DA O CEBREIRO A SANTIAGO (154Km)

Questo itinerario inizia in uno dei luoghi più emblematici del Cammino Francese: O Cebreiro. Questo piccolo villaggio, considerato dai pellegrini come una porta d’ingresso alla Galizia, è un villaggio intrappolato nel tempo con secoli di storia. Situato nello spazio naturale di Os Ancares, si distingue per la sua grande bellezza paesaggistica e il suo patrimonio. Vale senza dubbio la pena di aggiungere qualche giorno al vostro viaggio per godere di questo ambiente incomparabile.

Arrivo a O Cebreiro

Inizierete il vostro Cammino in uno dei più bei villaggi del Cammino Francese, O Cebreiro, considerato per secoli la porta d’ingresso alla Galizia dalla Castiglia. Vi godrete una giornata magica in un ambiente di grande tradizione e misticismo, culla di leggende, misteri e miracoli. È possibile visitare gratuitamente diverse pallozas di origine preromana, una delle quali è stata trasformata in Museo Etnografico. Merita una visita anche la chiesa di Santa Maria, la più antica chiesa funzionante sul Cammino di Santiago.

O Cebreiro – Triacastela

Dificultad MedioTiempo estimado 4h 30’Distancia21 Km

Dopo essersi alzati e aver fatto colazione, potrete godere di una delle tappe più belle e cromatiche. Se avete la fortuna di poterlo fare bene in una giornata limpida, trattandosi di una zona nebbiosa, la vista dalle vette sarà meravigliosa. Lungo il Cammino, a quattro chilometri dal paese, si arriva all’Alto de San Roque, dove nel 1993 è stata collocata una scultura in bronzo di un pellegrino che avanza controvento. Dopo una salita dolce e continua, si raggiunge il punto più alto del Cammino Francese in territorio galiziano, l’Alto de San Roque. Prima di arrivare alla fine della tappa, attraverserete piccoli villaggi rurali dove l’agricoltura e l’allevamento sono il principale motore economico.

Una volta arrivati a Triacastela, oltre a continuare a godere dello splendido ambiente naturale in cui ci si trova, si può visitare anche la chiesa di Triacastela, risalente al IX-XI stile romanico. Per quanto riguarda l’architettura civile, spicca l’edificio del municipio, un pazo del XVI secolo.

Triacastela – Sarria

Dificultad BassoTiempo estimado 4hDistancia18 o 25 Km

Questa tappa ha due varianti perfettamente indicate all’uscita del paese, motivo per cui si deve decidere quale alternativa prendere. La tappa da San Xil è di 18,1 km a Sarria, attraverserete boschi frondosi di castagni, querce, betulle e piccoli villaggi di bestiame. L’opzione migliore se si vuole entrare nella Galizia più autentica e rurale.

Un po ‘più lungo è il Cammino attraverso la variante di Samos, che ha 25 km fino alla fine della tappa. Poiché si tratta di un percorso secondario, gran parte del percorso è su strada; se si sceglie questa opzione si avrà l’opportunità di visitare l’imponente monastero di Samos.

Una volta a Sarria, potrete godere dell’atmosfera di pellegrino del paese passeggiando per le strade acciottolate della sua vecchia zona, o rilassarvi lungo il lungomare del Malecón in una delle sue terrazze lungo il fiume. Sarria, luogo di antica popolazione, vi permetterà di fare diverse visite culturali ai suoi vari elementi del patrimonio, dalla preistoria ai giorni nostri.

Sarria – Portomarín

Dificultad BassoTiempo estimado 5h 30’Distancia22,75 Km

Questa tappa è caratterizzata dalla maestosità dei suoi boschi, fiumi e piccoli villaggi rurali circondati da pascoli. Camminerete su un terreno confortevole senza molte dislivelli, scoprendo a vostro modo alcuni monumenti come la Chiesa di Ferreiros e Barbadelo. Troverete anche molti luoghi dove potrete rinfrescarvi e riposarvi. Qualche chilometro prima della fine della tappa vedrete in lontananza il bacino di Belesar, un indicatore che si sta già raggiungendo la fine della tappa, Portomarín.

Portomarín, città nata ai piedi del fiume Miño, è un luogo tanto bello quanto particolare. Si tratta di un villaggio che ha dovuto essere trasferito dalla sua enclave originale in un punto più alto della valle, a causa della costruzione della diga di Belesar sul fiume Miño che ha causato l’allagamento della vecchia enclave del villaggio. Se avete una giornata con una buona illuminazione, potrete vedere i resti del vecchio Portomarín sul fondo del fiume. In questo piccolo e affollato villaggio avrete l’opportunità di godere della gastronomia locale, rilassarvi e riposarvi.

 

.

Portomarín – Palas de Rei

Dificultad BassoTiempo estimado 5h 30’Distancia25 Km

In questa tappa si combinano strada e montagna per 25 chilometri. Dopo aver salito alcuni pendii, vale la pena di fare una piccola deviazione per visitare il castro Castromaior , un villaggio celtico che lascia un ricordo del passato della comunità galiziana. Dopo aver superato diversi villaggi, è possibile visitare il monastero e la chiesa di Vilar de Donas, dichiarato Monumento Nazionale nel 1931.

Già a Palas de Rei, dove avrete tutti i servizi, dovrete solo preoccuparvi di riposare e scoprire le meraviglie della città.Luogo di radici castrexas, Palas de Rei ha diversi resti archeologici come mámoas, dolmen o castros, che sono testimoni di questa cultura.

Palas de Rei – Arzúa

Dificultad MedioTiempo estimado 7h 30’Distancia28,8 Km

Questa è la tappa più lunga del Cammino Francese all’interno della comunità galiziana, 29 chilometri vi separano dalla vostra destinazione, quindi vi consigliamo di prenderla con calma e godervi l’ambiente, in quanto è anche una delle tappe con il più bel paesaggio dell’itinerario. Già nella provincia di A Coruña, strade sterrate, foreste lussureggianti e ponti medievali guideranno il nostro Cammino di Santiago a Compostela. Per ogni pellegrino è obbligatorio fermarsi a Melide, capitale del polpo galiziano, in una qualsiasi delle sue numerose pulperías potrete gustare questa prelibatezza della gastronomia galiziana. Dopo aver recuperato le forze, gli ultimi chilometri non richiederanno molto sforzo e una volta arrivati ad Arzúa avrete il resto della giornata per riposare il corpo e la mente.

Una volta arrivati ad Arzúa, non perdetevi il formaggio tipico che danno il loro nome a: Denominazione di Origine Arzúa-Ulloa; accompagnato da altri prodotti tipici della zona.

Arzúa – Pedrouzo

Dificultad BassoTiempo estimado 4h30′Distancia19 Km

Oggi siete fortunati, i vostri piedi difficilmente soffriranno perché troverete una fase breve e meno complessa di quelle precedenti. Camminerete su un terreno pianeggiante e confortevole, trovando un’abbondanza di bar, negozi e luoghi di riposo. Santiago si avvicina sempre di più e il rito di pellegrinaggio di questa tappa è quello di andare a letto presto per alzarsi presto e approfittare della giornata a Santiago de Compostela.

Pedrouzo – Santiago de Compostela

Dificultad BassoTiempo estimado 5hDistancia19 Km

Trattandosi di una tappa relativamente breve e senza difficoltà, si consiglia di alzarsi un po’ presto per arrivare presto alla messa del pellegrino e approfittare della giornata a Santiago di Compostela. Arrivati a Monte do Gozo, scoprirete il motivo del nome di questo luogo: il formicolio, quella piacevole sensazione che vi invaderà quando vedrete da lontano le torri della Cattedrale, sempre più vicine.Scendendo verso la città, le vesciche e la fatica spariranno fino a scomparire completamente nel momento più magico dell’intero Cammino: l’ingresso alla Piazza del Obradoiro.

Sei arrivato a Santiago de Compostela, la città dove la pioggia fa magia sulle pietre bagnate.Dopo aver timbrato le vostre credenziali in ogni tappa e aver raccolto le vostre Compostela, dopo tutto lo sforzo, sarà tempo di godervi la città, ve la sarete guadagnati.Speriamo che vi piaccia passeggiare per il centro storico, gustare una birra fresca accompagnata da una deliziosa tapa, ballare e cantare in una foliada, o assaggiare alcuni dei suoi liquori tradizionali, tra le mille e una cosa che questa piccola ma grande città offre.

Santiago de Compostela

Questa è una giornata di addii per molti, la fine di una strada e, perché no, l’inizio di molti. L’ultimo giorno sorgerà con una strada più nella vostra vita, ma non una strada di chilometri, se non di esperienze, emozioni e nuove amicizie, un viaggio che vi proietterà nella vostra vita e vi aiuterà a continuare a camminare liberi verso i vostri obiettivi.

* Dopo aver lasciato l’alloggio, i nostri servizi saranno conclusi.

QUESTO VIAGGIO COMPRENDE

  • 9 Giorni / 8 notti di allogio
  • Trasporto badagli tra le tappe
  • Credenziale (Passaporto del Pelllegrino in regalo)
  • Assitenza telefónica 24 ore per casi di emergenza
  • Assicurazione di viaggio
  • Documentazione completa
  • RIFUGIO PRIVATO
  • Notte extra en Santiago: 25 €/pax
  • OSTELLI E PENSIONI
  • Supplemento individuale: 165 €/pax
  • Notte extra en Santiago: 35 € camera doppia / 55 € camera singola
  • Colazione: 60 €/pax
  • MP (colazione e cena): 170 €/pax
  • ALBERGUI O SISTEMAZIONE SUPERIORE
  • Supplemento individuale: 220 €/pax
  • Notte extra en Santiago: 45 € camera doppia / 70 € camera singola
  • Colazione: 70 €/pax
  • MP (colazione y cena): 225 €/pax
  • TRANSFERIMENTO PRIVATO (4 pax)
  • Da Santiago a O Cebreiro: 160 €

PREZZO

  • 245 € pax rifugi privati
  • 380 € pax ostelli o/e pensioni
  • 465 € pax Alberghi e alloggi superiori

ALLOGGIO

Offriamo tre opzioni:

Albergues privadosRifugi Privati 245 €
Hostales y/o pensionesOstelli o/e pensioni 380 €
Hoteles y alojamiento superiorAlberghi e alloggi superiori 465 €

* Tutti gli alloggi sono della migliore qualità, accuratamente selezionati dopo anni di esperienza e approvati dai nostri clienti. Loro ci forniscono federe.

H O T E L

Alloggio in rifugi privati

Strutture perfette per riposare. Le camere sono disposte in letti a castello , 8-10 persone approssimativamente. I materassi sono di buona qualità. I materassi sono di buona qualità e ci forniscono anche coperte, cuscini usa e getta e coperte se ne abbiamo bisogno. I bagni e le docce sono divisi per sesso e le loro strutture hanno cucine attrezzate, lavanderia, stanze per il tempo libero, ecc.

Allogi in hostali e pensioni

La sistemazione in Ostelli o Pensioni prevede camere doppie, triple o quadruple, sempre con bagno privato. Sono camere semplici, confortevoli e senza grandi lussi, ma molto accoglienti, ideali per dormire e riposare.

* Nel caso di una prenotazione individuale avrebbe un supplemento.

Alloggi in albergui o alloggi superiore

In questa terza opzione, resteremo in hotel, Pazos o case rurali. Come negli ostelli o nelle pensioni, sono camere doppie o triple, l’unica differenza è la qualità dell’alloggio, chiaramente superiore.

* Nel caso di una prenotazione individuale avrebbe un supplemento.