Percorso del Cammino dell'Argento - Salamanca

Informazioni su Salamanca

Salamanca è una bella città situata in Castilla y León attraverso la quale passa il Camino de la Vía de la Plata. È conosciuta per essere una delle più belle città universitarie del paese, con la sua atmosfera giovane e vivace. Ha un centro storico che incanta qualsiasi visitatore, un patrimonio architettonico indimenticabile e una cultura gastronomica da assaporare.

Cosa vedere e fare a Salamanca

Il convento di Las Dueñas

Iniziamo con il patrimonio religioso essenziale di Salamanca con questo convento di Las Dueñas. Dalla sua fondazione nel 1419, le monache di questo luogo hanno dedicato tutta la loro vita alla preghiera, allo studio e al lavoro. Il bel chiostro che possiede dimostra ampiamente questa vita di ritiro e offre una bellezza estetica impressionante.

Convento di Dueñas - Salamanca

La Plaza Mayor

La Playa Mayor è una delle visite più importanti quando si passa per questa bella città, poiché è una delle piazze più belle del paese e uno dei monumenti barocchi fondamentali dell’architettura peninsulare. Ha l’aspetto di una tipica piazza castigliana ed è un tradizionale punto d’incontro per gli abitanti di Salamanca. È stato dichiarato Monumento Nazionale dal 1935 grazie alla sua decorazione, le sue proporzioni impeccabili e la sua armonia, superiore a tutte quelle del suo tempo.

Plaza Mayor - Salamanca

La chiesa di San Benito

La chiesa parrocchiale di San Benito fu fondata intorno al 1104 nell’antica chiesa romanica. Questo interessante tempio è legato alla nobiltà di Salamanca e fu riformato nel 1506 da Maldonado y Acevedo. All’interno si può contemplare il pantheon principale di questa famiglia. Gli stemmi dei loro cognomi si trovano sulla facciata e sui contrafforti dell’esterno.

La casa delle conchiglie

È uno dei palazzi più popolari di Salamanca ed è un eccellente esempio di architettura gotica civile spagnola. Fu costruita negli ultimi anni del XV e nei primi anni del XVI secolo, sotto l’ordine di Don Rodrigo Arias Maldonado, un personaggio legato ai Re Cattolici e cavaliere dell’Ordine di Santiago. Ecco perché le conchiglie sono la principale decorazione della facciata. Le cantine della casa furono convertite in stanze dove gli studenti dell’Università pagavano le punizioni imposte dal Maestro-Scuola. Oggi questo spazio ospita una biblioteca pubblica e una sala d’esposizione, quindi si possono anche visitare.

Casa de las Conchas - Salamancas

La chiesa di San Marcos

Questo tempio fu costruito accanto alle nuove mura della città nel 1178. Si trova vicino alla Puerta de Zamora, nel quartiere castigliano. La sua immagine esterna non è molto usuale, dato che ha una pianta circolare e anche il suo interno non lascia indifferenti. La chiesa ha un interno con tre absidi e tre navate come se fosse un edificio basilicale. Nel 1968, durante il restauro della chiesa, sono stati trovati alcuni dipinti murali del XIV secolo, una tavola d’altare romanica che era nascosta dietro una pala d’altare e il Cristo gotico che attualmente presiede l’altare principale.

Chiesa di San Marcos - Salamanca

L’Università di Salamanca

Se qualcosa identifica la città di Salamanca sia nella sua atmosfera che nella sua estetica, è la presenza della sua università, fondamentale per capire l’essenza di questa città. Fu fondata come studio intorno all’anno 1218 per decisione del re di León Alfonso IX. Più tardi fu confermata ufficialmente come Università nella Magna Carta concessa da Alfonso X nel 1254.

Il suo periodo di maggiore importanza ebbe luogo nei secoli XV e XVI, quando era a capo delle università europee. Attualmente è la più antica università della Spagna. L’aula di Fray Luis de León, i rilievi sulla scala del chiostro e la biblioteca sono alcuni dei punti forti del suo interno. Quest’ultimo fu fondato nel 1254 da Alfonso X il Saggio e conserva numerosi manoscritti e incunaboli di grande valore.

Università - Salamanca

Le cattedrali

La Cattedrale Vecchia e la Cattedrale Nuova costituiscono un insieme storico-artistico di grande importanza a Salamanca. Quando si entra nella Vecchia Cattedrale si intraprende un viaggio nel passato, questo tempio romanico fa rivivere uno spirito antico e medievale. La sua costruzione iniziò intorno all’anno 1509, nel contesto di una società in guerra dove il valore di bandiera è quello del santo guerriero. Quando divenne troppo piccola verso la fine del XV secolo, fu presa in considerazione la creazione di una nuova. Così, nel 1513 iniziò la costruzione della Nuova Cattedrale, una delle ultime cattedrali gotiche del paese. Questo edificio religioso è in grado di riflettere diversi stili architettonici. Oggi è ancora l’edificio più grande e più alto della città.

Cattedrali - Salamanca

www.aytosalamanca.es

Mapa de Salamanca