Se siamo amanti e liberi difensori degli animali dobbiamo prendere in considerazione associazioni come APACA. In Spagna esistono migliaia di associazioni senza scopo di lucro e di protettori animali, con l‘unico scopo di aiutare gli animali abbandonati.

APACA (Associazione per la protezione degli animali stradali), creata nel 2015, è una protezione animale della Galizia con un unico scopo, per aiutare tutti quegli animali che sono stati abbandonati dai loro proprietari. Secondo il loro motto, In APACA, Recollemos, Coidamos e Rehubicamos, o quello che è la stessa cosa, in APACA, raccogliamo, ci prendiamo cura e cerchiamo una casa per loro.

Questa associazione è stata creata a causa della situazione di impotenza degli animali in Galizia, poiché le autorità non si sono occupate della loro cura, del loro trasferimento o addirittura di fornire loro rifugi. In questo articolo approfondiremo più a fondo questa associazione e i suoi progetti, e se vogliamo essere coinvolti nella causa vi diremo come.

APACA: ATTIVITÀ PRINCIPALI DEL PROTETTORE

Tra le molteplici cause per cui questo protettore si ribalta, la principale responsabile è la salvezza degli animali abbandonati. Dalla sua creazione ricevono sempre più animali ogni anno, a volte troppi, ed è difficile per loro essere in grado di occuparsi di tutti loro poiché non esiste un’agenzia governativa che li aiuti.

Tuttavia, grazie al lavoro che svolgono, circa l’80% può essere adottato e collocato in una buona casa. Hanno tutti diritto a una vita felice. Sono i principali responsabili:

Pick up e prendersi cura dei cani abbandonati sul Camino de Santiago. Hanno il compito di controllare se la loro salute è in pericolo, nutrendoli, lavandoli, lavandoli e dando loro un tetto sopra la testa in modo che possano essere caldi e sicuri.

Cercate persone che li adottino, dal momento che non tutti sono addestrati o hanno un posto adatto all’animale. Sia per l’adozione che per l’affidamento, il protettore cerca di scegliere una buona casa, una vita migliore.

Effettuare campagne di sensibilizzazione, sia trattenendo gli animali, sia spiegando la situazione in cui si trovano o perché non li abbandonano. Il protettore denuncia l’inattività della pubblica amministrazione e prende le redini per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione.

Parliamo delle principali attività del protettore tenendo conto che non molto tempo fa la sua creazione e che il suo interesse è quello di garantire la protezione degli animali senza l’aiuto del governo. Ma la loro attività va molto oltre, e giorno dopo giorno lavorano sempre più progetti, crescendo come entità e soprattutto come persone.

COME POSSO AIUTARTI A APACA?

Man mano che impariamo di più sull’associazione, potremmo porci la domanda più importante. Se non ricevono denaro per le strutture, le cure e altri materiali di cui hanno bisogno, come fanno a farlo? Ebbene, grazie alle loro campagne di diffusione e sensibilizzazione, sempre più persone collaborano in un modo o nell’altro secondo le loro possibilità o disponibilità.

La sua attività principale si sviluppa a Santiago de Compostela, ma questo non ci impedisce di aiutare e collaborare da qualsiasi parte della Spagna e del mondo. Aiutare è una parola che non conosce confini o limitazioni.

Donazioni:

Purtroppo, questo mondo si muove principalmente con il potere economico ed è qualcosa di fondamentale per APACA per continuare il suo lavoro e continuare a salvare vite umane. Ogni granello di sabbia conta, quindi è possibile fare una donazione economica dell’importo che si desidera poter collaborare se non si dispone di altri mezzi. Non solo possiamo fare una donazione finanziaria, ma possiamo anche donare materiale se necessario, ogni atto conta.

Volontariato:

Tiratevi su e fatevi coinvolgere. APACA ha pensato alle possibilità di ogni persona, ed è vero che a volte, molte persone vogliono fare volontariato e aiutare il più possibile, ma è impossibile per loro tutto l’anno. Per questo motivo avete due opzioni. Il primo di questi è quello di essere così durante tutto l’anno, in cui si sarà formato e si adempirà l’impegno di cinque giorni di partecipazione. Sarai responsabile dei vari compiti che ti saranno affidati e ruotati con altri volontari (prendersi cura degli animali, della loro igiene, dei servizi di pulizia, ecc. La seconda opzione è per tutte quelle persone che possono farlo solo per un certo periodo dell’anno. Questo volontariato si svolge nei mesi estivi, quando c’è un maggior volume di animali abbandonati e raccolti.

Adozione:

Sii responsabile, un cane non è un capriccio o un giocattolo. Se scegli questo tipo di aiuto, riceverai uno degli animali che si trovano nel rifugio. Non solo aiuterebbe il protettore, ma darebbe una vita piena e felice al suo nuovo compagno di vita. Forse è l’opzione che può richiamare maggiormente la nostra attenzione e quella che ci completa di giorno in giorno.

Collaborazione

In primo luogo, di che cosa si tratta? Beh, è uno strumento online responsabile della raccolta di piccole donazioni di 1 euro al mese. La filosofia di Teaming è che non possiamo fare molto da soli, ma insieme faremo grandi cose.

Diventa membro 

Entrando nella pagina del protettore è possibile compilare il modulo per diventare membro, la quota mensile è decisa da voi tra i 5, 9 o 15 euro.

APACA E LA VIA DI SANTIAGO

Da anni, i pellegrini di tutto il mondo che si recano a Santiago de Compostela denunciano il numero di cani sciolti o abbandonati che si dirigono a Santiago de Compostela. Questo rifugio si occupa principalmente della raccolta e della cura degli animali abbandonati o persi lungo il Camino. Denuncia la situazione che, anno dopo anno, peggiora e cerca di fornire i mezzi per controllarla.

La maggior parte dei cani che accolgono provengono dal Camino, motivo per cui APACA si è immersa in un progetto di grande impatto, la creazione di una speciale credenziale per i cani. La nostra agenzia ha voluto collaborare, perché ogni giorno sempre più persone vogliono prendere la strada accompagnati dal loro fedele amico.

CARTA DEI CANI DI APACA

Se decidete di fare il Cammino di Santiago con il vostro cane, non esitate ad ottenere la credenziale creata appositamente per lui. Proprio come la credenziale del pellegrino che indosseremo quando percorreremo il Cammino e che suggelleremo, il nostro cane suggellerà la sua credenziale allo stesso modo. Grazie al protettore e a questo grande progetto, il nostro amico e fedele compagno potrà ottenere in ufficio all’arrivo a Santiago, il suo cane Compostela.

Trasforma il tuo animale domestico in un vero pellegrino, ha anche il diritto di lasciare il suo segno sulla strada.

Se dopo aver letto questo articolo, volete saperne di più sul modo in cui il cane e volete farlo, non esitate a consultare COME FARE IL CAMMINO DI SANTIAGO CON IL TUO CANE?