Come fare il Cammino di Santiago da solo

Ci sono molti modi per fare il Cammino: in un gruppo organizzato, con gli amici, in coppia, in famiglia, da soli… Molti di voi spesso si chiedono: è una buona idea fare il Cammino da soli? La verità è che in realtà… devi solo osare!

Una cosa da tenere a mente è che sul Cammino, tutti abbiamo bisogno di momenti di solitudine e di compagnia. Siamo sicuri che riuscirete a trovare quell’equilibrio sia che percorriate il Cammino da soli che in gruppo. Anche se si prende l’iniziativa di iniziare il Cammino da soli, una delle cose della magia del Cammino è che si trova sempre qualcuno con cui camminare.

Nelle righe seguenti vi raccontiamo i vantaggi di camminare da soli. Se volete farlo davvero ma avete paura, o se semplicemente non riuscite a trovare un partner, osate prendere il controllo e fare il primo passo, vi assicuriamo che non ve ne pentirete!

Il pellegrino “al singolare”

 

Intraprendere l’avventura del Cammino di Santiago da soli è senza dubbio un’ottima decisione. È un’esperienza che vi farà uscire più forti personalmente, che siate estroversi o meno. Prendere decisioni come questa da soli è un esercizio terapeutico che ti aiuta a prendere il controllo della tua vita. In altre parole, è davvero una spinta all’autostima.

Oltre a prendere decisioni per voi stessi, c’è tutto il lavoro di miglioramento fisico e mentale che sperimenterete sul Cammino. A livello mentale ed emotivo, camminare da soli è un esercizio molto positivo di riflessione e di scoperta di sé.

Vi assicuriamo che dopo questo, vorrete mangiare il mondo!

I vantaggi di fare il viaggio da soli

 

Come abbiamo detto nelle righe precedenti, la cosa più positiva di tutte è l’esperienza personale che otterrete. A livello fisico e mentale ti sentirai benissimo quando avrai finito, probabilmente non vuoi nemmeno che finisca!

Quando cammini da solo, tu, e solo tu, stabilisci il ritmo. Sarai il padrone assoluto della passeggiata e farai quello che vuoi fare. Potrete fermarvi e riposare quando vorrete, oppure accelerare il ritmo se ne avrete voglia. Potete anche fermarvi a tutto ciò che trovate curioso o interessante.

Altri due vantaggi contrastanti sono: la solitudine e la socializzazione. Quando si cammina da soli, è chiaro che un ottimo vantaggio è la possibilità di poter riflettere in solitudine. Sei solo con i tuoi pensieri per tutto il tempo che vuoi. Dal lato opposto, la socializzazione è meravigliosa. Andare da soli vi farà relazionare molto di più con le persone che incontrerete. Questo è molto positivo, perché quando ci troviamo in una situazione confortevole con gli amici, il grado di socievolezza con gli estranei tende ad essere molto più basso.

Consigli per fare il viaggio da soli

 

Le persone che si chiedono se possono fare il Cammino da sole spesso si pongono una serie di domande come: e se mi perdo? se mi disoriento e non so dove andare? se non conosco nessuno e mi annoio? o se mi succede qualcosa e non ho nessuno a cui rivolgermi?

La realtà è che è molto difficile perdersi sul Cammino, perché ci sono più persone che camminano e tutti i percorsi sono ben segnalati. Per quanto riguarda l’incontro con le persone, come abbiamo detto nelle righe precedenti, è qualcosa che accade sempre! Quindi non preoccupatevi, vi assicuriamo che vi piacerà molto.

Ecco alcuni consigli da tenere a mente per fare il Cammino da soli:

Scegliere un percorso con un buon traffico

In questo modo, durante le tappe, incontrerete sempre molte persone. Questo vi permetterà di socializzare e di aiutarvi se necessario.

Rivedi le tappe giorno per giorno

Se siete preoccupati di perdervi o di perdervi o di essere disorientati, una buona soluzione che vi darà sicurezza è quella di preparare le tappe ogni giorno. Controllando il percorso sulla mappa e sul vostro cellulare vi sentirete più sicuri a camminare dopo, perché saprete meglio dove dovete andare.

Camminare nel tempo dei pellegrini

Iniziare il vostro tour la mattina presto vi permetterà di arrivare prima alla fine e di avere qualche ora di riposo. Inoltre, camminerete nel momento in cui i pellegrini di solito lo fanno, quindi troverete molte più persone.

Batteria del telefono cellulare carica e banca di alimentazione

Come un buon pellegrino lungimirante, portate sempre con voi la batteria del vostro cellulare a piena capacità e una banca del potere. In questo modo avrete sempre il vostro cellulare a disposizione, in caso di necessità.

Prima del dubbio, “chi ha la bocca viene a Roma”.

Se hai dubbi su qualcosa, chiedi sempre. Il Cammino è pieno di persone meravigliose che saranno felici di aiutarvi in qualsiasi cosa abbiate bisogno.

E così, passo dopo passo, avrete riempito il vostro zaino di belle esperienze. Di tutte quelle esperienze che tu e solo tu avrai scelto di vivere. Speriamo di avervi incoraggiato a fare il Cammino da soli e di avervi aiutato con i nostri consigli. Ah! se avete un amico peloso, potete fare il Cammino insieme! Qui vi diciamo tutto quello che dovete sapere.

Fate il primo passo! Buona Via!