Come sapete, la Galizia è molto costiera, con il Mar Cantabrico a nord e l’Oceano Atlantico a ovest. Secondo l’INE, ha circa 1498 chilometri di costa divisi tra le sue tre province con costa, cioè Lugo, A Coruña e Pontevedra, essendo la prima regione della Spagna in questo senso. Inoltre, questo litorale differenzia le Rías Altas, da Ribadeo a Finisterre, e le Rías Baixas, da Finisterre a A Guarda. Oltre ai dolci estuari, in Galizia troverete scogliere selvagge e, naturalmente, alcune delle migliori e più favolose spiagge.

In questo articolo vi consiglieremo le migliori spiagge della Galizia, molte delle quali vi offriranno più di una buona nuotata. Per questa selezione, che non è facile, viaggeremo da nord a sud.

Spiaggia Las Catedrales (Ribadeo, Lugo)

Il suo vero nome è Playa de Augas Santas, ma per la sua caratteristica morfologia, che ricorda gli archi e le navate di una cattedrale, è conosciuta come Playa de las Catedrales, la migliore della regione di A Mariña lucense. Una vera opera d’arte, infatti è stata dichiarata Monumento Naturale ed è un Sito di Interesse Comunitario. Situata subito dopo l’entrata in Galizia dalle Asturie, affacciata sul Mar Cantabrico, si trova a circa 10 chilometri da Ribadeo La città e la capitale del comune a cui appartiene nella provincia di Lugo, e una delle principali città della La Via del Nord. Questa spiaggia è uno dei luoghi più visitati in Galizia, e infatti in alta stagione, a causa del grande afflusso di turisti è necessario prenotare, gratuitamente, se si desidera visitare. Devi farlo, e in questo link potete scoprire come, ma assicuratevi che la marea sia bassa, altrimenti non lo apprezzerete come merita.

Spiaggia Las Catedrais

Spiaggia di Covas (Viveiro, Lugo)

Questa è una spiaggia urbana, molto vicina al centro della città di Viveiro, capitale del comune della provincia di Lugo a cui appartiene. Con circa 1,5 chilometri di sabbia fine e a forma di conchiglia, in alta stagione ha un sacco di turisti. Diverse forme rocciose punteggiano la sua entrata nell’estuario del Viveiro, chiamate “castelos” (castelli in galiziano), dove un tempo Diverse navi naufragarono; il più famoso fu il caso della Fragata Magdalena, che nel 1810 soccombette a una forte tempesta e morirono un padre e un figlio dell’equipaggio, e da allora la Marina proibì a due membri della stessa famiglia di viaggiare sulla stessa nave.

Spiaggia di covas

Spiaggia di A Frouxeira (Valdoviño, A Coruña)

Nella città e capitale comunale di Valdoviño Ferrolterra e la provincia di A Coruña, si trova questa favolosa zona sabbiosa di 3,5 chilometri. La spiaggia di A Frouxeira è un’area naturale protetta, con la sua laguna omonima di grande importanza ornitologica. È anche una mecca del surf, dato che vi si svolgono campionati nazionali e anche internazionali. Infatti, nel centro della città si può visitare l’unico museo dedicato esclusivamente al surf in Spagna, il Museo del Surf dell’Oceano.

spiaggia di frouxeira

Playas del Trece (Camariñas, A Coruña)

Non possiamo mancare in questo elenco alcune delle spiagge della Costa da Morte, e ci rimane il favoloso insieme che compongono il Playas del Trece appartenente al comune di Camariñas nel Percorso dei fari. Un ambiente naturale praticamente incontaminato, di fronte all’Oceano Atlantico, tra le dune di Monte Branco e il cimitero inglese e Punta do Boi, dove tra vari naufragi, mette in evidenza l’incrociatore britannico HMS Serpent nel 1890. Un ambiente protetto e una natura selvaggia, dove puoi scegliere qualsiasi angolo perché sarai sicuramente solo nelle sue spiagge di sabbia.

Spiaggia del tredicesimo, a Camariñas

Spiaggia di Carnota (Carnota, A Coruña)

Con i suoi 7 chilometri di sabbia, è considerato uno dei più lunghi della Galizia. Situato nel villaggio bucolico di Carnota, capitale del comune omonimo nella provincia di A Coruña, ha la forma di una mezza luna ed è interrotta solo da un ruscello che porta al mare. Area protetta di grande valore ambientale, a nord è racchiusa dalla grande massa granitica del Monte Pindo, l’Olimpo Celtico, che è seguito dalle famose cascate di Ézaro. Nel villaggio di Carnota, dopo il bagno, si può godere di un aperitivo e apprezzare uno degli hórreos più lunghi della Galizia.

Spiaggia Carnota

Spiaggia di Baroña (Porto do Son, A Coruña)

Con una lunghezza di circa 500 metri, questa spiaggia, conosciuta anche come Area Longa, si trova nel municipio di Porto do Son, un piccolo villaggio di pescatori nella provincia di A Coruña. Con onde moderate e non troppo affollato, vi si possono trovare nudisti. È chiuso alla sua estremità nord dal favoloso Castro de Baroña, un insediamento castreño su una penisola e in ottimo stato di conservazione. Vicino alla spiaggia c’è un parcheggio e servizi di bar e ristoranti.

Spiaggia di Baroña

Spiaggia di A Lanzada (O Grove, Pontevedra)

Questa spiaggia sabbiosa di quasi tre chilometri è regolare nell’ottenere la bandiera blu. Vicino alla città di O Grove, capitale del comune omonimo nella provincia di Pontevedra, è una delle spiagge più famose della Galizia, con eccezionali viste panoramiche in una zona protetta. Qui si possono praticare sport acquatici e conoscere la storia della zona, dato che nella sua estremità meridionale si possono visitare la Torre, il Castro e l’Eremo di Nuestra Señora de A Lanzada, che vi racconteranno leggende senza tempo.

Spiaggia di Lanzada

Spiaggia di Rodas (Isole Cíes, Pontevedra)

Forse una delle migliori spiagge della Spagna e dell’Europa, quando la visiterete capirete perché la chiamano “i Caraibi”. Parte del comune di Vigo, in provincia di Pontevedra, questa spiaggia si trova nelle Isole Cíes, che fanno parte del Parco Naturale delle Isole Atlantiche, all’uscita dell’estuario di Vigo e si affaccia sull’immenso Oceano Atlantico. La spiaggia, con una lunghezza di più di un chilometro, unisce due delle isole, Monteagudo a nord e Faro a sud. Per accedervi è necessario prenotare un posto in questo link e poi prenotare il traghetto che può essere preso in diversi porti della Ría de Vigo. La zona offre servizi di base come un bar e un ristorante, e si può arricchire la visita con brevi sentieri escursionistici circondati dal mare e persino fare immersioni subacquee, per le quali è necessario richiedere l’autorizzazione qui. Senza dubbio, una delle principali destinazioni turistiche della Galizia.

La spiaggia di Rodas

In conclusione, spiagge di qualità, da godere, rispettare e proteggere.

Una caratteristica delle più di 700 spiagge della Galizia è il poco sovraffollamento e l’eccessivo sviluppo che si può trovare nei loro dintorni, con poche eccezioni. Inoltre, nel 2020, la Galizia ha registrato un totale di 107 spiagge con bandiera blu, che certifica la qualità delle sue acque, spiagge e servizi. Inoltre, come abbiamo visto, molti di essi sono ecosistemi protetti di grande importanza ornitologica. Pertanto, è compito di tutti rispettarli e prendersene cura.

In questo articolo vi abbiamo presentato alcuni di loro, e ce ne sono ancora molti altri. Venite a fare un tuffo con noi?