Penso che non scopriamo nulla se vi diciamo che i piedi soffrono molto su questo percorso. Pertanto, abbiamo fatto uno sforzo speciale per farvi conoscere i migliori consigli per l’acquisto di calze antivescica per il Camino de Santiago.

Una calza normale non soddisfa le esigenze speciali che si presentano sui percorsi in cui la distanza a piedi è così grande. Per esempio, il Cammino francese è lungo più di 700 chilometri. Proteggere i nostri piedi sarà la nostra priorità principale se vogliamo un’esperienza confortevole.

Inoltre, le vesciche sono la lesione più comune che si verifica e una delle più fastidiose. Fare la scelta giusta è quindi vitale.

Le calze antivescica non sono magiche

Uno dei problemi del marketing è che indubbiamente esagera la bontà di ciò che viene venduto. In effetti, il nome stesso (anti-blister) può dare la falsa impressione che questo tipo di calza impedirà l’insorgere di questo tipo di lesioni, il che è falso. Un calzino non è un pezzo dove c’è molto spazio di manovra, quindi non ci si può aspettare miracoli da loro. L’obiettivo delle calze antivescica è quello di rendere più difficile la formazione di vesciche, ma questo non significa che non avremo vesciche. Usciranno meno, sì, ma non fanno magie. Ricordatelo.

Gli stivali di un pellegrino sul Camino
Per questo motivo, è importante non trascurare il compiti preventivi che, come regola generale, sono gli stessi che si applicano alle scarpe. La regola di base e la pietra angolare della cura delle scarpe è che non bisogna mai indossare scarpe nuove. Le scarpe nuove sono il modo più semplice per trasformare un viaggio di piacere in una vera tortura. Un’altra raccomandazione di base, oltre all’ossigenazione del piede, è di non sovraccaricare i nostri piedi.

Non ha senso che in una tappa di più di 20 chilometri (in cui non siamo in competizione con nessuno) non facciamo pause. Le pause non sono solo buone a livello psicologico, ma hanno anche una dimensione speciale a livello fisico.

Altri consigli per la cura dei piedi

Anche se questo articolo si concentra sulle calze anti vesciche, non dobbiamo dimenticare le altre cure del piede, in particolare quando si tratta di prevenire le distorsioni. Forse questo è il consiglio che abbiamo ripetuto di più sul blog, ma è davvero necessario. Fate molta attenzione nelle discese, non siate negligenti, non correte, perché questo è il tratto dove si verificano più distorsioni.

Calzature per camminare
Un altro buon consiglio, naturalmente, è quello di usare la vaselina sui piedi per evitare lo sfregamento. Ricordate che, a differenza della ruota di una bicicletta, non potete cambiare i vostri piedi. Pertanto, se soffrite di qualsiasi tipo di ferita o contusione, condannerete la vostra esperienza. Se è minore, sarai a disagio per tutto il viaggio, se è grave, non potrai nemmeno continuare.

Credetemi quando vi dico che questo è molto arrabbiato, soprattutto perché in fondo sapete che con un minimo di attenzione avreste potuto evitare l’infortunio.

Il materiale e il design delle calze

Come è evidente, e nonostante il poco spazio di manovra, le calze hanno caratteristiche diverse che le rendono più favorevoli a un tipo di percorso o a un altro. Sul Cammino, è meglio optare per calze resistenti, dato che la distanza da percorrere sarà lunga. Infatti, la maggior parte dei pellegrini opta per calze in cui la punta e il tallone sono rinforzati (sono le parti che si consumano più velocemente). Lo sfregamento del piede contro la scarpa o lo stivale non è raccomandato.

Scarponi da trekking davanti a una cascata
La calza deve anche essere traspirante. Questo obbedisce a una regola empirica molto logica, e cioè che i piedi sudati non sono un grande compagno. In primo luogo, perché è una sensazione fastidiosa. In secondo luogo, perché il sudore rende i nostri piedi freddi in inverno e caldi in estate.

Per quanto riguarda il tessuto, è meglio optare per le marche specializzate in grandi percorsi di montagna. Il tessuto Coolmax è generalmente raccomandato. Tuttavia, è meglio chiedere consiglio a un esperto per valutare, in base alla sua esperienza, cosa è meglio per lei.

Infine, ricordatevi di evitare le calze con cuciture, poiché sono la causa principale di sfregamenti inutili e vesciche che avrebbero potuto essere evitate scegliendo un altro tipo di calza.

L’ultimo consiglio

Non indossare scarpe nuove per la prima volta. Può sembrare che stiamo facendo troppo i parassiti, ma è davvero molto importante. Perciò, quando comprate delle calze nuove, indossatele prima in modo che si adattino meglio alle peculiarità del vostro piede.

Vedi tutti i nostri viaggi
Ver