Villafranca del Bierzo • Conoscere il suo impressionante patrimonio architettonico

castillo

Dopo aver attraversato la regione vinicola di León, si raggiunge un incantevole borgo medievale, dominato da una fortezza feudale ancora abitata, che porta il nome di Villafranca del Bierzo. Questo luogo situato nella regione del Bierzo, nella provincia di León, comunità autonoma di Castilla y León, ha un numero importante di attrazioni da offrire.

Durante il tuo soggiorno a Villafranca del Bierzo devi visitare la chiesa romanica di Santiago per vedere la Puerta del Perdón, passeggiare per le strade e cercare la casa del Grande Inquisitore Tomás de Torquemada, esplorare il sito archeologico più famoso della zona, conosciuto come Las Médulas, tra le altre varie attività che siamo sicuri che adorerai e ricorderai il resto della tua vita.

A seguire vi faremo un breve tour delle principali attività da vedere e fare a Villafranca. Inoltre, vi informeremo della migliore offerta nei posti dove mangiare e riposare. Continua a leggere questo articolo preparato per aiutarti a goderti il tuo Cammino di Santiago.

 

Cosa vedere e fare a Villafranca del Bierzo?

Una volta entrati in questo paese, si deve andare al Castello di Villafranca del Bierzo, un palazzo cinquecentesco in muratura. Ha una pianta quadrangolare con quattro torri circolari agli angoli. La storia ci dice che questo spettacolare edificio fu la residenza dei marchesi di Villafranca, il che spiega perché non ha un aspetto difensivo. Attualmente, una parte dell’edificio è abitata dalla 51a generazione della famiglia del compositore Cristóbal Halffter e non è aperta al pubblico.

Di fronte al castello si trova la Chiesa di Santiago, importante tempio romanico del XII secolo con rilevanza all’interno del percorso giacobeo. La sua Porta del Perdono, incorniciata da quattro archivolti in belle colonne con capitelli, è il luogo dove i pellegrini che non possono continuare il cammino fino alla fine possono raggiungere gli stessi benefici spirituali come se fossero arrivati a Compostela.

La Plaza Mayor segna l’inizio del centro della città e da essa si osserva in un luogo elevato la Chiesa del Convento di San Francisco, che si ritiene abbia fondato il santo di Assisi. Questa chiesa è un edificio romanico del XIII secolo con una testa gotica del XV secolo e ha un soffitto a cassettoni mudéjar del XV secolo.

L’edificio del Municipio di Villafranca, invece, risale alla metà dell’Ottocento e ospita un teatro costruito nel 1905.

 

 

La Calle del Agua è un’arteria che attraversa quasi da un capo all’altro del centro città. I suoi edifici principali sono il Rinascimento e il Barocco. Palazzi e case con balconi e inferriate quando si cammina lungo questa strada. Di tutti questi edifici si evidenziano il palazzo di stile barocco Torquemada, coronato da ariosi padiglioni, l’adiacente casa moresca, risalente al XV secolo, e il palazzo dell’Alvarez de Toledo, che può essere identificato dal suo doppio stemma.

Da visitare anche il convento di San José del XVII secolo, dove si trova la tomba che racconta la casa natale del romanziere Enrique Gil y Carrasco e alcune lastre di pietra con versi di poeti locali. E il convento degli Anunciados, costruito nel XVII secolo in un antico ospedale per i pellegrini. Questo luogo conserva una collezione di 30 dipinti di eremiti di inizio Seicento del pittore fiammingo Paul Bril. All’interno della chiesa di questo convento si trova il corpo di San Lorenzo de Briondis, custodito in un sepolcro gotico.

 

 

Uno dei monumenti più visitati del luogo è la Collegiata di Santa Maria, in quanto è uno degli edifici più imponenti e spettacolari del luogo. Costruita tra il XVI e il XVII secolo sui resti di un monastero cluniacense dell’XI secolo, questa costruzione è un misto di stile tardo gotico, rinascimentale e barocco. Qui si trovano due cappelle laterali, quella del Rosario e quella della Santissima Trinità, dove spicca l’altare maggiore, neoclassico e dedicato all’Assunzione della Vergine. La Collegiata di Santa Maria è stata dichiarata Bene di Interesse Culturale nella categoria dei Monumenti.

Nel centro del paese si trova la chiesa di San Nicolás del Real, che si distingue per le sue grandi dimensioni, il suo aspetto severo di vestigia rinascimentali e la sua decorazione barocca. Questa casa fu fondata come scuola gesuita agli inizi del XVII secolo e attualmente ospita il Museo di Scienze Naturali ed Etnografiche per la cui visita è necessario contattare l’Ufficio del Turismo. Il Museo raccoglie diverse collezioni di tassidermia, malacologia, mineralogia e strumenti legati alla distillazione del liquore.

Come se non bastasse a Villafranca potrete apprezzare anche un cipresso di oltre 400 anni catalogato come albero monumentale della Spagna.

 

 

Dove mangiare?

Poiché questa è una città importante sulla rotta giacobina e ha anche importanti attrazioni turistiche, l’offerta culinaria è abbondante. Ecco alcuni dei più importanti.

El Padrino

Qui troverete del buon cibo e un sacco di razioni. La maggior parte dei visitatori assicura che il trattamento è eccellente, così come il rapporto qualità/prezzo.

La Parada del Peregrino Alegre

Molto vicino all’ostello comunale dei pellegrini, un menu popolare per i pellegrini è offerto qui per circa 10 euro. Gli importi sono generosi e il trattamento prima di tutto.

El Bendito

Questo posto è molto ben valutato dai suoi visitatori. Tutti dicono di aver ricevuto un’ottima attenzione, il cibo è eccellente, così come i loro vini e il posto è accogliente e piacevole.

 

 

Dove posso dormire?

Come le opzioni alimentari, trovare un buon posto per riposare a Villafranca non sarà difficile.

Albergue Villafranca del Bierzo

Qui troverete 62 posti senza riscaldamento o aria condizionata. Le camere sono dotate di bagno, cucina, sala da pranzo, bar, ristorante, prese di corrente, accesso internet, bancomat, cassetta di pronto soccorso, lavanderia e telefono pubblico.

Albergue La Piedra

Ha un totale di 16 posti per passare la notte, che in inverno hanno il riscaldamento, ma non l’aria condizionata. Qui troverete bagni, docce calde, cucina, sala da pranzo, bar, ristorante, supermercato, macchina del caffè, kit di pronto soccorso, lavanderia e telefono pubblico.

Parador Villafranca de Bierzo

Questo è un parador a 3 stelle situato nel Bierzo. Molto ben qualificato dai suoi visitatori.

 

Come arrivare a Villafranca del Bierzo?

Il modo più semplice per raggiungere Villafranca è attraverso l’autostrada A-6, che collega Madrid con A Coruña.

Si può viaggiare in autobus o in treno. Dalla stazione degli autobus di Villafranca del Bierzo troverete collegamenti con il capoluogo e la provincia di León, così come con altri capoluoghi di provincia.

La stazione ferroviaria più vicina è la stazione ferroviaria di media e lunga distanza di Ponferrada, a 18 chilometri da Villafranca.

Puntúa el Articulo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *