Questa sarà probabilmente la vostra prima domanda una volta che avete deciso di partire per questa avventura. Sapere come mantenere una buona cura dei piedi è vitale e quali calzature portare al Camino de Santiago per godere di questa esperienza, poiché ne avremo bisogno in buone condizioni per molti chilometri e diversi giorni.

Mentre è vero che non esiste una cosa come la scarpa perfetta, come ogni persona è unica e ciò che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un altro, ma ci sono alcuni aspetti importanti da tenere a mente quando si sceglie le scarpe che stiamo andando a camminare in. Nel seguente articolo troverai una serie di raccomandazioni da prendere in considerazione per scegliere le migliori calzature per il Cammino di Santiago.

Cosa devo considerare quando scelgo le calzature?

Mai in anteprima sulla strada

Le scarpe per fare il Camino de Santiago devono essere indossate almeno un paio di settimane prima del viaggio per una semplice ragione: camminerete per centinaia di chilometri con esse, i vostri piedi devono essere abituati a queste scarpe prima di intraprendere questa impresa.

Le dimensioni contano

La taglia dovrebbe essere giusta, né troppo grande né troppo stretta. Una taglia troppo grande può far ballare il piede nella scarpa e causare lesioni, e una calzata troppo stretta può causare sfregamenti che possono rovinare la vostra esperienza.

Controllare e curare i piedi

Dopo ogni tappa passate un po’ di tempo a coccolare i vostri piedi e a controllare eventuali lesioni, vesciche o sfregamenti. Lasciateli riposare con calzature più leggere e aperte come infradito o sandali.

Prevenzione e cura

Anche se ogni pellegrino ha i propri metodi, mettere la vaselina sul piede prima dell’inizio di ogni tappa può ridurre notevolmente la comparsa di vesciche e sfregamenti. Se sono già apparsi, non è una cattiva idea usare un cerotto protettivo o vesciche di silicone per ridurre l’attrito e guarire la ferita.

Due pellegrini davanti a un simbolo del Cammino di Santiago

Tipi di calzature da indossare

Lungo i molti chilometri che percorreremo, troveremo tutti i tipi di terreno. Per questo è importante scegliere calzature robuste con una buona suola che sia adatta a diversi percorsi. Potremmo stabilire tre categorie principali da prendere in considerazione nella scelta delle calzature per il Camino: scarponi da trekking, scarpe da trekking o sandali. Come abbiamo già detto, questa è una scelta personale e ogni opzione ha i suoi pro e contro. La cosa più importante è sempre scegliere l’opzione con cui ti senti più a tuo agio.

Stivali da alpinismo

VANTAGGI: Gli scarponi da trekking forniscono un migliore supporto nella zona della caviglia. Di solito hanno suole più robuste, particolarmente adatte a terreni ripidi o molto rocciosi. Sono l’opzione più calda nel caso in cui stiate camminando con tempo freddo o piovoso.

CONS: In estate o in zone molto calde non sono raccomandati perché aumentano la temperatura del piede e sono meno traspiranti. Sono il tipo di calzature più pesanti e questo è un fattore da prendere in considerazione quando si cammina per tanti chilometri.

Scarponi da montagna

Scarpe da trekking

VANTAGGI: Questa è l’opzione che raccomandiamo in quanto combinano tutte le caratteristiche che possiamo chiedere a una scarpa per percorrere il percorso: sono leggere, hanno una suola solida, hanno un battistrada più ammortizzato degli scarponi da trekking e sono anche più flessibili e traspiranti. Inoltre, uno strato di goretex può essere incluso per fornire un punto impermeabile per la pioggia leggera.

CONS: In zone molto fredde, piovose o di alta montagna può essere più opportuno usare uno stivale più caldo e impermeabile.

Stivali da trekking

Sandali

VANTAGGI: Sono il tipo di calzature più cool, il più leggero e quello che occupa meno spazio nello zaino. È sempre consigliabile indossare un paio di scarpe come calzature secondarie in modo che il piede possa riposare e respirare dopo la tappa.

CONS: Possono essere scomode per camminare su lunghe distanze, sono più raccomandate come calzature secondarie.

Sandali da passeggio

EXTRA: Cura del piede durante il viaggio

Tutti i consigli di cui sopra saranno inutili se non si prende il tempo ogni mattina di applicare la vaselina ai piedi, mettere i calzini correttamente per evitare le pieghe (clicca qui se vuoi saperne di più sui calze antivescica) e metterli correttamente e mettetevi le scarpe come si deve.

Non è una cattiva idea portare sempre con sé un piccolo kit di primo soccorso con oggetti di base come cerotti, vaselina o vesciche di silicone per trattare piccoli graffi o altre lesioni che possono sorgere. Speriamo che tu abbia trovato utile questo articolo e non dimenticare di lasciare un commento se hai altre domande o raccomandazioni.

Inoltre, se fai il Cammino con il tuo animale domestico, dovrai anche fornirgli una sosta per dare sollievo alle sue zampe.

Tutti i percorsi del Cammino di Santiago
Ver