Questa bellissima isola situata a Vizcaya è chiamata “castello di roccia” o “fortezza di Rocadragón”. La prima denominazione è dovuta al vero nome, tradotto. In basco, “gaztelu” significa castello e “aitz” significa roccia. Il secondo nome, con cui probabilmente già conoscete questo sito, è quello che ha ricevuto il posto nella sua comparsa nella settima stagione della serie Game of Thrones. Oggi vi mostriamo i luoghi di San Juan de Gaztelugatxe. 

Quieres hacer el camino de santiago y no sabes por donde empezar

È un’isola arroccata sul mare, eretta su un complesso roccioso di grandi dimensioni. E’ piena di colori contrastanti: il verde del muschio, il grigio delle pietre e, naturalmente, il bianco della schiuma delle onde che colpiscono l’isola. Se vuoi sapere come ci si sente ad essere un principe o una principessa, se vuoi viaggiare indietro nel tempo fino al Medioevo: unisciti a noi.

 Dacci la mano…

Chiudete gli occhi e provate a sentire il suono delle onde che si infrangono contro le rocce e poi la leggera discesa dalla schiuma, ascoltate i gabbiani, provate ad annusare il sale impregnato anno dopo anno….. Questo è ciò che sentirete non appena entrerete a San Juan de Gaztelugatxe. E come potresti non sentirti in viaggio verso un’altra epoca se questo ambiente ti avvolge?

Quando si lascia l’auto, si avrà circa un’ora di viaggio (per andare e tornare) quindi si consiglia di rilassarsi e godere di questa breve esperienza, ma estremamente magica. Dalla terraferma, troverete un ponte in pietra a due archi costruito dall’uomo. Dietro di essa, vedrete immediatamente uno stretto corridoio di 241 gradini che corre a zigzag da un lato all’altro. Si deve seguire questo sentiero per raggiungere l’isola, dove si trova una cappella con una campana nel frontone. La leggenda narra che se suonate il campanello tre volte e poi esprimete un desiderio, esso sarà esaudito.

La chiesa di San Juan de Gaztelugatxe

Questa chiesa non è l’originale perché ha dovuto essere ricostruita più volte a causa di battaglie e incendi. Il primo fu costruito nel IX secolo e tre secoli dopo divenne un convento. Nel XIV secolo, i frati che vi abitavano decisero di lasciare il sito e di portare con sé tutti gli oggetti di valore.

Più tardi, nel Medioevo, fu utilizzato per la sua posizione strategica per proteggere “El señorío de Vizcaya” di Alfonso XI. Quando questa battaglia fu finalmente vinta, passarono molti anni, ma gli eventi epici continuarono ad accadere. Da un lato, corsari e pirati si impadronirono dell’isola, gettando in mare il custode di questo eremo. D’altra parte, l’Inquisizione ha condotto la caccia alle streghe in questa zona e si dice che abbia rinchiuso queste donne nelle grotte di Gaztelugatxe.

Infine la chiesa fu demolita e ricostruita nel 1886, ma diversi incendi la distrussero. Nel 1980 è stato costruito l’edificio che vediamo oggi. Purtroppo, tutti gli oggetti di valore che erano all’interno in quel momento sono stati gettati in mare. La leggenda narra che San Giovanni Battista la visitò e la raggiunse con soli tre passi. Si può vedere uno all’Arco de San Juan a Bermeo e l’ultimo sui gradini della scala che conduce all’eremo.

Altri dati importanti di San Juan de Gaztelugatxe

Una cosa da tenere a mente è che la visita è completamente gratuita, ma a causa della massività delle persone che vengono qui da quando la registrazione di Game of Thrones ha stabilito un metodo. Devi prendere i biglietti per fare il tour. Inoltre, se si passa di qui vogliamo raccomandare un’altra sosta molto speciale che siamo certi completerà il vostro viaggio alla perfezione.

Si tratta di Urdabai, un’area naturale dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO nel 1984. Al suo epicentro si trova il fiume Oka, che nasce sul Monte Oiz. Con le sue spettacolari paludi di incommensurabile bellezza sarete affascinati. È inoltre possibile visitare la grande varietà di uccelli che vivono qui: falco pescatore, spatola, tarabuso …. Per questo si può contare sulla visita al Centro Urdabai Bird Center. Inoltre, questo sito ha diverse spiagge paradisiache, punti di vista, isole e affioramenti e, naturalmente, monumenti. Questo piccolo villaggio e altri come Elatxobe o Mundaka sono davvero luoghi in cui fermarsi per conoscere e divertirsi.

Caratterizzato dalla sua storia di corsari, pirati, tesori, grotte e persino pitture rupestri, i boschi magici sono luoghi dove la magia ti assorbe completamente e ti permette che il viaggio che stai compiendo sia una completa liquidazione. Uscire dalla realtà e immergersi nella storia, lasciarsi affascinare sono momenti di valore che il cuore non dimentica mai e che la mente apprezza. Vi invitiamo vivamente a visitare questi meravigliosi villaggi. Si possono visitare anche le città medievali di Gernika e Gerrikaitz, che, oltre ad essere parte della storia e dell’arte spagnola, ospita molte storie di pellegrini sul Cammino di Santiago di Compostela.