Una delle mancanze più gravi di un blog sul Camino de Santiago è non parlare di uno dei più importanti Percorsi giacobini più curioso: il La Via Vadina, che di solito è dovuta al fatto che non è un percorso molto frequentato (e quindi poco economico). Tuttavia, il vero amante del Camino deve conoscere le peculiarità di questo percorso, che è, secondo noi, il più difficile che esista.

Tuttavia, se ti piacciono le sfide, questo è un percorso emozionante, un percorso che segnerà un prima e un dopo nella tua vita. Cominciamo!

Origine storica della Via Vadina

Il nome deriva da una tribù preromana che occupava il territorio di Vanidia. Vanidia occupava un territorio importante, che è dove ci porterà il nostro percorso. È un percorso molto interessante dal punto di vista culturale, dato che copre territori di Castiglia, Asturie e Cantabria.

Tuttavia, bisogna sapere a cosa si va incontro prima di partire per il tour. Non consideriamo il Camino pericoloso in quanto tale (in questo senso ci sono percorsi peggiori), ma è un percorso abbastanza duro .

Serbatoio di Riaño

La sua durezza risiede nella difficoltà delle tappe cantabriche. Per questo motivo, si raccomanda vivamente di essere ben preparati per loro. Ma, come abbiamo detto, non è una sezione pericolosa, non c’è un grande rischio di cadute o qualcosa di notevole. Se ti piacciono le distanze lunghe e dure, questo è il percorso che fa per te.

È un percorso che va affrontato più dal punto di vista sportivo, più della sfida che dal punto di vista culturale.

Tutti i viaggi per fare il Camino de Santiago con il tuo cane
Ver