Merida Via Plata

Informazioni su Merida

Mérida è la città ideale per fare un viaggio indietro nel tempo e immergersi nell’antico impero romano. Questo luogo di incomparabile fascino storico si trova nella provincia di Badajoz e ha la tranquillità di una piccola città tranquilla con belle strade e piazze incantevoli. Il suo patrimonio storico-artistico è unico, tanto che il suo teatro romano è ancora funzionante dopo 2.000 anni di esistenza. Offre un’esperienza unica al viaggiatore che può essere magicamente trasportato indietro nel tempo e vivere un sogno durante il suo soggiorno.

Cosa vedere e fare a Merida

L’acquedotto dei miracoli

Il colossale acquedotto fa parte di una grande conduzione idraulica ed è colloquialmente conosciuto come Los Milagros (I Miracoli) per la sua affascinante conservazione nonostante il passare del tempo. Per la sua costruzione sono stati utilizzati vari materiali come mattoni, bugnato, muratura e roccia naturale. Ha archi semicircolari rinforzati da archi di diverse altezze e la costruzione ha aree che arrivano fino a 25 metri di altezza. È di grande bellezza e offre uno dei paesaggi più diversi che si possano trovare.

Acquedotto di Merida

Il teatro romano

L’essenziale teatro romano di Merida fu costruito tra il 16 e il 15 a.C., quando la colonia fu promossa a capitale provinciale della Lusitania. Questo edificio è straordinario per molte ragioni: infatti, gli stessi romani non erano particolarmente amanti del teatro e tuttavia costruirono un recinto per le rappresentazioni teatrali in questa villa speciale. Ha una capacità di 3 mila persone sedute ed è stato costruito sulla collina di San Albín, che favorisce particolarmente la sua acustica. Dietro il muro frontale del palco c’è un grande giardino porticato chiuso da muri con nicchie. Questi erano decorati con statue di membri della famiglia imperiale. Si tratta di un’eredità unica che è un must della città di Mérida.

Teatro Merida

L’Alcazaba araba

Il patrimonio di Merida non finisce nel mondo romano e fa un viaggio attraverso diverse civiltà, infatti, questo edificio mostra resti romani, visigoti e arabi. È una fortezza quadrata costruita da Abderramán II per prevenire gli attacchi, costruita con conci di granito e mura con ridotte quadrate. In epoca medievale subì alcune modifiche per utilizzarlo come convento e come residenza. Nella piazza d’armi rimane ancora la cisterna romana con volta a botte, situata accanto al fiume in modo che l’acqua filtri continuamente.

Alcazaba Merida

Il Museo Nazionale di Arte Romana

Questo museo si trova molto vicino al Teatro Romano ed è opera del prestigioso architetto Rafael Moneo, aperto nel 1986. Al suo interno, come non potrebbe essere altrimenti, ospita pezzi della civiltà romana il cui passaggio era così essenziale per capire la città di Merida. Provengono principalmente dal Teatro e dalla Casa Romana e sono una collezione di monete, pezzi di ceramica o vetro, così come opere artistiche come dipinti e sculture. Una fermata molto interessante per capire l’essenza di questo villaggio e la storia della civiltà.

L’anfiteatro romano

L’anfiteatro romano di Mérida ha una natura diversa ed è più conforme ai tempi antichi, poiché Vi si svolgevano combattimenti tra gladiatori. Fu inaugurato nell’anno 8 a.C. e si trova accanto al teatro, approfittando della collina di San Albin, che hanno usato così tanto in questa epoca gloriosa. Un fossato cruciforme può essere visto nel centro dell’arena.

Anfiteatro Merida

Il tempio romano di Diana

Questo tempio della dea è una costruzione impressionante di grandi dimensioni, si intuisce che potrebbe essere stato il più grande dell’antica Merida in epoca romana o, almeno, uno dei più imponenti della sua epoca. Si tratta di un edificio rettangolare circondato da colonne, elevato su una base. Presenta la classica immagine che ogni viaggiatore può avere sugli edifici di quello e si dice che in passato presentava anche un giardino con uno stagno intorno. Nel XVI secolo, la struttura di questo tempio fu usata come base per la costruzione di un palazzo per il conte di Corbos.

L’acquedotto di San Lazaro

L’acquedotto di San Lazzaro era uno di quelli responsabili della fornitura di acqua a Merida in epoca romana. Si conservano tre pilastri molto robusti di un intero edificio che era lungo più di un chilometro. I pilastri sono uniti da due archi di pietra che corrispondono al piano inferiore delle arcate, formato da undici voussoirs e presenta un altro spettacolo interessante da contemplare in questa città piena di bellezza storica.

La casa del Mitreo

La Casa del Mitreo è una casa costruita alla fine del I secolo e all’inizio del II secolo d.C. fuori dalle mura della città e senza restrizioni per la sua crescita, di grande interesse per i visitatori curiosi di Merida. Gli studi sullo stile della sua costruzione mostrano che i proprietari erano membri importanti della società emeritense, formati nella cultura ellenistica. Presenta tre bei cortili e la struttura di un’abitazione. Le pareti erano intonacate e decorate con dipinti e in una delle stanze c’è ancora un mosaico del Cosmo. Rappresenta un gruppo colorato di figure umane che ispirano i diversi componenti dell’universo. È di grande bellezza architettonica e artistica.

www.merida.es

Mapa de Merida