Sicuramente se sei un principiante non hai mai sentito parlare di questo Cammino, ma per gli amanti del Cammino di Santiago è uno dei percorsi giacobei più magici di tutti. Questa strada dimenticata era la via più importante per Santiago nel XII secolo ed era conosciuta come “La Strada della Montagna”. Attualmente è conosciuto come il Cammino Dimenticato e inizia a Bilbao.

La storia di questa strada risale al IX e XII secolo, l’epoca della riconquista spagnola delle terre invase dai musulmani. Le guerre e i conflitti in corso hanno fatto sì che i pellegrini avessero paura di quel pericolo. A questo si aggiunge il difficile itinerario segnato dalla costa, per cui si decide di cercare un percorso alternativo più sicuro. Questo itinerario era il Sentiero della Montagna, che attraversava la catena dei Pirenei o Cantabrici per raggiungere un terreno di bassa montagna e continuare in un profilo di media difficoltà il percorso.

Quieres hacer el camino de santiago y no sabes por donde empezar

Questa via cadde nell’oblio, da qui il suo nome. Dopo la riconquista dell’Altopiano del Nord, i re di Navarra e Castiglia e Leon decisero di promuovere l’uso di un percorso alternativo un po’ più a sud. L’intenzione di questo uso era solo per accelerare e facilitare il transito dei pellegrini e il commercio. Così fu promosso questo percorso, oggi conosciuto come Via Francese, abbandonando il vecchio percorso e lasciando obsoleta la Vecchia Via.

Fasi del Cammino dimenticato

Questo percorso del Camino de Santiago è suddiviso in un totale di 20 o 21 tappe circa, con circa 480 chilometri di viaggio. Poi troveremo due varianti per continuare verso Santiago.

L’itinerario parte da Bilbao e attraversa città come Balmaseda, Espinosa de los Monteros, Arija, Aguilar de Campoo, Cervera de Pisuerga, Guardo, Cistierna, Boñar, La Robla, Cacabelos e Villafranca del Bierzo. Lì si collega con il Cammino Primitivo e continua fino a Santiago. Come accennato in precedenza, una volta terminato il tratto del percorso dimenticato, ci sono due possibilità di proseguire lungo il Cammino Francese da Villafranca del Bierzo o da Ponferrada prendendo il Cammino Invernale.

C’è un percorso del Cammino Dimenticato che non parte da Bilbao, ma da Pamplona. Proseguire lungo Alsasua, Salvatierra, Vitoria, Frías, Oña e Sedano per raggiungere Aguilar de Campoo, e da lì proseguire lungo il Cammino che inizia a Bilbao. Allo stesso modo, ci sono molte varianti all’interno di ciascuna delle rotte.

Luoghi storici

Ad ogni passo di questo vecchio percorso, vedremo su entrambi i lati del Camino luoghi incredibili e possiamo ricreare nella storia. Passeremo davanti a vecchi ponti e strade romane, quelle che hanno calpestato gli eserciti cristiani e le legioni romane. Itinerario utilizzato nell’antichità da milioni di pellegrini che si recavano a Santiago o addirittura a Santo Toribio de Liébana (Ruta Vadiniense) o a Salvador a Oviedo (Camino de San Salvador) o a Valdorria per venerare S. Froilán.

Possiamo ancora fare questo viaggio attraverso la storia di questo itinerario, trovando nel nostro cammino un ampio patrimonio archeologico e monumentale in cui possiamo evidenziare quanto segue:

Patrimonio archeologico           

Si conservano alcune testimonianze preistoriche. Tra gli altri possiamo citare Menhir-bridge (Reinosilla). Anche l’eredità romana è importante. Il percorso passa in gran parte attraverso le strade romane utilizzate per il movimento di legioni come le strade romane (Zalla, Nava de Ordunte, Burceña, Irus, Nestar, Matamorisca).

Resti civili

Castelli, torri e mura contribuirono alla difesa delle terre che in molti casi confinano con i domini arabi. Alcune di queste costruzioni sono in rovina, altre sono state restaurate con diversi usi. Seguendo questo percorso si possono vedere torri come La Torre de Renovales (Güenes), Torre de Terreros (Zalla) o castelli come La Robla (Los Alba).

Per i pellegrini è sempre stato un problema serio, perché la presenza di ponti sicuri per poterli attraversare ha segnato il tracciato di alcuni tratti di questo itinerario, come ad esempio: Güenes, Puente Almuhey, Puente Viejo (Boñar), Puente Mayor e Portazgo (Aguilar de Campoo).

Le signorie situate nei capoluoghi di regione hanno dimostrato il loro prestigio con edifici di una certa ostentazione come palazzi e palazzi con stemmi come: Palacio Cuadra Salcedo (Güeñes), Palacio de Horcasitas (Balmaseda), Palacio de Torquemada y de los Toledo (Villafranca del Bierzo), ecc.

Resti religiosi

Per quanto riguarda lo stile romantico nel nostro cammino potremo trovare esempi come l’Apostolo Santiago (Quisicedo), la Chiesa di Villafría (Retortillo), Santa Cecilia (Aguilar de Campoo), il Monastero di Santa María la Real (Aguilar de Campoo), tra gli altri esempi.

Il periodo gotico ha lasciato il suo segno anche sul Cammino di Montagna, con esempi come la Cattedrale di Santiago (Bilbao), la Pala di San Nicola (Espinosa de los Monteros), la Chiesa dell’Assunzione (Pisón de Castrejón), ecc.

Anche la corrente rinascimentale ha lasciato alcune manifestazioni degne di menzione, come ad esempio la Torre della Collegiata di S. Miguel (Aguilar de Campoo), la pala eremitica dell’eremo di Celada (La Robla) o la Collegiata di Santa María (Villafranca del Bierzo).

Infine, il barocco ha continuato ad arricchire il patrimonio artistico di questo itinerario. Con opere come il Santuario di Nostra Signora del Pandorado, la Torre della Chiesa di S. Juan e S. Severino (Balmaseda) o l’Eremo della Croce (Cervera de Pisuerga).

La strada lascia il suo Oblio…..

Attualmente, diverse associazioni di Amici del Cammino stanno cercando di recuperare questo percorso.  Infatti nella parte finale si è ritenuto opportuno apportare una modifica al punto di collegamento con la French Way. La sua segnalazione è piuttosto elementare, l’infrastruttura è complicata e i servizi sono limitati. Gli ostelli sono scarsi, anche se il numero di case rurali è aumentato significativamente.

Sono sempre più numerosi i pellegrini che si dirigono verso questo itinerario. La Vecchia Via ci offre la pace e la tranquillità che cerchiamo e ci permette ad ogni passo di ritrovarci e seguire le orme della storia.

Un incredibile viaggio attraverso questi borghi dove seguendo gli antichi sentieri dove scoprirete luoghi di singolare bellezza.