“Io, Hemann Künig von Vach, voglio, con l’aiuto di Dio, fare un piccolo libro che si chiamerà Il Cammino di Santiago. In esso voglio descrivere strade e sentieri e come ciascuno dei fratelli di Santiago deve procurarsi cibo e bevande, e voglio anche menzionare i reati dei tavernieri”.

La guida della via Künig

Così inizia la guida in versi che il monaco tedesco dell’Ordine dei Servi di Maria (conosciuti come i Serviti) della città tedesca di Vacha, Hermann Künig, scrivendo in tedesco alla fine del XV secolo, raccontava il suo pellegrinaggio a Santiago de Compostela, con il suo viaggio di ritorno dalla Germania. Questo viaggio, noto come la Via Künig, è stato tradotto nella guida pubblicato a Lipsia per la prima volta nel 1495 e che si rivelò un grande successo, in quanto era pubblicato altre quattro volte, quando la stampa era agli inizi.

Statue di Hermann Künig