All’interno di Castilla y León troviamo città belle come Burgos con la sua maestosa Cattedrale o Segovia con il suo imponente acquedotto. In questa occasione sottolineeremo la cosa essenziale per vedere se decidiamo di visitare Ávila.
Come per il Cammino di Santiago, l’ascesa della città risale al XVI secolo. Divenne un’importante meta di pellegrinaggio a causa della presunta apparizione di Santa Teresa di Gesù.

Cosa vedere?

Questa città non può essere lasciata indietro all’interno di questa comunità autonoma, tanto meno essendo la più alta della Spagna. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, Ávila non è conosciuta solo per la sua altezza. La città si distingue in particolare per le mura medievali che delimitano l’elmo storico dello stesso. Una volta penetrate le sue mura, sembrerà che siamo tornati indietro nel tempo. Troveremo palazzi rinascimentali, chiese romaniche e anche molti elementi medievali. Scopri di seguito ciò che non puoi perderti se visiti Ávila.

Il Muro

E’ il segno distintivo della citta’. Ha un perimetro totale di 2516 metri e la sua forma è praticamente rettangolare. La sua struttura è mantenuta completa come per quella di Segovia. Se avete tempo è consigliabile visitarlo per poter apprezzare i dettagli che nasconde, inoltre è possibile salire e vederlo ad un prezzo economico.

La Cattedrale

Considerata la prima cattedrale gotica in Spagna, è stata dichiarata Monumento Nazionale e Patrimonio dell’Umanità. Si trova al centro, attaccato al muro. Come fatto curioso diremo che è ancora incompleto e che è ricoperto di mattoni per evitare il deterioramento.

I Palazzi

Se attraversiamo le mura del muro, all’interno di Ávila troviamo una serie di palazzi rinascimentali dal XV al XVI secolo. Alcuni di questi palazzi sono: il Palazzo della Mújica (Torre delle Guzmanes), il Palazzo di Valderrábanos, il Palazzo del Marchese de Velada, il Vecchio Palazzo Episcopale e l’Episcopio, tra gli altri.

Plaza de Santa Teresa de Jesús e la Chiesa di San Pedro

Nella Plaza de Santa Teresa de Jesús, fuori dalle mura della città, dove si tiene il più grande mercato di Ávila. In questa piazza si trova anche la Chiesa di San Pedro, un bellissimo esempio di romanico del XII secolo.

Basilica di San Vincenzo

Dopo la Cattedrale di Avila, questa basilica è la più importante. Si trova fuori dalle mura, nel luogo dove si ritiene che San Vincenzo sia stato martirizzato. In stile romanico, fu costruito soprattutto nel XII secolo ma completato nel XIV secolo.

Plaza del Mercado Chico

Come in ogni città che si vanta, troveremo la piazza principale, in questo caso sotto il nome di Plaza del Mercado Chico. Possiamo trovare il municipio o la chiesa di San Juan Bautista. Si chiama così per l’antica celebrazione del mercato.

Monastero Reale di Santo Tomás

Torniamo a lasciare il recinto murato per incontrare in un luogo di pace questo monastero. Costruito grazie ai Re Cattolici nel 1483, serviva anche come palazzo estivo.

Punto di vista di “Los cuatro postes” (I quattro post)

Il miglior punto di vista della città di Avila dove possiamo osservare la città con tutta la sua maestosità. Particolarmente degni di nota sono i punti di vista che troveremo se decidiamo di avvicinarci di notte. Come l’Alhambra di Granada, potremo vedere l’impressionante illuminazione della parete che la rende ancora più grandiosa e impressionante.

Gastronomia

Sappiamo che visitare la città e i suoi imponenti monumenti risveglierà l’appetito. E non tutto è da vedere, dobbiamo anche assaggiare perché Ávila si distingue anche per la sua ricca offerta gastronomica.

Nella gastronomia di Avila possiamo evidenziare piatti tipici e famosi come il chuletón de Ávila (il piatto più famoso), le patatas revolconas (purè di patate con aglio, paprika e torreznos), la sopa Castellana o le Judiones del Barco. Possiamo anche assaggiare le loro carni come la lombata o il maialetto arrosto, l’agnello, ecc.
E se dopo aver mangiato quello che vogliamo è un buon dessert, questa città ci offre anche qualcosa di molto tipico e unico, i tuorli di Santa Teresa. Altri dolci che possiamo evidenziare sono la pasta sfoglia di San Juan de la Cruz o Huesos de Ávila.

La natura

Ávila ha una posizione privilegiata sulla mappa spagnola, situata nella Sierra de Grelos.  Se vi piace la natura e più la montagna vi invitiamo a fare uno dei percorsi attraverso questa Sierra.

La catena montuosa di Gredos è ricca di percorsi, infinite possibilità, percorsi di grande bellezza. Possiamo praticarli in inverno, primavera ed estate, i contrasti del paesaggio sono spettacolari. Tra gli itinerari che sono noti vi mostreremo i più conosciuti.

Percorso delle cinque lagune di Gredos

Un percorso con lo stesso inizio e fine, Navalperal de Tormes, uno dei più spettacolari di questa catena montuosa. Ci porterà al circo Cinco Lagunas attraverso la Garganta del Pinar. Un itinerario piuttosto difficile, ma che vale la pena di fare.

La gola dell’inferno

È il percorso ideale se vogliamo farcela con i bambini, poiché non suppone più di tre chilometri se andiamo direttamente. E ‘situato nella valle di Jerte e possiamo circondarlo per essere qualcosa di più lungo attraverso il bosco, completando una spettacolare esperienza familiare.

Le quattro lagune di Barco

Questo percorso è molto simile a quello delle cinque lagune, essendo attraversato in pochi giorni, passando per 4 delle lagune. L’inizio di questo percorso è a Nava del Barco scegliendo di proseguire verso la laguna di Galin o attraverso la gola della Nava. Tre delle lagune sono molto grandi e circolari.

Lanchamala

Questo è uno degli itinerari che parte da Navaluenga, poiché ce ne sono molti con quell’inizio. E ‘massificato soprattutto nei mesi estivi. L’itinerario di Lanchamala è uno dei più difficili a causa del dislivello nei suoi 20 chilometri, non è una sfida per tutti.

Il Morezón

Per un fine settimana può essere il percorso più consigliato per la sua durata e difficoltà. Con un totale di 11 chilometri che partono dalla piattaforma di Gredos, arriveremo a Morezón che ci darà le migliori immagini del circo di Gredos. Forse è uno dei più raccomandabili e spettacolari grazie a quello spettacolare regalo per i nostri occhi che ci regala.
 Volete fare una fuga nel fine settimana e non sapete dove? Ávila vi offre quello che cercate, tranquillità, cultura, natura e gastronomia.

 
 
Forse ti interessa:
-Asturie – Cosa vedere e fare?
-Burgos – Cosa vedere in due giorni?
-Segovia – Cosa vedere e fare a Segovia?