Cammino di Santiago: tratto da Roncisvalle a Logroño

Mujeres juntas en el Camino

Oggi vi presentiamo uno dei tratti più popolari dell’itinerario francese: il tratto da Roncisvalle a Logroño. Come forse già saprete se avete letto il nostro articolo sulla Via Francese, questa è la prima sezione della Via Francese nel nostro paese.

È uno dei percorsi preferiti dai pellegrini, perché inizia nella storica enc lave di Roncisvalle. È anche uno dei tratti più belli dal punto di vista paesaggistico, poiché attraversa la Navarra fino a La Rioja, cambiando nel suo percorso l’imponente paesaggio dei Pirenei per i vigneti di La Rioja.

Itinerario e patrimonio del tratto da Roncisvalle a Logroño

Questa sezione è suddivisa in 6 tappe per un totale di 170 chilometri. Sebbene iniziare a Roncisvalle sia l’opzione principale, soprattutto per i pellegrini che vivono nella penisola iberica, molti partono anche da Saint Jean Pied du Port. Questo significa aggiungere un’altra tappa al percorso, quella che attraversa i Pirenei e raggiunge la porta della Spagna attraverso Roncisvalle.

Qui di seguito una sintesi delle tappe ufficiali di Roncisvalle con i loro punti di interesse più importanti:

Roncisvalle – Zubiri (21 chilometri)

All’inizio di questo tratto, si cammina con il timbro dei Pirenei sui talloni. Si tratta di una tappa con alcune notevoli dislivelli intorno ai pali di Mezkiritz e Erro. È probabilmente il palcoscenico più impressionante in termini di paesaggio naturale dell’intera sezione.

Questa tappa si conclude nell’incantevole villaggio di Zubiri, una piccola cittadina della Navarra il cui monumento principale è il ponte di La Rabia. Questo ponte è una costruzione romanica del XII secolo, che deve il suo nome alla convinzione che se un animale era malato e passava sotto le arcate del ponte, veniva miracolosamente guarito.

Pamplona

Zubiri – Pamplona (20 chilometri)

Questa è la tappa che tutti i pellegrini vogliono ripetere in un ciclo dopo averla terminata, e cioè, chi vuole lasciare Pamplona? La nostra raccomandazione principale in questa fase è di alzarsi sempre molto presto per arrivare con il tempo sufficiente per conoscere buona parte di Pamplona. D’altra parte, se non avete mai visitato questa città, una buona opzione potrebbe essere quella di passarvi una doppia notte, in modo da poterla visitare con più calma. A Pamplona è indispensabile visitare la sua città murata, la cattedrale di Santa Maria, il suo centro storico e la Plaza del Ayuntamiento.

Pamplona – Puente la Reina (24 chilometri)

La pietra miliare di questa tappa è la salita e la successiva discesa all’Alto del Perdon. Sapete, pellegrini, caricate le batterie per arrivare a Puente la Reina. Puente la Reina è la mitica città che affonda le sue radici nella tradizione giacobina, che contiene numerosi monumenti storici legati ai pellegrinaggi. Si possono visitare la chiesa di Santiago, la chiesa del Crocifisso e il suo imponente ponte medievale in stile romanico.

Puente la Reina nel tratto da Roncisvalle a Logroño

Puente la Reina – Estella (21 chilometri)

Anche questa tappa regala al pellegrino qualche “saliscendi”. Ma vi assicuriamo che ne vale la pena dopo aver raggiunto Estella. Una delle cose più curiose della città è la sua sorgente di acqua salata, che si dice abbia proprietà terapeutiche. Questa località possiede molti monumenti legati al Cammino di Santiago. Si consiglia di visitare il Palazzo dei Re di Navarra e la Chiesa di San Pedro de la Rúa.

Estella – Los Arcos (21 chilometri)

In questa tappa si passa dal monastero di Santa María la Real a Irach e dalla famosa fontana del vino. Los Arcos è una città con una grande quantità di elementi del patrimonio, dall’architettura religiosa e civile del Medioevo, alle vestigia dell’occupazione romana. Tra i suoi numerosi monumenti, spiccano le case blasonate e la chiesa di Santa Maria.

Los Arcos – Logroño (27 chilometri)

Logroño, uno dei posti migliori di tutta la Francia. Tutti i pellegrini godono molto dell’arrivo nella capitale della Rioja. Da non perdere la visita al suo centro storico, soprattutto le strade Laurel e Ruavieja. Una passeggiata attraverso le migliori cantine della città. Consigliamo anche una visita al Concattedrale di Santa Maria la Redonda.

mappa dil tratto da Roncisvalle a Logroño

Il tratto da Roncisvalle a Logroño è difficile?

Come la maggior parte del percorso francese, non è molto complicato. È vero che questo tratto è uno dei più difficili di tutto il percorso. Tuttavia, non è difficile ed è sopportabile praticamente per tutti coloro che decidono di farlo. Quello che possiamo assicurarvi è che ne vale la pena, dato che i suoi paesaggi e la natura circostante sono spettacolari.

La gastronomia nel tratto da Roncisvalle a Logroño

Semplicemente irresistibile. La combinazione di gastronomia navarrese e riojana vi farà assaggiare un’infinità di deliziosi piatti tradizionali. Ad ogni chilometro che percorrete, vedrete come cambiano il paesaggio e i dintorni, cosa che noterete anche con le diverse pietanze. A Roncisvalle e a Zubiri si possono gustare spettacolari carni di montagna e formaggi locali. A Pamplona, faremo spazio ai classici pintxos (tapas) serviti con del buon bastone. Una volta ad Estella, si possono gustare piatti tradizionali come il maialino da latte e la trota al forno. Infine, quando entreremo a La Rioja, la cosa più caratteristica sarà senza dubbio quella di poter degustare una grande varietà di vini della Rioja.

gastronomia nel tratto da Roncisvalle a Logroño

Quale modalità è più raccomandabile?

Non c’è niente di scritto sul gusto, ma quando si decide la modalità per fare questo tratto da Roncisvalle a Logroño, bisogna tenere presente che è uno dei tratti con le maggiori dislivelli del percorso francese. Per questo motivo, se non siete abituati a pedalare, l’opzione migliore è quella di farlo a piedi.

Patrimonio e buona cucina vanno di pari passo, in un percorso di contrasti indimenticabili. Avete bisogno di altri motivi per lanciarvi nell’avventura?

Haz el Camino de Santiago con tu Perro

Se ancora non sai che modo di scegliere, ti consigliamo di leggere il nostro articolo su Quale modo di Santiago per scegliere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *