Via Sant’Olav… Avete mai sentito parlare di questo percorso di pellegrinaggio conosciuto con il nome di un santo norvegese? In caso contrario, qui vi diremo tutto quello che c’è da sapere su questo impressionante pass.

Per alcuni non è un segreto che ci sono due percorsi chiamati Via di Sant’Olav.

C’è il percorso norvegese, che si estende per circa 650 chilometri da Oslo a Tronheim, dove si trovano le spoglie del santo.

Ma c’è anche il percorso spagnolo che menzioneremo solo in questo articolo.

Si tratta di 60 chilometri di percorso che può essere completato in due giorni da Burgos a Covarruvias. Lì apprezzerete piccoli villaggi dal fascino supremo come Cardeñadijo e Quintalara.

È un viaggio pieno di storie molto particolari, come quella della principessa Kristina di Norvegia, che all’età di 28 anni e sul letto di morte, fece promettere al marito, a metà del XIII secolo, di costruire un tempio a Covarrubias in onore di Sant’Olav.

Ebbene, in questo viaggio di 48 ore scopre tutto su questo importante luogo di pellegrinaggio in terra iberica, compreso il motivo per cui l’opera è stata completata solo nel 2011, molti anni dopo quella promessa.

Quali luoghi visitare sulla Via Olav?

Qué lugares visitar en Camino de Olav

La Piazza del Re Ferdinando sarà il punto di partenza di uno degli itinerari più importanti della Castiglia e della Mancia. Si trova molto vicino alla Cattedrale di Burgos, proprio tra il passo del Camino de Santiago, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Passerete vicino all’Arco de Santa María, un luogo di eccezionale bellezza che vale la pena di scattare un paio di foto. Plaza Vega sarà il prossimo luogo da visitare. Proseguirete lungo la via Madrid fino alla Greenway, che vi lascerà finalmente in uno dei villaggi più emblematici della zona: Cardeñadijo.

Non perdete l’occasione di rinfrescarvi con una deliziosa birra in uno dei suoi bar o di fare uno spuntino prima di proseguire lungo questo percorso di media difficoltà.

Qué lugares visitar en Camino de Olav II

Il Cammino di Olav vi permetterà anche di conoscere tre modúbars come quello di La Emparedada, La Cuesta e San Cabrián. Lasciamo i modúbars per arrivare a Los Ausines, che è particolarmente apprezzato per i suoi tre quartieri: San Juan, Quintanilla e Sopeña.

Il passo del fiume Ausin vi permetterà di visitare Revilla de Campo e poi il villaggio di Quintalara, una città di indomita bellezza che si sta sviluppando carbonatazione in mezzo alla natura.

Peñalara, Cubillejo de Lara e Tierra de Lara fanno parte dell’itinerario del Cammino di Olav spagnolo. Scoprite con questa passeggiata quale sia l’importanza dei villaggi di Lara per questa regione e come la letteratura abbia influenzato la civiltà.

Qué lugares visitar en Camino de Olav III

Passeggerete attraverso la foresta e ammirerete la più bella della fauna locale, fino a raggiungere Mambrillas de Lara. Da lì, lungo la strada per Soria, si arriva infine alla Cappella di Sant’Olav a Covarrubias, un luogo che pochi conoscono ma che sicuramente ruberà più di un sussurro.

Dove mangiare?

Sì, come abbiamo già detto, lungo la Via di Sant’Olav in Spagna vedrete piccoli villaggi dove troverete ristoranti per assaggiare la cucina locale. E qui ve ne mostreremo solo alcuni che hanno attirato l’attenzione dei turisti.

Ristorante Tiky

È uno dei più rinomati e popolari della Via di Sant’Olav. È particolarmente apprezzato dai commensali per il suo cibo delizioso, il buon servizio e per garantire al visitatore un’atmosfera armoniosa e ideale. Si trova in Plaza de Doña Urraca, a Covarrubias.

Bar Ristorante El Puente

Menu variegato, cibo delizioso e servizio eccellente. Così descrivono il Bar-Ristorante El Puente, uno dei luoghi dove il condimento e il gusto del cibo non ha eguali. Se fate un rapporto qualità-prezzo, lo inserirete sicuramente nel vostro itinerario dei luoghi da visitare. Si trova anche a Covarrubias, in particolare in via Barbadillos 25.

Bar La Cantinilla

È un posto semplice e caldo. Ideale per degustare il cibo fatto in casa e con molto amore. Lasciate che il vostro palato sia coccolato con piatti squisiti, serviti da personale cordiale che vi farà sentire come a casa vostra. E’ in Calle Ancha, 3, Quintanilla.

Dove dormire?

Il vostro itinerario di viaggio non sarebbe completo se non includeste un elenco di hotel o luoghi di soggiorno. Se non lo sapete, non preoccupatevi, ve ne mostreremo un po’ qui.

Hotel Rey Chindasvinto

Covarribias ha il suo lato medievale e questo hotel si trova proprio lì. È un luogo con una marcata decorazione rustica che lo rende super speciale. Tuttavia, è molto ben conservato e molto confortevole per l’ospite. Dispone di camere confortevoli, TV satellitare, connessione internet gratuita, tra gli altri servizi.

Hotel Doña Sancha

Se c’è una cosa che caratterizza l’Hotel Doña Sancha è che è circondato da giardini e natura ben curati. Infatti, le sue camere, con grandi finestre, hanno balconi con una vista incredibile sulla valle. Non esitate a trascorrere una notte in questo luogo di Covarrubias con servizi di qualità.

Hotel rurale Princesa Kristina

In onore della principessa norvegese che ha fatto promettere al marito la costruzione del tempio di San Olvav, questo hotel nel centro di Covarrubias ha lavorato per garantire un’eccellente attenzione all’ospite. Dispone di camere con riscaldamento, TV a schermo piatto e WiFi gratuito. La colazione è gratuita qui.

Come arrivarci?

Cómo llegar

Per fare il Cammino di Olav in Spagna, la prima raccomandazione è quella di partire da Burgos. E per arrivarci si possono utilizzare diversi mezzi di trasporto come l’auto, il treno, l’aereo o l’autobus. Scegliete quello più adatto a voi, a seconda del luogo di partenza e del vostro budget.

Se viaggiate in aereo, dovete sapere che l’aeroporto locale consente solo voli privati o charter. Ha anche la stazione di Burgos Rosa de Lima che collega in treno con altre città come Madrid.

In auto il viaggio sarà altrettanto sicuro. Se si inizia il viaggio da Madrid si dovrà prendere la N – 1 o l’Autovía del Norte.