Come preparare il Cammino di Santiago a piedi?

Camino de Santiago a pie

Sei al bar con i tuoi amici a bere un drink tranquillo quando uno di loro inizia a raccontarti cosa ha fatto l’estate scorsa durante le vacanze. Vi dice che ha fatto il Cammino di Santiago, e fa qualcosa di molto tipico degli esseri umani, ricordando solo le cose buone. Cominciate ad essere entusiasti della storia e considerate l’idea di fare il cammino a piedi.

Passano i mesi e sei già nel nord della Spagna, ma hai finito la prima tappa e scopri qualcosa: non sei stato abbastanza preparato per fare un viaggio così lungo. Ti arrendi e vai a casa.

Questa situazione non è affatto rara e accade più di quanto si pensi. Nonostante il Cammino di Santiago sia un viaggio straordinario attraverso paesaggi bellissimi, è necessaria una preparazione sufficiente e per questo motivo, in questo articolo vi mostreremo come preparare il Cammino di Santiago a piedi. Non andate via che abbiamo iniziato!

 

Preparazione fisica per fare il Cammino a piedi

 

Fare il Cammino di Santiago a piedi è la forma più autentica di pellegrinaggio. Ma, come abbiamo detto all’inizio, per godere appieno dell’esperienza e non soffrire, è necessaria una precedente preparazione fisica. Come tutti gli esercizi fisici, il Cammino ci impone di preparare il nostro corpo all’avventura. Prendete nota!

Prima di tutto, dovreste scegliere un percorso che abbia una lunghezza accettabile per voi. Se siete in buona forma fisica, potete prendere in considerazione la possibilità di fare un percorso più lungo. Per chi non è così abituato a percorrere a piedi lunghe distanze, si consiglia di scegliere itinerari di non più di 120 chilometri.

-È necessario allenarsi camminando ogni giorno, per almeno 3 settimane. Camminare almeno un paio d’ore al giorno.                          -Se potete investire un giorno del vostro fine settimana in un percorso intorno ai 10 km, fantastico!
-treno su diversi terreni: asfalto, erba, ghiaia, con pendenze, ecc.
-Provare a camminare con lo zaino che si porta durante il percorso per abituarsi.
-A casa, si possono anche fare esercizi per le gambe e il sedere per rafforzare le gambe.
Coscienza mentale: è importante essere preparati psicologicamente e avere forza di volontà. I pensieri positivi di auto-motivazione aiutano molto. Se pensate di non poter resistere o di non poterlo fare, è probabile che vi arrendiate. Quindi, sapete, siate positivi!

Dopo questa preparazione, sarete al 100% in grado di percorrere il sentiero senza difficoltà! Inoltre, ricordate che tutte le strade per Santiago sono perfettamente preparate per camminare.

Sentieri da percorrere

 

Consigli per fare il Cammino a piedi

 

Calzature per fare il viaggio a piedi

In questa avventura, i piedi sono il vostro mezzo di trasporto, quindi dovete prendervi cura di loro e coccolarli molto. Il problema maggiore per il novizio sono sempre vesciche e dolori ai piedi. È una massima che deve rimanere impressa nella tua testa. Le regole da seguire sono le seguenti:

-Non indosserai mai scarpe nuove: le scarpe, se non ci sei abituato, sono una trappola mortale che può farti venire voglia di tornare a casa il secondo giorno. Vi consigliamo di leggere il nostro articolo su cosa indossare per il Cammino di Santiago, in modo che sappiate come scegliere. È anche importante scegliere dei buoni calzini senza cuciture anti-vescica.

-Porterete sempre con voi un rimedio nel vostro kit per i piedi: questo perché è la parte più debole e sofferente del corpo. Nella vostra cassetta di pronto soccorso porterete con voi vaselina, cerotti e altri rimedi in modo che il piede possa recuperare tra una tappa e l’altra.

 Calzature per la passeggiata

I vestiti e lo zaino

Non sovraccaricare lo zaino durante la tappa, prendete solo il necessario per il percorso. Nel nostro articolo su cosa portare al Cammino di Santiago di cui abbiamo parlato prima, troverete tutte le raccomandazioni relative all’abbigliamento. Indossare sempre un abbigliamento tecnico e confortevole che respiri, in modo che non si bagni e non provochi sfregamenti.

Breaks

Si raccomanda di mantenere un ritmo costante e sostenuto. Sia che ci sia una discesa o che il tratto sia più facile da percorrere, non stabilire il ritmo. È importante entrare in un ritmo con cui ci si sente a proprio agio e rimanerci.

Effettuare soste ogni 2 ore al massimo per almeno 10 minuti. Allentare le scarpe se necessario e idratare.

Accessori

Un cappello o un berretto per la protezione dal sole e gli occhiali da sole non saranno fuori posto. Naturalmente non si dovrebbe perdere la crema solare e un bastone da trekking per aiutarvi a camminare.

Pellegrini in arrivo in un rifugio

 

Quando è meglio fare il cammino a piedi?

 

La cosa migliore da fare è scegliere un periodo dell’anno come la primavera o l’autunno. In questo modo eviterete il caldo eccessivo dell’estate, ma avrete comunque il tempo di camminare. Tuttavia, anche l’estate è un periodo molto bello. Dovrete fare attenzione a camminare solo nelle prime ore del mattino, per liberarvi del caldo delle ore centrali della giornata. Questa è una cosa molto importante, soprattutto se si porta a spasso il cane.

Ci auguriamo che abbiate trovato utili i nostri consigli e che siate incoraggiati a intraprendere questa meravigliosa avventura. Da Viajes Camino de Santiago, saremo lieti di aiutarvi e consigliarvi su tutto ciò di cui avete bisogno.
Buona Via!