GITE SCOLASTICHE: VIA PORTOGHUESE DA TUI

Nell’ottica del “impara facendo” e della convinzione che attualmente l’istruzione non è limitata alle scuole, Il Cammino de Santiago offre molteplici possibilità educative. Un pretesto per mobilitare gli studenti e ampliare le loro competenze all’interno di una proposta educativa interdisciplinare, cooperativa, coeducativa e rispettosa dell’ambiente.

Arrivo a Tui

In questo primo giorno di arrivo a Tui, il luogo da cui inizierà il vostro viaggio, gli studenti cominceranno a condividere le prime esperienze di gruppo. Ci sarà un piccolo incontro di benvenuto in cui gli insegnanti e/o i monitor spiegheranno agli studenti come sarà la dinamica del viaggio durante la settimana. Durante l’incontro saranno distribuite anche le credenziali e i doni per commemorare l’esperienza.

Dopo l’incontro ci sarà il tempo per fare una breve visita a Tui e visitare i suoi principali punti di interesse del patrimonio, prima di andare a letto per riposare e iniziare con forza la prima tappa il giorno successivo.

Tui – O Porriño

Dificultad BassoTiempo estimado 5hDistancia18,75 Km

Ogni giorno, prima di iniziare a camminare, monitor e insegnanti daranno agli studenti le informazioni rilevanti sullo stage.

Questa prima tappa si caratterizza per la sua scorrevolezza e comodità, alternando strade asfaltate e strade che seguono il corso del fiume Louro. Si consiglia di prendere il tratto tra il comune di Tui e O Porriño lungo il percorso alternativo dello spazio naturale di As Gándaras e il fiume Louro, per evitare l’itinerario originale che attraversa una zona industriale.

Una volta arrivati a O Porriño, oltre a tutti i servizi per i pellegrini, è possibile visitare il Municipio, la Fonte do Cristo, il Metro de Madrid Templete e la Botica Nova, tra gli altri, e condividere le riflessioni di gruppo su questa prima tappa del percorso.

*Il percorso intrapreso in questa fase è perfetto per affrontare con gli studenti le tematiche ambientali legate alla conservazione ambientale degli ambienti fluviali e le problematiche economiche legate all’attività secondaria o industriale, a parte il tema del patrimonio, che sarà presente lungo tutto il Cammino.

O Porriño – Arcade

Dificultad MedioTiempo estimado 5h 30’Distancia23 Km

In questa tappa si alterneranno tratti asfaltati con sentieri, passando per luoghi boschivi con vegetazione autoctona e straniera. In alcune sezioni troverete passaggi con grandi pietre che vi aiuteranno a salvare i corsi d’acqua, sono le famose corredoiras gallegas. In questo modo si raggiunge Redondela, importante villaggio di pescatori situato nel mezzo dell’estuario di Vigo, conosciuto come “villa de los viaductos” (villaggio di viadotti) per i numerosi ponti che lo caratterizzano. Redondela, vale la pena fermarsi a visitare e contemplare la vista panoramica dell’estuario di Vigo, la chiesa parrocchiale di Cedeira, il convento di Vilavella e il museo di Meirande. Dopo poco più di 5 chilometri di cammino si arriva a destinazione, Arcade, la capitale per eccellenza delle ostriche in Galizia.

*In questa fase un buon argomento da trattare con gli studenti sarà la produzione di molluschi in batea nell’estuario di Vigo. L’importante lavoro di produzione primaria che si sviluppa in questo estuario e l’inquinamento ad esso associato.

Arcade – Pontevedra

Dificultad BassoTiempo estimado 3hDistancia12 Km

Lasciatevi alle spalle Arcade e iniziate la tappa attraversando uno dei ponti più importanti della Galizia a livello storico, Ponte Sampaio. Si tratta di un colossale ponte di pietra che attraversa il fiume Verdugo e nel quale, durante la Guerra d’Indipendenza, fu combattuta una battaglia che significò il ritiro delle truppe francesi in Galizia. Dopo aver attraversato il ponte callejeis si attraversano villaggi, pazos, hórreos e cruceiros fino a raggiungere la Brea Vella da Canicouva, un suggestivo percorso di grandi lastre lungo il quale passava la XIX strada romana.

Già a Pontevedra ci sarà tempo per riposare e scoprire la città. Per molti, Pontevedra è una delle città più belle della Galizia, e non da ultimo, basta passeggiare per le sue strade e piazze acciottolate per rendersi conto del fascino speciale che nasconde. Dopo Santiago de Compostela, Pontevedra è il luogo di questo itinerario con il maggior numero di elementi del patrimonio. Si possono visitare, tra l’altro, le rovine di Santo Domingo nel Museo Provinciale di Pontevedra, la Basilica Reale di Santa María la Mayor e il simbolo della città: la chiesa della Peregrina.

*È un palcoscenico perfetto per affrontare temi storici sulla moltitudine di eventi storici che si sono svolti nel corso degli anni nell’estuario di Vigo, in particolare nell’isola di San Simón, e a Ponte Sampaio.

Pontevedra – Caldas de Reis

Dificultad BassoTiempo estimado 5h 30’Distancia22 Km

Dopo aver attraversato il fiume Lérez, il Cammino parte da Pontevedra dalla Rúa da Santiña, da dove si arriva all’osservatorio del Padule di Alba, una grande zona umida di 80 ettari che ospita centinaia di specie vegetali e 123 specie di uccelli. Il percorso si snoda su strade dove convergono una moltitudine di incroci e passaggi a livello, per cui bisogna fare molta attenzione. Una volta arrivati a Briallos, vi consigliamo di fare una deviazione di mezzo chilometro per visitare le Cascate di Barosa, un luogo naturale di straordinaria bellezza, con un bel salto di sessanta metri e quattordici mulini disposti lungo le cascate. Alla fine della tappa, Caldas de Reis, l’acqua continuerà ad essere protagonista, essendo una delle più importanti ville termali della Galizia.

Luogo che risale alla preistoria, Caldas de Reis è oggi un luogo ampiamente visitato per le proprietà mediche delle sue acque termali. Infatti, una delle principali attrazioni della città è la via d’acqua, un percorso circolare lungo 9 km in cui si possono vedere cascate e spazi naturali bagnati dall’acqua. Per quanto riguarda il patrimonio architettonico, spiccano le chiese di Santa María de Caldas, Santo Tomás e San Andrés de César. E, naturalmente, una visita al Parco del Giardino Botanico, dichiarato Sito Pittoresco e Giardino Storico, è d’obbligo.

*In questa fase, approfittando della visita all’orto botanico, un buon argomento di discussione con gli studenti sarà la vegetazione autoctona e alloctona, riferendosi alle piantagioni di eucalipto come mezzo economico di produzione di legname e all’impatto ambientale che questo crea nei suoli per le specie autoctone della vegetazione atlantica.

Caldas de Reis – Padrón

Dificultad BassoTiempo estimado 4h 30’Distancia18,5 Km

Dopo aver lasciato il villaggio termale di Caldas, in questa tappa si entra nella valle di Bermaña seguendo il percorso attraverso i suoi boschi di alberi centenari, querceti, campi di mais e croci. Dopo una leggera salita si raggiunge Santa Mariña de Carracedo, un villaggio composto da una chiesa, una canonica e un granaio. Proseguirete verso Padrón, attraversando boschi profondi con mulini ad acqua e lasciandovi alle spalle piccoli villaggi fino a Pontecesures. Dopo aver attraversato il ponte di origine romana, a pochi chilometri di distanza si trova la fine della tappa, Padrón, il luogo dove si fermò la nave che guidò il corpo dell’apostolo Santiago, città famosa in tutta la Spagna per i suoi deliziosi peperoni, e per personaggi letterari galiziani importanti come Camilo José Cela o Rosalía de Castro.

A Padrón, bisogna fermarsi a visitare il famoso Pedrón, nella chiesa di Santiago, che secondo la leggenda serviva per ormeggiare la barca che trasportava l’Apostolo fino al luogo.

*Questa tappa sarà perfetta per affrontare il tema della leggenda della Traslatio e per conoscere un po’ il movimento culturale letterario galiziano dal Museo Rosalía de Castro.

Padrón – Santiago de Compostela

Dificultad BassoTiempo estimado 6hDistancia24,5 Km

Oggi farete l’ultima tappa, quindi vi consigliamo di partire presto per approfittare della giornata a Compostela. Durante questa fase troverete un’alta densità di aree urbanizzate, che confermano che state raggiungendo il traguardo. La parte più notevole di questa tappa, oltre alla Cattedrale di Santiago, è la bella collegiata di Iria Flavia, considerata la prima cattedrale della Galizia ai suoi inizi e che attualmente detiene il titolo di seconda cattedrale di Santiago de Compostela. Nel suo cimitero, sotto un ulivo, si trova l’umile tomba di Camilo José Cela. Il percorso continua attraverso i comuni di Teo e Ames fino all’ingresso a Santiago de Compostela attraverso la parte meridionale della città e l’arrivo nella tanto attesa Plaza del Obradoiro.

Man mano che ci si avvicina alla città, le vesciche, le lesioni, la fatica, ecc. spariranno fino a scomparire completamente nel momento più magico di tutta la strada: l’ingresso della Plaza del Obradoiro. Abbracci, lacrime, gioia per l’arrivo e tristezza per la fine, un momento unico che rimarrà impresso nella memoria di tutti per sempre. Quindi goditela.

Dopo aver abbracciato l’Apostolo, non dimenticate di ritirare le vostre Compostele presso l’Ufficio del Pellegrino dopo aver consegnato le credenziali che avete timbrato lungo il Cammino. Questo è il Diploma dello sforzo, meritato da tutti.

Infine, potrete approfittare del pomeriggio per passeggiare nel maestoso centro storico e godervi l’ultimo giorno da pellegrini.

After hugging the Apostle, don’t forget to pick up your Compostelas at the Pilgrim’s Office after handing over the credentials that you have been stamping all along the Way. This is the Diploma of effort, deserved by all.

Finally, you can take advantage of the afternoon to walk through the majestic old town and enjoy your last day as pilgrims.

Santiago de Compostela

Una giornata di addii, la fine di una strada e l’inizio di molti, è quello che diciamo sempre ai nostri pellegrini. Oggi ragazze e ragazzi sorgeranno con un’altra strada nella loro vita; ma non una strada di chilometri, ma una strada di esperienze. Un modo in cui hanno raccolto emozioni e sentimenti ad ogni passo che hanno fatto, un modo che li ha invitati a fermarsi e vedere tutto ciò che passa inosservato nella loro vita quotidiana; e ha insegnato loro a vedere cosa può essere migliorato, a riflettere e ad essere persone migliori. Un percorso che sarà proiettato nella loro vita e che darà loro l’opportunità di continuare a camminare liberi verso i propri obiettivi.

*Dopo aver lasciato l’alloggio, fine dei nostri servizi.

QUESTO VIAGGIO COMPRENDE

  • 8 Giorni / 7 notti di allogio
  • Trasporto badagli tra le tappe
  • Documentazione completa
  • Credenziale (Passaporto del Pelllegrino in regalo)
  • Assicurazione di viaggio
  • Cappesante e maglietta dal camino in regalo
  • Guia accompagnatore 24 ore
  • Un insegnante gratuito per ogni 20 studenti
  • Mezza pensione.
  • Notte extra a Santiago: 20 €/pax
  • Supplemento 7 picnic: 55 €/pax
  • Supplemento 7 pasti: 82 €/pax
  • Guia accompagnatore 24 ore: consultare i prezzi
  • Trasporto dalla scuola: consultare i prezzi

PRICE

  • 350 € pax private shelters

ALLOGGIO:

La nostra sistemazione sarà in rifugi privati . Questo tipo di alloggio consiste in stanze condivise organizzate da letti a castello (camere da 8 a 20 persone). I bagni e le docce sono divisi per sesso e hanno aree comuni come cucina, lavanderia o spazi di incontro per conferenze e attività

Albergues privadosRifugi Privati 350 €

*  Tutti gli alloggi sono della migliore qualità, accuratamente selezionati dopo anni di esperienza e approvati dai nostri clienti. Loro ci forniscono federe.

H O T E L

Accommodation in Private Shelters

The rooms are arranged in bunk beds, from 8 to 10 people approximately. The mattresses are of good quality, blankets and disposable cushions are provided.  The bathrooms and showers are divided by gender and the facilities are equipped with kitchen, laundry, leisure rooms, etc. It has the perfect facilities to rest.

Alojamiento en Albergues Privados

Los Albergues privados, gozan de unas instalaciones perfectas para descansar. Las habitaciones suelen estar organizadas en literas de 8 a 10 plazas aproximadamente (dependiendo del albergue), los colchones son de buena calidad, y además nos proporcionan fundas, almohadas desechables, así como mantas si las necesitamos. Los baños y duchas se encuentran divididos por sexos y sus instalaciones cuentan con cocinas equipadas, lavandería, salas de ocio, etc.