La grotta di Güixas si trova nella parte occidentale dei Pirenei aragonesi, ai piedi della montagna Collarada. Se sei un pellegrino del Il Cammino di Santiago, si può fare una breve sosta per visitare questa meraviglia che oggi presenteremo durante il tratto che collega Villanua con Canfranc. Stiamo parlando di una visita di un’ora e quindici minuti, con un percorso di appena 800 metri. Vi chiederete perché abbiamo considerato essenziale un tale stop leggero, il motivo di questa raccomandazione?

La risposta è “magia”.

Il pellegrino e la magia

Siamo consapevoli del fatto che tutti voi che camminate il Cammino di Santiago siete viaggiatori innati e della vostra voglia di conoscere nuovi luoghi, persone e soprattutto: la storia della terra su cui camminate. Sappiamo anche che lei ama gli ambienti naturali e poterli condividere con la sua famiglia. Abbiamo pensato che non ci sarà niente di meglio di questa grotta per soddisfare ognuna di queste aspettative che avete sul vostro viaggio. Ecco perché vogliamo raccontarvi la storia di questa meravigliosa grotta piena di vecchi sogni e nuove vite. La grotta dei Güixas

Una persona sulla strada

Viaggio nel passato

Si sa che la grotta fu abitata nel periodo neolitico a causa dei resti che vi sono stati trovati: resti di ceramica e un frammento di mulino per cereali. Questa occupazione durò fino al 300 d.C. circa. C. E fu allora, tra il XV e il XVIII secolo, che la magia prese vita qui. In particolare, erano le streghe che frequentavano la grotta per eseguire i loro rituali di congrega.

Grotta dei Pirinei

Secondo la leggenda, facevano “bagni di luna piena” nudi. Questo era possibile grazie al camino della grotta sotterranea, attraverso il quale potevano vedere la luna. Si dice anche che questi bagni furono il segreto della sua giovinezza. Ma non finisce qui: dopo queste signore scintillanti, la grotta era una prigione e un rifugio per i soldati durante la guerra.

Forse ora capirete meglio il motivo per c