Ci sono diversi modi di fare il Camino de Santiago, i più comuni sono a piedi e in bicicletta. Tuttavia, a volte abbiamo avuto l’opportunità di vedere pellegrini a cavallo e in sedia a rotelle. Tutte queste modalità sono riconosciute dalla Chiesa e dall’Ufficio del Pellegrino di Santiago de Compostela e, dal 2019, è ufficiale anche la modalità a vela. Bene, ancore che pesano e vele che si stringono, la Via del Mare di Muros e Noia ci offre un itinerario giacobino molto speciale, un itinerario marino con giustificazione storica che ci dà la possibilità di avere un’altra prospettiva degli itinerari giacobini.

Cosa intendi per un Cammino di Santiago per mare?

Sì, e non è un’invenzione. Se torniamo all’epoca del Seconda Crociata in Terra Santa, nella prima metà del 12° secolo, c’è la testimonianza storica che molti guerrieri e soldati impegnati nella guerra santa provenivano dal nord Europa, e nel loro viaggio verso la Terra Santa passò navigando lungo la costa della Galizia. Questo fu il caso delle 200 navi provenienti da Gran Bretagna, Borgogna, Fiandre e Germania che arrivarono sulla costa galiziana nel 1147. Prima di continuare il loro viaggio, di solito facevano una sosta in Galizia per fare un pellegrinaggio a Santiago de Compostela e chiedere aiuto al Santo Apostolo nella loro rischiosa impresa.

La costa di Noia