La grotta delle Güixas si trova nella parte occidentale dei Pirenei aragonesi, ai piedi del monte Collarada. Se sei un pellegrino del Cammino di Santiago di Compostela, puoi fare una piccola sosta per visitare questa meraviglia che ti presentiamo oggi nel tratto che collega Villanua a Canfranc. Stiamo parlando di una visita di un’ora e quindici minuti, con un percorso di soli 800 metri. Vi chiederete perché abbiamo considerato essenziale una sosta come una luce di arresto, perché questa raccomandazione…..

 La risposta e’ “magia”.

Quieres hacer el camino de santiago y no sabes por donde empezar

Pellegrinaggio e magia

Sappiamo dal fatto che tutti voi che percorrete il Cammino di Santiago siete viaggiatori innate e la vostra voglia di conoscere nuovi luoghi, persone e soprattutto la storia del terreno su cui state camminando. Siamo anche consapevoli del fatto che amate gli ambienti naturali e di poterli condividere con la vostra famiglia. Abbiamo pensato, che non ci sarà niente come questa grotta per soddisfare tutte queste aspettative che avete sul vostro viaggio. Ecco perché vogliamo raccontarvi la storia di questa meravigliosa grotta piena di vecchi sogni e nuove vite. La grotta delle Güixas.

Viaggio nel passato

E’ noto che la grotta era abitata nel Neolitico da resti che forse vi sono stati rinvenuti: resti ceramici e un frammento di mulino per cereali. Approssimativamente, questa occupazione durò fino al 300 d.C. E fu allora, tra il XV e il XVIII secolo, che la magia prese vita qui. In particolare, erano le streghe che frequentavano la grotta per eseguire i loro rituali di alleanza.

Secondo la leggenda, i “bagni di luna piena” venivano fatti nudi. Questo è stato possibile grazie al camino della cavità sotterranea: attraverso di essa si poteva vedere la luna. Dicono anche che questi bagni erano il segreto della loro giovinezza. Ma non finisce qui: dopo queste signore scintillanti, la grotta era una prigione e un rifugio per i soldati in tempo di guerra.

Forse ora capite meglio il motivo per cui questa incredibile bellezza naturale comprende il magnifico numero di 20.000 visitatori all’anno…

La grotta delle Güixas

È formato da una dissoluzione di roccia calcarea. In altre parole, questa meraviglia naturale ha cominciato a formarsi goccia a goccia a goccia, nel sottosuolo. Il periodo di tempo in cui si trova la sua creazione è durante le glaciazioni quaternarie. Ma non è tutto! Attualmente la grotta è ancora in fase di modifica. Attraverso di esso scorre il letto di un fiume che di solito è asciutto ma scorre durante i periodi di scioglimento del ghiaccio o di forti piogge. E poiché ne parliamo, vogliamo cogliere l’occasione per ricordarvi di tenere conto della tempesta per la vostra visita. Probabilmente non sarai in grado di camminare se piove, quindi dovrai prima chiedere.

Il tour

Si parte dal Centro di interpretazione della natura sotterranea. Durante la vostra visita potrete vedere una quantità impressionante di “sculture naturali” o meglio, forme calcaree come le famose stalattiti, stalagmiti, stalagmiti, coladas o gour. Visitate il famoso e rinomato camino e un altro dei punti di forza della grotta: la Sala della Cattedrale, alta 16 metri. Sia il camino che il soggiorno sono stati realizzati in modo del tutto naturale, proprio come il resto della grotta.

Un’altra grande attrazione che risiede in questa cavità è molto più attiva. Forse avresti potuto prevederlo, viaggiatore. Si tratta di pipistrelli. Diverse specie di cibo insettivoro coesistono. Alcuni vivono qui solo per crescere i figli, mentre altri vivono in modo concreto come rifugio. Le diverse specie che vedrai sono:

  • Pipistrelli a ferro di cavallo: Coloro che si avvolgono con le ali quando riposano appesi.
  • Tappetino per le orecchie del mouse: le sue ali sono piegate vicino al corpo mentre riposa, gli occhi sono piccoli e il muso piatto.
  • Pipistrelli con le orecchie marroni o con le orecchie spezzate: vengono in grotta come rifugio tra marzo e ottobre.
  • Cave bat.

La conservazione di questi animali è molto importante in quanto si tratta di specie in pericolo. Ed è stato grazie a questi abitanti in pericolo di estinzione che la grotta è stata nominata Sito di Interesse Comunitario (SIC) nella rete Natura 2001.

Finalmente…

….ma non meno importante, vogliamo ricordarvi alcuni dettagli molto preziosi per il vostro divertimento. E ‘essenziale che si indossano abiti caldi, come sapete nelle grotte di solito è freddo. Teniamo presente che questo tipo di viaggi e, soprattutto, questo tipo di visite sono fatte con la famiglia e vogliamo che vi prendiate cura dei più piccoli.

Nel perseguire questo obiettivo, dobbiamo esaltare il fatto che questo tour è, secondo tutti, estremamente didattico. Avrete guide specializzate che delizieranno grandi e piccini. Voglio dire, prima di tutto, questa visita è piacevole. Anche il prezzo è molto conveniente e se siete pellegrini, siete di passaggio! Il suono dell’acqua e dei pipistrelli compongono un’atmosfera da sogno, quindi viaggiatore, hai il coraggio di viaggiare?