Cosa fare e vedere a Santiago de Compostela

Cosa verdere e fare en Santiago de Compostela

Come arrivare a Santiago de Compostela?

Santiago de Compostela è la capitale e una delle città più importanti della Galizia. Questo lo rende un luogo perfettamente collegato con un facile accesso da qualsiasi parte della Spagna e dell’Europa. L’aereo è il modo più consigliato per coprire lunghe distanze. Santiago ha un aeroporto ben collegato che è una destinazione per i voli nazionali e internazionali.

Anche il trasporto terrestre è altamente raccomandato, sia in auto, autobus o treno. La capitale galiziana è collegata con le principali città della Galizia, come la Coruña e Vigo, nonché con Madrid.

 

Quanti giorni sono consigliati per visitare Santiago de Compostela?

Si tratta di qualcosa di molto personale che dipenderà dal tempo che avremo a disposizione. Non dobbiamo dimenticare che Santiago è una delle città e delle capitali più importanti della Galizia, eppure le sue dimensioni la rendono un luogo accogliente e facile da visitare.

La maggior parte delle attrazioni turistiche sono vicine tra loro, quindi due o tre giorni sono il momento ideale per conoscere la capitale galiziana. Uno degli svantaggi può essere il clima, abbastanza piovoso, che può farci perdere un giorno, ma dobbiamo tener presente che la Galizia senza pioggia non sarebbe la Galizia.

Sede di una delle più antiche università spagnole, Santiago si distingue anche per l’atmosfera giovane e piacevole che si respira in città. Questo si nota nella grande atmosfera che si respira nelle sue strade e nei suoi luoghi di svago fino a notte inoltrata.

 

Cosa vedere a Santiago de Compostela?

Piazza Obradoiro

Qui si trova il centro monumentale di Santiago di Compostela e un punto d’incontro per i pellegrini che arrivano in città da tutte le vie giacobine. Il suo nome deriva dalle botteghe (obradoiros in galiziano) degli scalpellini che lavoravano alla costruzione della facciata barocca della Cattedrale.

In questa piazza si concentrano gli edifici più importanti della città: la Cattedrale, l’Hostal de los Reyes Católicos, la Scuola di San Xerome, sede del Rettorato dell’Università e il Palazzo Raxoi, sede del Consiglio Comunale.

Plaza del Obradoiro en Santiago de Compostela

Cattedrale di Santiago

Senza dubbio, l’emblema di Santiago è la sua Cattedrale. È un gioiello architettonico, opera dell’arcivescovo Gelmirez e di Mestre Mateo, frutto di oltre 700 anni di costruzione in cui si possono apprezzare diversi stili, ampliamenti e continui restauri.  Attualmente la visita alla Cattedrale di Santiago è gratuita, ma l’accesso al museo e al Portico de la Gloria è a pagamento.

Cosas que hacer en Santiago de Compostela

Mercato di Abastos:

Il secondo luogo più visitato della capitale galiziana solo dietro la Cattedrale di Santiago.  Fu costruito nel 1937 per ospitare tutti i venditori in un unico luogo, l’attuale edificio è costituito da più di 5600 metri quadrati dove si possono gustare i prodotti più freschi ed ecologici della cucina galiziana. Non perdete l’occasione di fare shopping e di parlare con i bar vicini per poter preparare il vostro pasto sul posto. Un must see.

Perdersi per le strade e le piazze del centro storico di Santiago di Compostela

Se c’è una cosa che spicca a Compostela, sono le sue piazze e le fontane decorate con statue. Vi piacerà passeggiare nel labirinto di strade acciottolate del centro città e scoprire nuovi monumenti lungo il percorso.

Piazza Las Platerías:

Si chiama così perché era il luogo dove gli orafi avevano le loro botteghe nel Medioevo. Al centro della piazza si trova la Fonte dos Cabalos, di fronte alla Casa del Cabildo, che ospita mostre civili che si possono visitare gratuitamente.

Plaza de las Platerias en Santiago de Compostela

Piazza Azabachería

Confina con il Monastero di San Martín Pinario, il Palazzo Arcivescovile e la facciata della cattedrale di Acibechería.

Monasterio de San Martín Pinario en Santiago de Compostela

Piazza La Quintana

Qui si trova la Porta Santa della cattedrale, che si apre solo nell’Anno Santo, cioè quando il 25 luglio cade di domenica.  Questo quadrato è diviso in due livelli. La parte superiore è conosciuta come Quintana de los Vivos e la parte inferiore è chiamata Quintana de los Muertos, poiché qui si tenevano le sepolture nel XVIII secolo.

In questa piazza si trovano anche edifici come la Casa de los Canónigos, la Casa de la Parra e il muro del monastero di San Paio de Antealtares, la cui chiesa ospita un Museo d’Arte Sacra.Plaza Quintana Santiago de Compostela

Piazza Toural

Una delle piazze più belle e vivaci di Santiago, dove terminano le sue strade più emblematiche: Rúa Nova e Rúa do Villar. Qui si trovano la Fonte do Toural, e il Pazo de Bendaña, del XVIII secolo, oggi Fondazione-Museo Eugenio Granell.

Piazza Cervantes

Foro del XII secolo dove la gente si riuniva e dove si leggevano le ordinanze arcivescovili, più tardi si tenne il mercato più importante della città, cambiando il nome in Plaza del Campo. Quando il mercato si trasferì in Plaza de Abastos alla fine del XIX secolo, acquisì il nome attuale. In esso spicca il busto dello scrittore di Don Chisciotte, innalzato sopra la fontana.

Il parco di Alameda

Anche se Santiago de Compostela si distingue per il gran numero di parchi e aree verdi, potremmo dire che questo è uno dei polmoni principali della città. Per secoli è stato un punto d’incontro per persone di tutte le età a Santiago, e si distingue per le impressionanti vedute della facciata della cattedrale.

Qui si trova la famosa statua delle due Marie, che rende omaggio a due donne la cui storia non lascerà indifferente nessuno.

Las dos Marías en el Parque de la Alameda de Santiago de Compostela

La città della cultura

Vi trovate di fronte ad uno degli edifici più controversi della Galizia.  Una creazione rischiosa dell’architetto Peter Eisenman seduto sulla cima del Monte Gaiás.  Attualmente il gigantesco edificio, oltre ad ospitare la Biblioteca, il Museo di Galizia offre un programma culturale molto vario: mostre, concerti, conferenze, cinema, seminari, workshop di ogni tipo e progetti culturali all’avanguardia.

Ciudad de La Cultura en Santiago de Compostela

Monte do Gozo

I pellegrini che percorrono il Cammino francese sono fortunati, perché dovranno passare da questo punto. È il luogo migliore per contemplare un panorama sorprendente della città.

 

Estatuas de peregrinos en el Monte do Gozo Santiago de Compostela

 

Piatti tipici di Santiago de Compostela

Non esageriamo se diciamo che a Santiago si mangia nel lusso. Ci sono un sacco di posti per mangiare cibo buono, piacevole ed economico senza perdere la qualità. La sua vicinanza alla costa galiziana fa dei frutti di mare la sua principale, anche se non l’unica, attrazione.

Tra i suoi prodotti più pregiati troviamo anche il pesce fresco, i peperoni Padrón e il famoso polpo a Feira o Octopus a la Gallega: polpo cotto condito con olio d’oliva, sale e paprica che non può mancare.

L’offerta gastronomica si completa con piatti tipici come il brodo galiziano, l’empanada, il lacón con grelos o la carne di manzo galiziana a denominazione d’origine che può essere consumata in tutte le sue forme: churrasco, chuletón o solomillo.

Per innaffiare queste prelibatezze non dimenticate di provare alcuni dei vini a denominazione di origine della terra o la sua birra più famosa: Estrella Galicia. Per finire, non c’è niente di meglio di un Orujo o di un liquore al caffè per accompagnare un pezzo di Tarta de Santiago.

Dove mangiare en Santiago de Compostela?

Con un’offerta gastronomica quasi illimitata, scegliere dove mangiare può diventare una vera e propria odissea. Pertanto, per facilitare il vostro compito, abbiamo raccolto qui di seguito i nostri consigli personali dove potrete godere della migliore qualità al miglior prezzo:

Se volete provare i frutti di mare della Galizia, ci sono due ristoranti che si distinguono al di sopra della media: El Sexto II (Rúa da Raíña, 23) e Xantares (Rúa do Franco, 40). Un’altra buona opzione è quella di andare al mercato alimentare, dove si può acquistare tutto ciò che si vuole e per un prezzo ragionevole qualsiasi dei ristoranti adiacenti lo cucinerà per voi.

Per gustare il famoso Octopus a Feira e/o una buona bistecca di manzo galiziana vi consigliamo il Restaurante Don Manuel Un’altra buona opzione, soprattutto se il tempo è buono, è la pulpería O Tangueiro, situata alla periferia di Santiago e tappa obbligatoria per molti pellegrini.

Per le tapas il bar La Tita (Rúa Nova, 46) ha la migliore frittata di tutta Santiago. D’altra parte, il ristorante A Orella (Rúa da Raíña, 21) è un posto buono, carino ed economico dove, come suggerisce il nome, servono delle incredibili tapas all’orecchio di maiale. Altri posti consigliati sono il Bar Orense (Rúa da Raíña, 25) con uno dei migliori liquori di caffè della capitale e le enoteche a soli 50 centesimi.

Vita notturna a Santiago de Compostela

Per godersi la vita notturna di Santiago, il bar Casa das Crechas offre una buona musica dal vivo e una magnifica decorazione. Il Pub Momo (Rúa da Virxe da Cerca, 23) ha tre diverse sale dove si può uscire per fare festa o bere un drink più rilassato. Un’altra buona opzione è A Gramola con la sua tipica musica celtica dal vivo. Per essere informati sulle attività culturali non dimenticate di dare un’occhiata all’agenda di Compostela Hoxe con un riassunto completo di tutti gli eventi che vengono organizzati quotidianamente.

Lasciatevi sorprendere dalla magia di Compostela

Se siete arrivati fin qui, avrete notato che Santiago ha molti luoghi ed esperienze da scoprire per chi la visita. Sia che siate pellegrini o semplicemente di passaggio in Galizia, questa è una visita essenziale che vi piacerà sicuramente.

Conoscete altri posti che non sono inclusi in questo articolo? Non dimenticate di lasciarci un commento con le vostre raccomandazioni.

 

 

Sono sicuro che ti interesserà anche tu:

Qual è il momento migliore per fare la strada per Santiago?

Quale strada per Santiago da scegliere?

Cosa prendere per la strada per Santiago?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *