Informazione

Iniziate la vostra avventura con una tappa dal chilometraggio abbordabile, con molti saliscendi e terreni diversi: dal terreno urbano di Malpica, passando per le strade sterrate della Ermita de San Adrián, fino a raggiungere i tipici sentieri dei pescatori, a volte stretti e delimitato dalle torri della spiaggia di Niñóns; in alcuni tratti è necessario fare attenzione e si consiglia di camminare in fila indiana. Troverete spiagge, scogliere, foreste, piccoli luoghi abitati e vari ruscelli e sorgenti, e naturalmente, fari. Prendetevela comoda, perché la seconda metà della tappa è un po’ impegnativa.

Carta geografica

Iniziamo questa tappa al porto del villaggio di pescatori di Malpica de Bergantiños, capitale del comune (in galiziano, concello) dello stesso nome e della regione di Bergantiños, sulla strada per Niñóns Beach. Città di grande tradizione di pesca, il suo porto è famoso per la pesca delle balene.

Dal faro del porto iniziamo la nostra avventura. Uscendo dal porto troviamo le prime indicazioni che guideranno i nostri passi, che ci porteranno per le vie centrali del centro città fino a raggiungere il Paseo Marítimo e le spiagge di Area Maior e Canido. Da lì possiamo intuire il sentiero che ci porterà all’Eremo di San Adrián passando per la spiaggia di Seaia e le fontane di Navenllos e Los Romeros (attenzione, la prima provoca l’influenza, la seconda cura le verruche!)

Passando l’eremo arriviamo al Capo di San Adriano, da dove ammiriamo le favolose Isole Sisargas, con il faro dell’Isola Sisarga Grande. Continuiamo lungo i sentieri dei pescatori, che ne troveremo molti lungo questo Cammino, così come lungo le prime scogliere fino a raggiungere la spiaggia di Beo. Proseguiamo e ci aspetta la spiaggia di Seiruga che, come al solito, ci costringerà a toglierci le scarpe e ad arrotolare i pantaloni per attraversare il piccolo torrente che vi scorre: questa è una via vivace e divertente.

Continuiamo verso Barizo, con una nuova spiaggia, e qui inizia la parte più dura di questa tappa.

Una breve salita ci porta a un brevissimo tratto di asfalto che porta al Puerto de Barizo, e qui ci arrampicheremo (quasi), preparandoci a raggiungere il IlMonte Punta Nariga e il Faro di Punta Nariga, il più moderno del percorso (1998) e progettato dal famoso architetto César Portelacon molto lavoro sulla “Costa da Morte”. Assicuratevi di osservare l’ambiente, le rocce hanno forme molto particolari e potete anche trovare dei petroglifi, quei segni e incisioni nella roccia opera di antichi abitanti della zona.

Continuiamo ancora un po’ per raggiungere la fine della tappa, la spiaggia di Niñóns, ma prima di arrivarci ci sono una serie di ruscelli di acqua molto fresca che cadono in mare. Una volta sulla spiaggia, una volta finita la tappa, bisogna tener conto che questo è un posto che difficilmente ha copertura cellulare.

Da prendere in considerazione.

Il Cammino dei Fari è molto di più di quanto si possa immaginare con i primi chilometri che si trovano in questa tappa, e quando la si finisce ci si rende conto di cosa sia questo fantastico percorso. Troverete alcune fontane con acqua potabile e ruscelli. Da Malpica, la copertura cellulare a volte brilla per la sua assenza, in questo caso anche alla fine della tappa di Playa de Niñóns. Ci sono alcuni bar e ristoranti lungo la strada, ma di solito sono chiusi in bassa stagione.

Luoghi di interesse.

  • Punto di vista “Atalaia” di Malpica (vicino al percorso).
  • Casa del Pescador de Malpica (sul percorso).
  • Eremo di San Adrián (sul percorso).
  • Pazo e torri di Mens (fuori dal percorso, di proprietà privata, non aperto ai visitatori).
  • Petroglifi di Punta Nariga (sul percorso).
  • Spiagge e fari (sul percorso).

Gastronomia.

  • Pesce.
  • Frutti di mare.
  • Brodo galiziano.
  • Trippa.
  • Agnello.

Fotografie

Ostelli

Città

Malpica de Bergantiños

Municipio: Malpica de Bergantiños

Provincia: A Coruña

Habitantes: 5.352