Il contatto con la natura è uno dei piaceri più belli a cui molte persone non possono resistere, soprattutto quando sono soggette al caos e ai rumori della città. E forse chi non vuole stare in completo silenzio contemplando la maestosa immensità del mondo in cima ad una montagna osservando le stelle e rilassando la mente. Oggi vi portiamo i rifugi nei Picos de Europa.
Bene, vi racconteremo dei migliori rifugi dei Picos de Europa dove potrete entrare in contatto con la natura e godere della bellezza dei suoi paesaggi.

Rifugi popolari nei Picos de Europa

 

Rifugio Bujaruelo

Si trova nei pressi del Parco Nazionale di Ordesa e Monteperdido e da dove si possono raggiungere le cime che circondano il circo glaciale di Gavarnie e la cascata più grande d’Europa, alta 400 metri. Ci sarà possibile fare diverse attività di alpinismo per principianti.

Rifugio Urriellu

Si tratta di uno dei più antichi rifugi dei Picos de Europa, che da oltre 60 anni offre diversi servizi ai visitatori. Questo si trova nella parte superiore del Pico Urriellu ed è stato condizionato dalle autorità delle Asturie che sono i proprietari del luogo, ha i servizi necessari per trascorrere la notte e godere del paesaggio offerto dal Mar Cantabrico.

Rifugio Collado Jermoso

Uno dei rifugi dei Picos de Europa con la migliore vista panoramica, grazie alla sua posizione a 2.064 m. di altitudine da dove si può osservare l’alta montagna di Leon. All’interno si potrà accedere con tamponi di gomma per riposare dalle dure scarpe da montagna, contemplare il paesaggio delle cime in terrazza mentre si gode l’alba o il tramonto con un vino delizioso e per ottenere un meritato riposo, si potrà andare alle vicine montagne conosciute come El Llambrión di 2.642 m. di altezza, La Palanca con 2.614 m. di altezza e El Friero con un’altezza di 2.554 m.

RIfugio Jou de los Cabrones

Il suo nome è dovuto al coraggio degli uomini che sono riusciti ad arrivarci, poiché è il rifugio più difficile da raggiungere, essendo alto 2.034 metri e naturalmente non ha più lusso, ha solo quello che è necessario per i viaggiatori per passare la notte e il riposo. Senza dubbio potrete godere di bellissimi paesaggi dalle enormi vette e dall’immensità delle montagne circostanti. E’ considerato il secondo più alto di tutto il paese.

Rifugio La Terenosa

Un luogo di soggiorno ideale e ben conosciuto dai turisti che attraversano i Picos. La sua posizione permette di vedere le nuvole nascoste nelle incantevoli valli e tramonti. Si tratta di un rifugio pittoresco formato da capanne di bestiame vicino alla strada che porta a Pico Urriellu dal Massiccio Centrale a 1.300 m. Un fatto importante per il turista è che il rifugio è aperto tutto l’anno.

Rifugio della Vega de Ario

Per arrivarci dovrete fare un’escursione di 3 ore dal lago Ercina ed è l’ideale per riposare e continuare a salire fino alla cima del Jultayu dove potrete accedere a paesaggi incredibili. Anche se non si vuole continuare la strada si può godere dei bellissimi panorami offerti dalla posizione di questo luogo, nel Massiccio Occidentale a 1.630 m. di altezza. Un fatto importante per i turisti è che questo non è disponibile da maggio a ottobre.
 

Raccomandazioni per il soggiorno nei rifugi dei Picos de Europa

E ‘molto importante prendere contatto con il rifugio in anticipo, in modo da poter essere sicuri che saranno attivi nel suo servizio durante il periodo dell’anno in cui si intende viaggiare. Potrai anche assicurarti che ci sia posto per te e per coloro che ti accompagnano.
Se questa è la prima volta che avete preso questi percorsi, allora è meglio comunicare con il rifugio vicino al luogo in cui intendete arrivare, in modo da poter essere informati della situazione meteo e naturalmente avrete la posizione esatta per arrivare in caso di eventuali disagi che potrebbero sorgere durante il tour.
Su diversi siti web è possibile trovare i dettagli di contatto di molti più rifugi e la loro posizione.