi l’idroalcol per disinfettarvi le mani dopo aver toccato le cose. Quando entrate nell’alloggio, toglietevi le scarpe, disinfettatele e conservatele in un sacchetto a chiusura lampo. Si raccomanda di entrare con altre calzature come le infradito che sono già state disinfettate.

Mentre camminate: evitate di toccare gli oggetti di uso comune che sono sul palco e se toccate, ricordatevi di applicare il gel idroalcolico dopo. Fate attenzione ai vostri rifiuti, non lasciate maschere o guanti nelle aree di riposo. Non sputare per terra e non gettare mozziconi di sigaretta.

Se vai in un ostello: porta la tua borsa.

Maggiori informazioni QUI.

Come potete vedere, le raccomandazioni sono basate sulla responsabilità individuale. Se tutti li rispettiamo, vinciamo tutti e ci proteggiamo tutti. Se stai davvero pensando di fare il Camino e hai dubbi sulla tua sicurezza su di esso, speriamo di averti aiutato a chiarire i tuoi dubbi. Ricordate, finché seguirete le raccomandazioni sanitarie, sarete protetti. Se state pensando di percorrere il percorso con il vostro animale domestico, tutti i suggerimenti nel seguente link.

Speriamo che i nostri consigli ti siano stati utili! Ultreia!

Tutti i viaggi per fare il Camino de Santiago con il tuo cane
Ver