Uno dei problemi più comuni nella vita di un viaggiatore è che non sempre ha qualcuno che lo accompagni nei suoi viaggi. Tuttavia, questo non deve essere un inconveniente, ma può anche essere un vantaggio.
Tuttavia, se vuoi fare da solo il Cammino di Santiago, è necessario che tu sia mentale e abbia una mentalità aperta che tende all’incontro e alla scoperta. Ricordate anche che come si sta facendo la strada da soli non è possibile distribuire il peso, quindi non si può dimenticare nulla nello zaino. Ecco perché si dovrebbe leggere il nostro articolo su cosa portare al Camino de Santiago.
Tuttavia, la domanda che dovreste porvi è se volete davvero farlo da soli o se preferite farlo in gruppo.

E’ meglio fare la strada da soli o in gruppo?

Va notato che il Cammino dovrebbe essere fatto in gruppo se sei un nuovo arrivato. Le ragioni sono molteplici:
-In primo luogo, è importante sottolineare che è essenziale distribuire il peso della squadra tra più persone, poiché non è normale essere abituati alle lunghe distanze a piedi tipiche del percorso.
-In secondo luogo, è necessario indicare che in caso di smarrimento si può sempre andare a più di un cellulare, motivo per cui se uno è in carica o è senza batteria si può andare a un altro.
-Al terzo ed ultimo posto, è conveniente sottolineare che le esperienze ludiche possono farti diventare più affezionato al modo e che lo fai di nuovo, questa volta già in solitario.
Le ragioni per farlo sono solo ovvie: in primo luogo, che è sempre più facile incontrare persone se si va da soli che se si va in gruppo, perché nella seconda situazione ci aggrappiamo di più al gruppo e ci sarà sempre qualcuno che non vuole avere a che fare con estranei o che gli dà qualche timore o preoccupazione.
Inoltre, bisogna tenere presente che c’è una maggiore autonomia quando si tratta di realizzare le tappe. Non serve a nulla doversi attenere alle esigenze di uno dei tipi di escursionisti su strada. Per esempio, l’escursionista spartano vi impedirà di godervi il paesaggio e dovrete andare fino alla macellazione dei cavalli con la lingua fuori.
L’autonomia è fondamentale quando si tratta di avere una buona esperienza di viaggio, potersi fermare per godersi il paesaggio che si desidera e se è necessario fermarsi di tanto in tanto per poterlo fare senza preoccupazioni.
Inoltre, nel peggiore dei casi, possiamo sempre unirci ad un altro gruppo