Il Cammino di Santiago ha una ricca varietà di simboli, che si è arricchita nel corso degli anni. Nel seguente articolo analizziamo quali sono i principali simboli che troverai sul Camino e il loro significato. Prendi nota per non perdere nulla e goditi ogni dettaglio del tuo pellegrinaggio a Santiago!

Simboli del Cammino di Santiago

Il guscio

Conosciuta anche come capasanta comune, è il simbolo per eccellenza del Camino. Nei tempi antichi, veniva dato ai pellegrini come segno di aver completato il pellegrinaggio a Santiago de Compostela. Ci sono prove che la capasanta era anche un utensile utile nella vita quotidiana del pellegrino con usi pratici come bere acqua o prendere cibo. Questo è senza dubbio uno dei simboli più antichi, come si riflette nel Codex Calixtinus come dono dato dal clero ai pellegrini.

Simbolo di bronzo del Camino sul terreno

La croce di Santiago

Questa croce dall’aspetto particolare è caratterizzata dall’essere una croce latina gules . La sua forma simula quella di una spada con la forma di un fleur-de-lis sull’elsa e sulle braccia. La sua origine storica è legata alle crociate dove i cavalieri religiosi portavano una croce dall’aspetto simile che inchiodavano al suolo per eseguire le loro preghiere. Il significato simbolico di questa croce è fortemente legato all’apostolo Santiago , poiché la spada si riferisce al carattere combattivo e cavalleresco dell’apostolo.

Oggi possiamo trovare questo simbolo come aspetto decorativo nei deliziosi dolci di Santiago che non dovreste perdere nel vostro pellegrinaggio.

La torta Santiago

La freccia gialla

La migliore amica dei pellegrini, questa freccia ti indicherà la strada da seguire in ogni tappa. Questa favolosa iniziativa è nata negli anni ’70 quando Padre Eliás Valiña decise di iniziare a dipingerli per segnare il cammino di Santiago. Il colore giallo è stato scelto per la sua buona visibilità in quanto spicca in un ambiente in cui il verde delle foreste e il grigio della pietra generalmente predominano. Lungo il tuo cammino lo troverai in molti luoghi e forme: muri, terra, cairn, alberi…

Una freccia gialla dipinta sul muro

Il personale

Conosciuto popolarmente come bastone da passeggio, è uno degli accessori essenziali per ogni pellegrino. Questo punto di appoggio in più sarà molto utile per ridurre l’impatto su caviglie e ginocchia, soprattutto nelle discese. Servirà anche come punto d’appoggio nelle salite e nelle zone ripide. Nell’antichità era anche usato per appendere attrezzi e come protezione contro gli animali selvatici che si potevano trovare lungo la strada.

A poco a poco questo tradizionale bastone da passeggio è stato sostituito dai popolari bastoni da trekking, ma se vuoi ancora goderti il romanticismo del sentiero, questa è senza dubbio la tua migliore opzione.

Bastoni da pellegrino

La zucca

La zucca è emersa, come il bastone, come un metodo per facilitare la vita dei pellegrini. In passato era usato come un modo pratico ed economico per trasportare liquidi e mantenerli freddi. Oggi non ha un valore “utile” ma un forte valore simbolico . È comune vedere i pellegrini aggiungere questo accessorio al loro abbigliamento o appenderlo al bastone come in passato. Senza dubbio uno dei simboli più rappresentativi del Camino de Santiago.

Bastoni da pellegrino con la loro zucca

La credenziale e Compostela

La credenziale, conosciuta anche come il passaporto del pellegrino, è il documento essenziale che ogni viaggiatore deve portare con sé. Si tratta di un libretto dove sono annotati i dati personali di ogni pellegrino e che ha degli spazi da timbrare nei diversi alloggi, chiese, negozi e stabilimenti lungo il cammino.

Questa credenziale ci aiuterà ad accreditare la distanza percorsa e allo stesso tempo ci permetterà di ottenere la Compostela al nostro arrivo a Santiago come riconoscimento dello sforzo fatto. È importante ricordare che per ottenere la Compostela è necessario percorrere almeno 100 km se è fatto a piedi o 200 km se si sceglie di farlo in bicicletta.

Richiedi il tuo preventivo per il Camino de Santiago
Contactar