Tineo Asturias Via Primitiva

Informazioni su Tineo

Nel cuore delle Asturie occidentali troviamo l’affascinante villaggio di Tineo. Una città che si distingue per i suoi paesaggi, i suoi villaggi, le sue tradizioni e la sua gente che costituiscono un patrimonio di grande valore.

Una città con una lunga storia, già importante durante l’epoca dell’Impero Romano, ma che acquistò il suo massimo splendore quando nel 1222 Alfonso IX le concesse la Carta Municipale, stabilendola come tappa obbligatoria del Cammino Primitivo.

La costruzione di un castello medievale, un monastero francescano e un ospedale per pellegrini “Mater Christi”, oggi scomparso, senza dimenticare la cappella di San Roque, sono la prova dell’importanza di questo paese sul Cammino di Santiago di Compostela.

Cosa vedere e fare a Tineo

Edificio del Municipio

L’attuale municipio si trova in un edificio dell’inizio del XIX secolo, che è stato ristrutturato nel XX secolo, aggiungendo il portico e i dettagli decorativi della facciata.

Prima il luogo delle riunioni del consiglio era nel convento di San Francisco, ma il tempo ha reso necessario un luogo e un edificio più appropriato, così è stata acquistata una casa con fienile nel centro della città. La prima sessione municipale si tenne nel 1835.

Municipio Tineo Primitive Way

Quartiere di Cimadevilla

Nei dintorni di Cimadevilla si conserva l’atmosfera rurale e zootecnica dell’antico Tineo, sempre di vitale importanza. Questo quartiere, come Fondos de Villa, era essenzialmente composto da gente di campagnaQuesto è dimostrato dalla tipologia delle loro case, normalmente basse e con corridoi al piano superiore e con ingresso diretto sulla strada, una stalla su un lato, e gli annessi essenziali per la conservazione del cibo come granai e panieri.

Cimadevilla quartiere Tineo

Strada principale

La strada principale era l’asse urbano più importante della città durante l’epoca medievale e rinascimentale. Oggi si trovano le rovine dell’ospedale dei pellegrini “Mater Christi”, un ospedale per poveri, mendicanti, camminanti e pellegrini, legato all’Ordine del Tempio. La distruzione dell’occupazione francese e lo smantellamento di Mendizábal posero fine a tutto ciò. Durante i primi decenni del 20° secolo, servì da palcoscenico per una compagnia teatrale locale.

Palazzo di Los García de Tineo

Il Palazzo di Los García è la costruzione civile più notevole della città, restaurato anni fa e convertito in Casa Municipale della Cultura, era una delle case nobili più importanti del comune, proprietaria di poteri, privilegi e di un ampio patrimonio rurale.

Il nucleo originale del palazzo è una torre rotonda medievale con strette feritoie situate nell’angolo nord-est, della fine del XII o dell’inizio del XIII secolo. La facciata iniziò ad essere costruita a metà del XIV secolo, questo è il simbolo architettonico della città di Tineo, e più tardi furono aggiunti diversi elementi decorativi, da cui la combinazione di diversi stili architettonici.

Palazzo della famiglia García Tineo

Chiesa di San Pietro

Si trova nel monastero scomparso di San Francisco. Una leggenda attribuisce la fondazione di questo convento a San Francesco stesso durante il suo pellegrinaggio a Santiago, anche se sembra che sia stato effettivamente fondato dall’Ordine del Tempio e governato dai francescani a partire dal XIII secolo. Questo convento ebbe un ruolo importante nella vita della città e promosse la cultura con cattedre di latino, filosofia e teologia, ma anche lo splendore passato.

Chiesa di San Pedro Tineo

Plaza de las Campas

In questo luogo c’era una fortezza di origine medievale, con un muro che si estendeva dalla chiesa del cimitero fino all’attuale piazza di El Fontán. Fu distrutta per facilitare l’ampliamento della città e nel 1912 l’ultima torre fu demolita.

Fu in questa piazza che il 27 giugno 1899 ebbe luogo l’ultima esecuzione pubblica per garrotta vile della storia spagnola. L’imputato, Rafael González Gancedo, residente a La Azorera, è stato condannato per la morte di sua moglie e suo figlio. Questo caso ha ispirato per anni numerosi distici da fiera cantati da ciechi e trovatori itineranti.

Palazzo di Meras

Costruito nel 1525, è uno dei migliori esempi di architettura civile palaziale del XVI secolo nelle Asturie. Dopo il restauro dell’edificio, conservando il suo aspetto originale, attualmente ospita un hotel e il Museo di Antichità Valentín Alba.

Palazzo di Merás Tineo

Paseo de los Frailes

Così chiamato perché è il luogo dove i frati camminavano verso il campo di San Roque, fa parte del percorso del Cammino di Santiago nel suo cammino verso la città di Tineo. Si distingue per i suoi meravigliosi panorami e i suoi alberi antichi.

Su di essa si trova la meridiana del pellegrino con un’iscrizione che recita: “VIATOR HORAM ASPICE ET ABI VIAM TUAM” (Viandante guarda l’ora e segui il tuo cammino).

Paseo de los Frailes Tineo

Cappella di San Roque e Fontana delle Muse

Nel mezzo del percorso giacobino. Fu costruita nel XIV secolo quando i pellegrini francesi resero popolare l’immagine del santo accompagnato da un cane, la leggenda vuole che sia stato il santo a costruirla.

Accanto c’è la fontana delle Muse, con acqua di buona qualità e fresca tutto l’anno, poiché proviene dalle nevi invernali delle montagne.

Cappella di San Roque Tineo

Bowling San Roque

Il Bowling Celtico di Tineo è sempre stato lo sport autoctono di questa zona. La sua pratica e il suo hobby sono sempre stati legati alla vita quotidiana degli abitanti di Tineo. Le piste da bowling si trovavano, nella loro maggioranza, vicino alle chiese, approfittando dell’uscita della messa per fare una partita tra amici. In questa modalità, si distingue soprattutto per il suo grande numero di pin, un record non solo nelle modalità e giochi di Spagna, ma anche in Europa.

Bowling di San Roque Tineo

Gastronomia

Per conoscere la gastronomia di Tineo, bisogna semplicemente provarla. La città ha una grande tradizione di salsicce e salumi di grande qualità. Squisiti sono anche i piatti derivati dal maiale e i dolci e le pentole tradizionali asturiane a cui qui danno il loro tocco personale.

www.tineo.es

Mapa de Tineo