Se finalmente abbiamo deciso di seguire uno dei percorsi giacobini fino a Santiago de Compostela, abbiamo molti dubbi e domande su come prepararci. Uno di loro, tra gli altri, è cosa portare nello zaino ma andiamo oltre e partiamo dalla base di questo problema: quale zaino scegliere per il Camino?

Per i pellegrini principianti questo può non essere una preoccupazione e non vi danno molta importanza. Optano per la possibilità di portare qualsiasi tipo di zaino, pensando che non sia importante e scegliendo l’opzione più economica. Questo non vuol dire che spenderemo molti soldi per uno zaino adatto a questo tipo di viaggio.

Questo percorso giacobeo ci offre paesaggi incredibili, cammineremo circondati da boschi, natura, assaggeremo la gastronomia tipica di ogni luogo, faremo un impressionante viaggio nella storia. Incontreremo persone di tutto il mondo, godremo di momenti di incontro personale e infine ci imbatteremo nella maestosa Cattedrale di Santiago, la meta di ogni pellegrino del Camino.

Per garantire che questo percorso idilliaco non diventi una tortura, questo articolo discuterà una delle due cose più importanti per completare con successo il percorso. Uno di loro è il calzature per il Cammino di Santiago e l’altro è il tipo di zaino per il Cammino di Santiago.

Tutti i viaggi del Camino de Santiago in bicicletta
Ver

Tipi di zaini

Scegliere il giusto tipo di zaino è un vero mal di testa, poiché ci sono così tanti tipi diversi di zaini. Molti pellegrini non fanno la scelta giusta e questo è un errore che si fa di solito. Dobbiamo ricordare che il tipo di zaino è importante, perché lo porteremo con noi tutto il giorno su lunghe distanze.. Per scegliere lo zaino perfetto per il Cammino di Santiago dobbiamo prendere in considerazione diversi fattori come la capacità, le caratteristiche, l’adattamento al nostro corpo, il peso ecc.

Due zaini appesi su una gruccia

Capacità

La prima cosa da fare quando si sceglie il tipo di zaino è decidere la sua capacità, che alla fine determinerà il peso dello zaino. Dobbiamo tener conto che la capacità si misura in litri per sapere come sceglierla. Il peso che porteremo nello zaino durante ogni tappa è un fattore molto importante. Non dobbiamo sbagliare nel portare uno zaino che non sia né troppo piccolo né troppo grande.

Secondo lanostra esperienza facendo e organizzando il Camino de Santiago, raccomandiamo che lo zaino abbia un’autonomia di circa 35-45 litri se il tempo è bello e di circa 50-60 litri se siamo in inverno. Questo perché in inverno dobbiamo portare più bagagli che in estate, quando il nostro equipaggiamento è più leggero. Qui sotto possiamo vedere i diversi livelli di capacità a seconda di quanto bagaglio siamo disposti a portare sul Camino.

Non sovrappeso

Zaino da 35 litri: Capacità ideale per qualsiasi pellegrino che voglia intraprendere l’avventura con il minimo bagaglio.

Zaino da40 litri: Una capacità in cui il pellegrino può percorrere il Camino leggero, con quanto basta per viaggiare. La capacità più consigliabile se il tempo è buono.

Zaino da45 litri: Questa capacità è ideale per un tempo non troppo caldo ma non troppo freddo. Come la precedente, è leggera e possiamo superare le tappe con poca difficoltà o disagio.

Zaino da 50 litri: Questa capacità è troppo per qualsiasi pellegrino in estate. Ci ritroveremo molto più stanchi ad ogni tappa. Una grande capacità per il bel tempo ma piccola per l’inverno.

Zaino da 55-60litri: Nei mesi freddi, questo è l’ideale.

Si noti che oltre alla capacità dello zaino, di solito si raccomanda che il suo contenuto non pesi più del 10% del peso del corpo . In altre parole, se una persona pesa 70 kg, il peso ideale dello zaino dovrebbe essere al massimo di 7 kg. Anche se solo il 10% è un punto di riferimento, se fosse più basso sarebbe molto meglio. Meno ne portiamo meglio è, solo l’essenziale.

Dimensione

Il passo successivo va di pari passo con la capacità dello zaino e cioè la dimensione dello zaino. Proprio come un paio di pantaloni, una giacca o una maglietta, ci sono taglie per questi accessori. Sono dimensionati in base alla lunghezza della schiena. Questa lunghezza è misurata dalla base del collo alla fine dell’osso dell’anca. Si può pensare che non sia necessario scegliere una taglia, che uno zaino è uno zaino, ma non tutti i corpi sono uguali e se vogliamo essere il più comodi possibile dobbiamo tenerne conto. Ecco una tabella per darvi un’idea delle dimensioni che usiamo.

Una fila di zaini in piazza Obradoiro

UOMINI:

Altezza / lunghezza del busto:

160-175 cm / 45 -52 cm
170-185 cm / 50-57 cm
180-200 cm / 55-62 cm

DONNE:

Altezza / lunghezza del busto:

160-175 cm / 45-52 cm
170-185 cm / 50-57 cm
180-200 cm / 55-62 cm

Caratteristiche

Abbiamo parlato di capacità e di dimensioni, ma questi non sono gli unici fattori da prendere in considerazione nella nostra scelta. Una volta che abbiamo deciso la capacità e trovato la nostra taglia, dobbiamo guardare alcune caratteristiche che ci renderanno più facile trovare la strada.

Dovresti scegliere uno zaino che abbia scompartimenti e tasche separate in modo da poter organizzare i tuoi accessori e oggetti importanti come i tuoi documenti, il kit di pronto soccorso o anche il tuo telefono cellulare.

Che lo zaino includa una copertura impermeabile perché il tempo è imprevedibile e tutti sappiamo che è possibile o molto probabile che al nord anche se il tempo è buono piova.

L’altezza dovrebbe essere regolabile, anche se abbiamo scelto la taglia potremmo aver bisogno di adattarla alla nostra schiena per poter camminare più comodamente.

Uno zaino robusto con cuciture rinforzate, perché percorreremo molti chilometri e lo zaino soffrirà molto. Non è un complemento decorativo, è uno degli elementi principali.

Ilrinforzo lombare e le cinghie regolabili sia sul petto che in vita sono una caratteristica essenziale, adattandosi così al corpo ed evitando possibili fastidi alla schiena e al collo.

Lespalline aiuteranno ad ammortizzare il peso di ogni passo che facciamo, evitando disagi e lesioni.

Abbiamo elencato le caratteristiche di cui non puoi fare a meno quando scegli il tuo zaino, ma se hai altre caratteristiche, come uno scomparto per l’acqua o un portapali, tanto meglio, ogni piccola cosa aiuta. Se il tuo zaino ha questi dettagli, abbiamo trovato lo zaino perfetto per te.

Come organizzare il tuo zaino.

Lo zaino diventerà parte di voi durante ogni tappa, diventerete una cosa sola, per così dire. Dobbiamo quindi evitare lesioni o disagi quando lo trasportiamo, ma come facciamo? Se abbiamo scelto bene il nostro zaino sarà imbottito e pronto ad adattarsi a noi, ma un altro fattore che dipende da noi per evitare di avere un brutto momento è la distribuzione della nostra attrezzatura.

Dobbiamo distribuire tutto ciò che porteremo con noi in modo equilibrato, in modo che il punto di equilibrio in noi sia centrato. Tutto ciò che non viene utilizzato durante la tappa di ogni giorno deve essere messo in fondo. Tutto ciò che è più pesante di questo dovrebbe essere regolato all’interno in modo che sia vicino o il più vicino possibile alla schiena. Quando avremo messo tutto sul fondo, il resto dello spazio sarà utilizzato per trasportare le cose che ci servono sul palco, in modo che siano a portata di mano. Infine, lo zaino avrà degli scompartimenti, riservateli per materiale di prima mano, come acqua, un po’ di crema, cibo, ecc.

Un pellegrino che viaggia con un bagaglio leggero

Come ultimo consiglio, quando si organizza, è preferibile mettere le cose in sacchetti, preferibilmente non di plastica a causa del rumore. Se siete accompagnati in questa avventura, distribuite il peso, potete condividere alcune cose come il kit di pronto soccorso o il cibo.

Quello zaino ha bisogno di essere domato

Infine, dopo aver scelto e comprato il nostro zaino, si consiglia che giorni prima di partire per questa avventura, prepariamo lo zaino per controllare il peso che porteremo. Dovresti mettere in valigia tutto ciò che pensi di portare con te sul sentiero, che siano vestiti, un sacco a pelo, un kit di pronto soccorso, ecc.

Dopo averlo preparato lo peseremo ed è possibile che facciamo l’errore di credere che sia in quel 10% ma è possibile che abbiamo contato solo l’essenziale e non abbiamo incluso gli accessori che porteremo. È un vero mal di testa, non vogliamo che la strada sia una tortura a causa dello zaino, e non sappiamo più cosa dovremmo o non dovremmo metterci dentro, quindi consigliamo che se avete dubbi consultate cosa devo portare con me sul Cammino di Santiago?

Se optiamo per il trasporto di bagagli…

Questa è un’opzione abbastanza conveniente. Se non volete preoccuparvi del peso, portare tutto quello che volete o pensate di aver bisogno e portare solo un piccolo zaino con qualcosa da mangiare e acqua durante ogni tappa, questa è la scelta migliore. Ci sono aziende che si occupano del trasporto dei vostri bagagli da un alloggio all’altro dopo ogni tappa completata, così non dovrete preoccuparvi del peso di tutti i vostri bagagli e di cosa prendere e cosa no. Questo è uno dei servizi che offriamo nella nostra agenzia se decidi di contare su di noi per organizzare il tuo Camino de Santiago. organizziamo il Camino de Santiago per voi. Camminare senza preoccupazioni.

Hai avuto una brutta esperienza? Consiglieresti uno zaino in particolare? Raccontaci e aiuta i futuri pellegrini.

Richiedi il tuo preventivo per il Camino de Santiago
Contactar