Il Camino de Santiago, come sai, può essere fatto in molti modi diversi e nel tempo che vuoi. Puoi fare alcuni di questi antichi percorsi giorno per giorno, tutti in fila, l’opzione più comune, autentica e gratificante, o puoi farlo in singole tappe, quando hai giorni liberi. Con una media di 20 o 25 chilometri al giorno, camminando gli ultimi 100 chilometri di un percorso del Camino de Santiago impiegherai meno di sette giorni e potrai ottenere la Compostela.

Tuttavia, ci sono pellegrini “pazzi” che partono per compiere imprese come per percorrere quegli ultimi 100 chilometri a piedi… in un solo giorno! Sì sì, in 24 ore, 100 chilometri a piedi, proprio come si legge, a una velocità media di quasi 5 chilometri all’ora, con brevi pause, camminando giorno e notte.

Hazaña del Camino de Santiago

È quello che è successo questa settimana, quando un gruppo di quattro soldati dell’aeronautica si è messo in cammino per completare in 24 ore i 100 chilometri che separano Lugo da Santiago de Compostela, attraverso il Cammino Primitivo.

Lo scorso lunedì 7 giugno 2021, Mónica, Miguel, Juan Diego e Domingo, membri della stessa unità militare di stanza al
Aerodromo militare di Santiago de Compostela
situato nelle vicinanze dell’aeroporto “Rosalía de Castro” di Lavacolla, l’aeroporto di Santiago de Compostela, lasciato alle 11 del mattino dalla città di Lugo in una bella giornata di sole.. Infatti, uno dei protagonisti di questa avventura è stato il forte caldo che hanno dovuto sopportare, che, insieme alle esigenze stesse della sfida, è stata la principale difficoltà della giornata.

La “passeggiata” non è stata facile. Vestiti con le loro uniformi regolamentari, e seguendo i tradizionali marcatori di confine con le loro frecce gialleHanno camminato ininterrottamente con brevi soste di 20 minuti per mangiare e riposare, sotto temperature elevate nelle prime ore del loro viaggio. Alcune vesciche e molta stanchezza apparvero, come al solito, e anche uno dei membri del quartetto, la soldatessa Monica Zas, dovette fermarsi per un piccolo infortunio, ma una volta riposata e raffreddati i muscoli, fu in grado di continuare il suo viaggio.

Una volta arrivati nelle vicinanze della sua base militare, e approfittando del fatto che la Via Primitiva, una volta che si collega con la
Via francese
a Melide, corre molto vicino ad esso, un gran numero di colleghi ha aderito all’iniziativa.con solo 12 chilometri per arrivare alla Plaza del Obradoiro. E così sono arrivati tutti, ricevuti dalle autorità locali e regionali, in un momento di grande emozione, e naturalmente hanno ricevuto la loro meritata Compostela.

Hazaña del Camino de Santiago

Il motivo di questa sfida era un misto di promesse personali, valori militari, promozione del percorso nell’Anno Santo e uno spirito perennemente pellegrino.
Xacobeo
e uno spirito perennemente pellegrino. Infatti, il motto di questa unità è “Sostegno al pellegrino”, e un falco pellegrino con una capasanta è il protagonista dello stemma dell’unità. Come ricompensa, e come succede con molti altri pellegrini, questa esperienza è servita, nelle parole del primo sergente Juan Diego Castro, “a conoscersi meglio e a legare“, qualcosa di molto importante nell’ambiente militare e anche tra i pellegrini.

Questo non è l’unico episodio di pellegrini “uomo di ferro”. Il Club Rugby Ferrol, nel 2014, ha percorso i 113 chilometri che separano Ferrol da Santiago de Compostela in un giorno. Una ventina di giocatori, in occasione della loro promozione alla 1ª categoria galiziana e come promessa dovuta dopo questo successo, fecero il giro del percorso inglese, la English Way, portando e passando una palla da rugby al trotto e alternandosi con le biciclette. In questo caso, meno di 24 ore, visto che sono partiti da Ferrol alle 6 del mattino e sono arrivati alle 20 della sera alla Plaza del Obradoiro.con una sola sosta di un’ora all’Albergue de Peregrinos de Bruma, ad una velocità media di otto chilometri all’ora.

Potremmo citare altre imprese. Molti pellegrini si pongono delle sfide quando fanno un Camino de Santiago, ma un fattore comune a tutti loro è quello di goderselo, ognuno a modo suo. Se non l’hai ancora provato e vuoi godertelo, magari più lentamente e in più giorni, possiamo aiutarti e rendere il tuo Camino più facile.