Guardando indietro alla nostra esperienza di pellegrinaggio, ci rallegriamo e siamo entusiasti di ricordare il giugno 2019, quando abbiamo avuto l’opportunità di incontrare Patrick Gray y Justin Skeesuck. Sono due pellegrini americani, due amici di una vita, responsabile del progetto “Ti spingo io (“Ti spingo io”), un’iniziativa con un componente solidale e inclusiva molto importanteperché con esso intendono che i pellegrini con mobilità ridotta e diverse malattie possono percorrere il Camino de Santiago..

Ci sono riusciti? Sì, controlla qui! Per di più, stanno per farlo di nuovo, cosa che festeggiamo insieme a loro. Noi crediamo che la vostra iniziativa ha un grande valore umano, un grande valore pellegrino, e noi vogliamo aiutarvi e rendervi ancora più consapevoli.e noi vogliamo aiutarli e farli conoscere ancora meglio. questo progetto solidale e inclusivo, “Ti spingo io”..

Todos los viajes para hacer el Camino de Santiago con tu perro
Ver

Il nostro caffè online con Patrick e Justin.

Nelle ultime settimane siamo stati in contatto con Patrick e Justin e ha chiesto loro un’intervista sul loro progetto, “Ti spingo io“progetto, sapendo che torneranno al Camino de Santiago nel prossimo Anno Santo 2022.. Affascinanti come sempre, hanno gentilmente accettato di rispondere alle nostre domande, e siamo lieti di raccontarvi come è andata.

Come è nato questo progetto?

Io e Justin siamo stati amici per tutta la vita. Quando eravamo bambini, andavamo sempre in bicicletta, costruivamo fortini e passavamo il tempo all’aperto. Poi, quando Justin ha iniziato ad avere i sintomi della sua malattia, abbiamo dovuto cambiare gradualmente le nostre aspettative su ciò che potevamo e non potevamo fare. All’inizio era impercettibile, ma alla fine Justin non poteva più camminare o usare le mani.

Nonostante molti anni di vita su una sedia a rotelle, non abbiamo mai smesso di viaggiare e di cercare la prossima avventura. Ma a volte queste avventure ti trovano.

L’inizio del nostro Camino è stato molto inaspettato.

Tutto è iniziato quando Justin ha visto uno speciale di Rick Steeves incentrato sulla Spagna. L’episodio è finito con alcune informazioni sul Camino de Santiago e Justin ha pensato: “Mi chiedo se posso farlo sulla mia sedia a rotelle”.

Qualche settimana dopo, sono andato a trovarlo e, insieme alla sua famiglia, abbiamo guardato l’episodio. Quando ha finito, si è girato verso di me e mi ha chiesto: “Vuoi attraversare 500 miglia di Spagna settentrionale con me?”.

“Ti spingo io”, fu la mia risposta.

Ci siamo proposti di fare ciò che nessun altro aveva fatto in quel momento: viaggiare da Saint Jean a Pied-de-Port a Santiago de Compostela in sedia a rotelle nel giugno 2014.

Qual è lo scopo di I’ll Push You?

In origine, non c’era un obiettivo, solo due amici che affrontavano l’impossibile. Ma dopo il nostro ritorno dalla Spagna, la gente ha cominciato a chiederci di condividere la nostra storia. Questo portò presto a ulteriori viaggi negli Stati Uniti per tenere conferenze su questa esperienza.

Molte persone hanno fame di speranza e cercano disperatamente il bene nel mondo. A volte hanno bisogno di un promemoria che inizia con l’entrare nella storia di qualcun altro ed essere la speranza che stanno cercando.

Ora, tutto quello che facciamo è incentrato su come possiamo essere speranza e forza per gli altri. I nostri sforzi più recenti sono i nostri Cammini Accessibili dove portiamo persone con disabilità o a mobilità limitata negli ultimi 100 chilometri del Camino.

Patrick e Justin I'll push you

Come è stato accolto il progetto? E ora?

I percorsi accessibili sono stati un grande successo. Abbiamo fatto il nostro primo trail nel 2019 e i posti si sono esauriti molto rapidamente. Quando le persone scoprono di avere l’opportunità di realizzare il sogno di qualcun altro, sono pronte a partecipare.

Nonostante la pandemia di COVID, le restrizioni di viaggio e le molteplici cancellazioni, siamo al completo per il 2022 e le persone sono già in lista d’attesa per il 2023.

Oltre al Cammino di Santiago, cos’altro fate?

Il nostro viaggio in sedia a rotelle ci ha portato a molte cose nuove. Negli ultimi anni, abbiamo parlato a conferenze ed eventi in tutto il mondo condividendo la nostra storia. Il nostro obiettivo è quello di sfidare gli altri a vedere oltre i loro limiti percepiti.

Molti pellegrini dell'iniziativa I'll Push You in piazza Obradoiro

Abbiamo anche scritto diversi libri best-seller e il Camino ha prodotto un premiato documentario I’ll Push You.

Tu e Justin avete percorso il Camino da Saint Jean a Pied-de-Portgiusto? Quale zona della Spagna è stata la più complicata e perché?

Infatti, partiamo da Saint Jean a Pied-de-Port e camminiamo/passiamo lungo la Route Napoléon. Mentre c’erano molte sezioni difficili, il fango e l’arrampicata del primo giorno sono stati sicuramente i più impegnativi.

Tornerai al Camino de Santiago nel 2022? Su quali percorsi possiamo trovarti?

Nel 2022, faremo due percorsi accessibili. Dall’11 al 19 giugno percorreremo il Cammino Francese e dal 22 al 30 giugno il Cammino Portoghese.

Tutti possono partecipare al progetto?

Chiunque può iscriversi, ma sia i volontari che coloro che hanno bisogno di aiuto devono soddisfare determinati criteri.

I volontari devono essere fisicamente in grado di spingere e tirare una sedia a rotelle. Anche se diamo il benvenuto a tutti, devono essere in grado di contribuire alla natura fisica di questi viaggi.

Coloro che hanno bisogno di assistenza dovrebbero essere in grado di viaggiare autonomamente o portare con sé qualcuno che li aiuti nelle loro attività quotidiane. Se qualcuno ha bisogno di aiuto per fare la doccia, vestirsi, ecc., dovrebbe portare qualcuno che lo aiuti in queste necessità.

I membri del gruppo I'll Push You

Non accettiamo persone fragili dal punto di vista medico, che hanno bisogno di ossigeno o che non sono in grado di usare una sedia a rotelle manuale.

Per aiutare a prevenire gli infortuni, puntiamo a un rapporto di 5:1 di aiutanti per coloro che hanno bisogno di assistenza. Questo significa che abbiamo bisogno di un bel po’ di aiutanti e possiamo prendere persone con tutti i tipi di disabilità.

Gli sponsor passati hanno incluso persone con lesioni del midollo spinale, sclerosi multipla, malattie autoimmuni, artrite grave, problemi di vista e paralisi cerebrale.

Come e dove possiamo sapere di più su di te?

Per ulteriori informazioni sui nostri percorsi accessibili, visitate accessiblecamino.com. Per maggiori informazioni sul film, visitate illpushyou.com Se vuoi che Justin e Patrick parlino al tuo prossimo evento, o conoscere i loro libri, corsi online, ecc. visita pushinc.us.

Solicita tu presupuesto para el Camino de Santiago
Contactar

Un progetto solidale e inclusivo.

Come potete vedere, sono molto seri. Questi pellegrini molto umani, che abbiamo avuto l’opportunità di conoscere di persona, offrono un’esperienza molto gratificante a tutti quei pellegrini con difficoltà a fare il Camino de Santiago. L’umanità, la compagnia, lo sforzo e il sacrificio senza aspettarsi nulla in cambio sono i valori che sono alla base di questo progetto, e la gioia che riescono a provocare nei partecipanti è molto emozionante.

Quest’anno, come avete potuto leggere, torneranno in due occasioni, attraverso Il Cammino Francese di Santiago e il Cammino Portoghese di Santiago. Loro, come noi, intendono rendere il Camino de Santiago più facile Li aspetteremo nella Plaza del Obradoiro, per accompagnarli, congratularci con loro ed emozionarci con loro.

Buon Cammino, Patrick e Justin!