IlCammino Mozarabico verso Santiago de Compostela è un percorso storico. Un percorso che rende omaggio a tutti quei cristiani chiamati Mozarabs che rimasero nei territori di Al-Andalus. Un percorso attraverso diversi paesaggi, passando per oliveti e campi di cereali. Ricorda l’epoca in cui, nonostante la repressione, questi cristiani mantennero la loro fede e devozione, e come prova di ciò oggi (e grazie a varie Associazioni del Cammino di Santiago) sono riusciti a mantenere questo antico percorso. Vuoi conoscerla?

Storia della Via Mozarabica

Nel sud della penisola, come nel nord, sorse la devozione all’apostolo San Giacomo. Questo culto, dopo la scoperta dei resti, ha portato molti pellegrini a mettersi in cammino verso Santiago. Un percorso che veniva utilizzato dai cristiani che vivevano nei territori arabi, essendo una delle vie più antiche per Santiago.

La scoperta dei resti dell’Apostolo portò molti dei cristiani sotto la dominazione musulmana a tentare il pellegrinaggio in Galizia, preservando così la loro fede. Il percorso tracciato per raggiungere il sepolcro era consolidato, soprattutto nei periodi di pace. I mozarabi di Almeria, Granada, Malaga e Jaen seguirono le antiche vie di comunicazione romane, convergendo nell’antica Cordoba. Da lì si sono diretti a Mérida.