Quelli di noi che sono appassionati del Camino de Santiago e che accumulano percorsi giacobini nei nostri stivali sanno che i pellegrini trovano sempre qualcosa di nuovo che li sorprende. Per esempio, chi ti avrebbe detto che in Cantabria esiste un percorso giacobino proprio, indipendente dal Camino del Norte? E se vi dicessi che ha anche un proprio Anno Santo? Proprio così, cari pellegrini. In questo post vogliamo presentarvi uno dei sentieri più magici e nascosti di tutti: il Camino Lebaniego. Continuate a leggere, vi assicuriamo che vale la pena scoprire di più su questo itinerario unico.

Storia del Camino Lebaniego

Forse più che la storia del Camino Lebaniego, quello che dovremmo chiederci è: perché la gente fa il pellegrinaggio a Liébana? Il motivo del pellegrinaggio a questo luogo risiede nel suo monastero, il monastero di Santo Toribio de Liébana. Ciò che rende questo luogo eccezionale è che contiene la più grande reliquia conosciuta del Lignum crucis: “legno della croce”. È il più grande pezzo di legno conosciuto della croce di Cristo. In particolare, il pezzo appartiene al braccio sinistro della croce.

E ora vi starete chiedendo come questa reliquia sia finita nel monastero di Liébana. La storia dice che San Toribio di Astorga era incaricato di proteggere le reliquie di Gesù Cristo a Gerusalemme. Quest’uomo li portò nella penisola iberica, e in particolare il Lignum crucis ad Astorga. Più tardi, a causa dell’invasione musulmana, i cristiani portarono questa reliquia a Liébana per proteggerla da possibili attacchi.

Quando si seppe dell’esistenza di questa reliquia nel monastero di Santo Toribio, i fedeli iniziarono a fare il pellegrinaggio al monastero, formando quello che conosciamo come il Camino Lebaniego.

Vedi tutti i nostri viaggi
Ver