Il Parco Naturale Fragas do Eume è una foresta atlantica, cioè è vicino all’oceano che porta lo stesso nome. Ha 9.000 ettari lungo il fiume Eume. È uno dei boschi meglio conservati d’Europa, coperto dalla vegetazione autoctona della regione.

La zona è stata dichiarata parco naturale nel 1997. Ospita più di 20 specie di felci e almeno 200 tipi di licheni. La ricchezza della sua fauna comprende 103 specie di uccelli, 41 tipi di mammiferi e almeno 8 specie di pesci, secondo i dati ufficiali del parco.

Questa foresta millenaria è piena di misteri e d’incanto senza fine grazie ai suoi ponti sospesi e ai monasteri situati in cima alla montagna. Deve il suo nome alla parola galiziana fraga, che significa foresta fitta e intricata con varie specie di alberi. Una foresta quasi vergine dove si possono trovare querce, castagni, frassini, tassi, noccioli, betulle, ontani, allori, agrifogli, corbezzoli, querce da sughero e una miriade di altra vegetazione.

Cascate nella foresta di Fragas do Eume
Questa foresta è uno dei pochi relitti dell’era terziaria e quindi un gioiello naturale da conservare come un importante polmone del pianeta. La sua umidità e la sua temperatura sono mantenute stabili per sostenere l’ecosistema che abita.

Come entrare nel Parco Naturale Fragas do Eume

Un albero antico nel parco di Fragas do Eume
Ci sono tre percorsi attraverso i quali si può entrare, attraverso 3 portali che possono essere descritti come segue. A sud del parco si trova il Portal de Monfero. A nord del parco si trova il Portal de A Capela. A ovest si trova il Portal de Caaveiro a Pontedeume. Ci sono anche due centri visitatori nei primi due portali, che offrono informazioni dettagliate sul sito e indicano i percorsi più interessanti.

Se volete fare un giro in bicicletta, allora potete usare il percorso conosciuto come Camiño dos Encomendeiros che si trova vicino al fiume . M