Santiago, la piccola capitale galiziana, è una destinazione turistica che pochi concorrenti possono eguagliare in termini di varietà, vita e qualità turistica. Dalle sue risorse culturali e naturali alla sua ricca gastronomia e alle tradizioni ancestrali, Santiago è riuscita a diventare una delle mete turistiche più apprezzate dai suoi visitatori. Non invano, la Galizia è la quarta comunità autonoma con il maggior numero di Q per la qualità turistica. Più precisamente, Santiago ha venti stabilimenti che hanno ricevuto questo riconoscimento. A questo dobbiamo aggiungere centocinquantanove con il distintivo Impegno per la Qualità Turistica. E questa è la sintesi del successo di questa destinazione, l’alta qualità con un’offerta sempre più variegata per soddisfare qualsiasi tipo di turista.

La qualità storica

Come principale risorsa culturale, Santiago offre senza dubbio la sua monumentale cattedrale romanica (con successive riforme barocche) visitata ogni anno da migliaia di pellegrini che percorrono tutte le varianti della sua spettacolare strada. Il centro storico offre una moltitudine di edifici storici circondati da strade che ci riportano indietro nel tempo. Tutto questo in uno spazio facile da percorrere. A distanze piacevoli che ci permettono di percorrere le sue vie storiche e di deliziarci con ogni dettaglio.


 

Gastronomia. La sua qualità e quantità.

La sua gastronomia è una squisita attrazione per ogni viaggiatore che passa per la città. La vicinanza alla costa atlantica fa sì che questa destinazione abbia una vasta gamma di frutti di mare e pesce fresco di altissima qualità. I frutti di mare si possono gustare cotti, alla griglia, in deliziose empanadas galiziane, piatti di riso e in molti altri modi. Preferibilmente questi piatti sono accompagnati da un albariño locale in ristoranti emblematici come El Mercadito.
Il gustoso e tenero polpo alla galiziana non può mancare in nessuna degustazione gastronomica, così popolare e diffuso in tutta la geografia spagnola ma raramente paragonabile a quello preparato a Santiago e, più precisamente, nella pulpería Fuentes, modesta nelle sue strutture ma molto apprezzata dalla popolazione locale e spesso trascurata dai turisti. Particolare attenzione deve essere prestata anche ai deliziosi formaggi che arrivano a Santiago dai paesi vicini, tra cui il formaggio San Simón, il formaggio tetilla e il già citato formaggio Arzúa-Ulloa. Come una ciliegina sulla torta, non possiamo non assaggiare la deliziosa torta Santiago fatta con mandorle, uova, zucchero, burro e cannella. I migliori alleati saranno i liquori e le vinacce della Galizia. Sono alcuni dei posti di migliori qualità di Santiago.

L’ambiente.

L’ambiente naturale di Santiago è un altro tesoro da esplorare. La vicinanza ai fiumi Ulla e Tambre, il suo rilievo irregolare e la vicinanza alla costa, la collocano al centro per la pratica di diverse attività come le immersioni, il termalismo, la discesa dei fiumi, la pesca e molto altro ancora.
In termini di infrastrutture alberghiere, Santiago ha più di 120 strutture alberghiere. Tra questi ci sono i piccoli alberghi di charme del centro storico o i nuovi alberghi costruiti da rinomate catene alberghiere. La città è ben collegata da autostrade che collegano con tutti i capoluoghi di provincia e strade secondarie di nuova costruzione per visitare le città vicine. La città dispone di un efficiente servizio di autobus urbani e intercomunali, taxi, stazione ferroviaria e aeroporto.

Infine, l’offerta di servizi turistici sarà sempre disponibile per il turista. In città ci sono numerose associazioni di guide che rendono il nostro soggiorno a Santiago non solo monumentale, ma anche più significativo. Ci sono anche aziende che si dedicano allo sviluppo di percorsi nella natura e allo sviluppo di una moltitudine di attività all’aria aperta. Completan così l’ampia offerta di una destinazione invidiata dalla concorrenza.