Le Isole Cíes, un tesoro nell’estuario di Vigo. Situato nella provincia di Pontevedra, nel nord-ovest della penisola iberica, fa parte del Rías Bajas galiziano, in Spagna. Appartengono al Parco Nazionale Marittimo Terrestre delle isole atlantiche della Galizia insieme alle isole di Ons, Sálvora e Cortegada, e formano una barriera naturale tra l’estuario e il mare. L’arcipelago è costituito da tre isole principali: Monteagudo o Nord, Montefaro, unite alle prime dalla sabbia di Rodi e San Martiño o Sud.

Un ambiente naturale, ricco di spiagge paradisiache, la ricchezza di fauna e flora e i suoi incredibili paesaggi, fanno di questo luogo un’importante enclave culturale e naturale. Dobbiamo anche dire che oltre a parlare di Cíes come natura pura offrono un buon esempio di patrimonio culturale: rovine di monasteri, castros, saline e magazzini dei carabineiros.

Un’enclave paradisiaca a 50 minuti da Vigo. Le Isole Cíes hanno qualcosa di speciale, un paesaggio unico, una pace che ti affascina e anche una delle migliori spiagge del mondo. Una destinazione ideale se state progettando una fuga dopo aver completato il Cammino di Santiago di Francia.

Se con tutto questo non siete convinti di conoscere questo piccolo paradiso situato in Spagna, allora vi daremo tutti i dettagli sulle Isole Cíes che vi faranno non pensare di più e vi faranno venire a visitarle.

COME ARRIVARCI?

All’inizio di questo post abbiamo parlato di dove si trovano, quindi prenderemo come riferimento la città di Vigo. Anche se sono associati a questa città, è possibile arrivare da altri porti come Baiona o Cangas, ma il percorso più breve è da Vigo.
Come posso raggiungere le isole Cíes? Per andare alle Isole Cíes è possibile solo in barca, ci sono tre opzioni: viaggiare con una delle imbarcazioni per il trasporto passeggeri che partono da Vigo e Cangas, noleggiare un’escursione organizzata o richiedere un permesso per ancorare sull’isola e andarci con la propria barca. Queste tre opzioni sono possibili durante l’estate, durante la bassa stagione che si svolge nei mesi più freddi dell’anno è possibile recarsi alle Isole Cíes solo con un viaggio organizzato con l’espressa autorizzazione del direttore del Parco Naturale. Con questi traghetti è possibile raggiungere direttamente le isole di Monte Agudo e O Faro. La terza isola, San Martiño, è raggiungibile solo in barca privata, che è anche l’unico modo per accedere all’arcipelago tutto l’anno.
Si tratta di un parco nazionale e dopo la saturazione subita nel 2017, ci sono più restrizioni turistiche da visitare. L’accesso è limitato a 2200 persone al giorno, quindi è consigliabile prenotare il permesso in anticipo prima di decidere di partire. La Xunta de Galicia ha creato un sito web specifico per ottenere questo permesso. Possono essere richiesti con un massimo di 45 giorni di anticipo e possono essere ottenuti fino a 25 permessi sulla stessa domanda.  Tutti i permessi sono personali e nominativi, quindi è necessario inserire i nomi delle persone che andranno a visitarlo.

SOGGIORNO IN CÍES. UNA NOTTE IN PARADISO

La maggior parte delle persone che visitano l’isola, lo fanno nello stesso giorno e ritornano. Ma se volete dormire lì e svegliarvi guardando il sorgere del sole circondato dalla natura e da spiagge di sabbia fine e acqua cristallina, dimenticate gli hotel.
Si può dormire solo nelle Isole Cíes nella tenda da campeggio. Se volete vedere il tramonto e l’alba sulle isole, è l’unica opzione possibile. Si consiglia di prenotare in anticipo perché i posti sono limitati.

 
 

COSA SI PUÒ FARE NELL’ISOLA DI CIES?

Parlare di Cíes è parlare di natura, quindi in tutte le attività che facciamo lì, la natura sarà protagonista. Da visitare le sue spiagge di sabbia fine e acqua cristallina, per osservare la sua fauna e flora o per i più avventurosi e attivi, fare alcuni dei loro percorsi escursionistici.
Se vogliamo fare tutte queste attività, un giorno potrebbe non essere sufficiente e si consiglia di prenotare due o tre giorni per poter godere al massimo.

SPIAGGE

Le Isole Cíes hanno nove spiagge di sabbia bianca e fine e acque cristalline che permettono di godere della tranquillità e della bellezza dei suoi paesaggi. Enclavi naturali dove il viaggiatore può isolarsi dal mondo e trovare una pace incomparabile. Rodi, Figueiras e San Martiño sono le spiagge più grandi, ma ci sono numerose insenature come Areíña, Bolos, Cantareira, Margaridas, Muxieiro e Nosa Señora de Carracido, dove possiamo anche fuggire e perderci. Non puoi andartene da lì senza aver visitato i più importanti.
Spiaggia di Rodas
La spiaggia più visitata della Galizia e considerata dal quotidiano britannico “The Guardian” la migliore al mondo per le sue acque di quel turchese così caratteristico, la sua sabbia bianca e fine e le foreste che finiscono per raggiungere le sabbie della spiaggia. E’ la spiaggia più grande e importante dell’arcipelago e le sue condizioni e servizi la rendono ideale per trascorrere la giornata con la famiglia.
Spiaggia di Figueiras
La spiaggia di Figueiras, chiamata anche “dei tedeschi”, situata nell’isola di Monteagudo (Nord), è il luogo ideale per il collettivo nudista, l’intimità e la libertà caratterizzano questa spiaggia.   Ha sabbie bianchissime, acqua molto cristallina e offre un paesaggio da sogno.
Spiaggia di San Martiño
Si trova sull’Isola del Sud, e l’accesso è possibile solo in barca privata. Un paesaggio estremamente maestoso con una qualità impressionante di spiagge, acque molto calme e sabbia bianca.

ESCURSIONI

Camminare per le Isole Cíes è il modo migliore per conoscere questo paradiso naturale, integrarsi nell’ambiente, osservare gli uccelli, apprezzare la flora e la fauna e godere delle migliori viste dalle scogliere e dai punti di vista.  Proprio come sul Cammino di Santiago, la natura ci prenderà il sopravvento e ci farà dimenticare tutto.
Percorrendo uno dei quattro itinerari potrete immergervi nell’ambiente e innamorarvi di questo magico angolo di Galizia.
Percorso Monte Faro
Questa è la via più famosa e più lunga di tutte. Il percorso è lungo 7’5 chilometri ed è di media difficoltà a causa dei dislivelli. Dal molo di Rodas partiamo e percorriamo la maggior parte di questo itinerario attraverso l’isola di O Faro fino a raggiungere il faro di Cíes. Quando arriveremo, contempleremo l’impressionante vista che ci danno i suoi due punti di vista, così come i sistemi dunali, il Lago dos Nenos o il Centro di Interpretazione della Natura.
Percorso Alto do Príncipe
L’intero percorso sarà attraversato dall’isola di Monteagudo, da una terra circondata da alberi. La sua lunghezza è molto più corta del percorso precedente, solo 3`5 chilometri. E’ quindi il percorso più breve e ci permette di godere sia della vista che del contrasto significativo dei due lati dell’isola. Lungo il percorso si trovano alcuni punti di interesse come il complesso di dune di Figueira Muxieiro, i resti dell’antico Cuncheiro o la particolare formazione nelle rocce della Cattedra della Regina.
Porta faro percorso del faro
Un punto di vista diverso, l’Isola del Sud. Questo percorso si snoda lungo la costa meridionale dell’isola di Lighthouse Island. Un percorso con una distanza di 5´2 chilometri, di poca difficoltà in cui troveremo O Castro das Hortas.
Percorso di Monteagudo
Equivalente in distanza al percorso do faro da porta, consiste di 5´6 chilometri di distanza. Offre una meravigliosa vista sull’estuario dal Faro do Peito. Da questo stesso punto possiamo vedere l’arcipelago di Ons, Cabo Home o Costa da Vela. Lungo il percorso si incontrano i resti del Vecchio Cuncheiro, la spiaggia di Figueiras o l’Osservatorio Uccelli.

ALTRE ATTIVITÀ

Se ci sentiamo ancora di più, queste isole non smettono mai di sorprenderci e continuano ad offrirci un numero infinito di attività. Tutti diversi e che ci lasceranno un magico ricordo del Cíes.
A causa del suo basso inquinamento luminoso, il parco nazionale è stato selezionato come destinazione starligth, una designazione data ai siti con determinate caratteristiche. E’ possibile effettuare una escursione notturna in gruppi organizzati in cui un monitor ci accompagnerà e ci darà una breve descrizione delle principali costellazioni, pianeti, ecc…..
Non possiamo dimenticare che essendo circondati dall’acqua, non si possono mancare gli sport e le attività acquatiche. Tra questi, il più notevole è l’immersione. Il diving club Illas Atlánticas vi propone di scoprire i fondali del Parco Nazionale. Vivete l’esperienza e immergetevi in acque che ospitano più di 100 specie marine diverse. Ci sono altre attività come lo snorkeling o il kayak, per questo è necessario contattare alcune delle aziende che le offrono.
Un paesaggio da cartolina, la migliore spiaggia del mondo, un parco naturale praticamente intatto, una fuga da sogno, cosa aspetti a visitare le Isole Cíes?