Fragas do Eume Natural Park • Che cosa si dovrebbe sapere

Il Parco Naturale Fragas do Eume è una foresta atlantica, il che significa che è vicino all’oceano che porta lo stesso nome. Ha 9.000 ettari che si estendono lungo il fiume Eume ed è uno dei meglio conservati in Europa, coperto dalla vegetazione autoctona della regione.

L’area è stata dichiarata parco naturale nel 1997 perché contiene poco più di 20 specie di felci e almeno 200 tipi di licheni. La sua ricca fauna comprende 103 specie di uccelli, 41 tipi di mammiferi e almeno 8 specie di pesci, secondo i dati ufficiali del parco.

Questa foresta millenaria, che per alcuni è piena di misteri e di un’infinità di suggestioni offerte dai suoi ponti pensili e monasteri situati in cima alla montagna, deve il suo nome alla parola galiziana fraga che significa foresta fitta e impigliata con varie specie di alberi, una giungla quasi vergine dove si trovano querce, castagni, ceneri, tassi, noccioli, betulle, ontani, alloro, agrifogli, corbezzoli, querce da sughero e un’infinità di altra vegetazione.

Questa giungla è una delle poche vestigia dell’Era Terziaria e quindi un gioiello naturale che deve essere conservato come importante polmone del pianeta, poiché la sua umidità e la sua temperatura rimangono stabili per sostenere l’ecosistema che vi vive.

Come entrare nel Parco Naturale Fragas do Eume

Ci sono tre percorsi attraverso i quali si può entrare, attraverso 3 portali che possono essere descritti come segue: a sud del parco si trova il Portal de Monfero, a nord del parco si trova il Portal de A Capela, a ovest si trova il Portal de Caaveiro a Pontedeume. Ci sono anche due centri visitatori nei primi due portali, dove vi offrono informazioni dettagliate sul luogo e indicano gli itinerari più interessanti.

Se si vuole fare un giro in bicicletta, allora si può utilizzare il percorso conosciuto come Camiño dos Encomendeiros che si trova vicino al fiume.

Cosa troverete nel Parco Naturale Fragas do Eume

Il Monastero di Caaveiro che dà il nome ad uno dei portali d’ingresso e che si trova in cima a questo bosco frondoso, come se fosse andato perduto o sospeso nel tempo. Questo edificio fu creato nel IX secolo che servì come rifugio per monaci e pellegrini fino al XVIII secolo, visitabile all’interno.

La Taverna di Caaveiro situata nello stesso monastero e dove si possono gustare tapas, bevande e dolci, prima del ritorno. La terrazza è aperta al pubblico quasi tutto l’anno, anche se con alcune prenotazioni in alcuni mesi dell’anno.

Monastero di Santa Maria de Montefero costruito nel XII secolo situato nella zona più alta e attraverso il percorso si possono vedere i boschi di querce e castagni, così come il bacino idrico e il fiume.

Entrando attraverso il portale di A Capela si trova una vecchia centrale idroelettrica invasa da una vegetazione implacabile, che ha apparentemente corroso i macchinari.

Infine nel tour troverete un tunnel che porta a piccole cascate che sono senza dubbio di grande bellezza.

Il fiume Eume che si estende per circa cento km. ha scavato lungo il suo corso un profondo canyon e i versanti selvaggi che possono raggiungere circa 300 m. di dislivello, custodiscono l’originale manto vegetale delle foreste atlantiche.

Il Fragas do Eume è una foresta da sogno, con uno spessore che pochi hanno conosciuto e che si lascia trasformare in colori suggestivi a seconda delle stagioni, circondata da un fiume che porta nelle sue acque la vita e trasporta numerose specie che si nutrono di essa, mentre raggiunge la sua immensa destinazione, l’oceano.

Dati utili per visitare Fragas do Eume

Oggi, il parco ha un certo numero di binari e aree picnic lungo il percorso, bar e ristoranti. Ha anche un centro di interpretazione per saperne di più su questo bellissimo posto e sulle specie che lo abitano.

Infine, la raccomandazione è quella di percorrerla ed entrare nella magia e nel mistero del luogo, contemplando le bellezze naturali che ci ispirano e ci motivano a preservarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *