La grotta di El Soplao si trova nella Sierra de Arnero e nella valle del fiume Nansa, tra i comuni di Herrerías, Valdáliga e Rionansa. Questo è stato scoperto all’inizio del ventesimo secolo, quando è iniziata l’estrazione mineraria alla ricerca di piombo e zinco.

La grotta è diventata un vero paradiso e una meraviglia geologica lunga 20 km. Il suo nome è legato al gergo minerario e significa un soffio d’aria.

Quieres hacer el camino de santiago y no sabes por donde empezar

Questo patrimonio archeologico è costituito da superfici rivestite di aragoniti, stalagmiti e stalattiti che insieme formano fantastici giochi di ombre e colori che rendono la Grotta di El Soplao così spettacolare e unica. Ci sono anche eccentrici o elicite che crescono orizzontalmente o obliquamente.

Visita la Grotta di El Soplao

Per facilitare l’accesso dei visitatori, è stato costruito un treno minerario che viaggia per 400 m. per lasciare i turisti all’ingresso principale della grotta e poi viaggiare per 1500 m. al suo interno attraverso un comodo camminamento attraverso il quale possono viaggiare bambini o persone in sedia a rotelle. Per circa un’ora potrete contemplare le meravigliose forme della grotta.

La visita guidata comprende una spiegazione delle formazioni rupestri, di come le calcificazioni del terreno sono state effettuate in modo naturale e della loro importanza per l’indagine geologica dell’area.

I bambini sono il tipo di pubblico che si diverte di più usando la loro creatività per riconoscere le curiosità all’interno di queste formazioni.

Questo tipo di visita è ideale per tutte le età, tuttavia, si consiglia di indossare abiti caldi e scarpe comode e chiuse poiché la temperatura è di 10° C e un po’ di umidità all’interno.

Turismo d’avventura a La Cueva El Soplao

Per i più avventurosi c’è un piano per visitare il luogo al piano originale. E’ necessario dotarsi di stivali e di un casco che vi verrà consegnato al botteghino nel caso in cui non indossiate il vostro. L’ingresso avviene nello stesso modo, attraverso il trenino minerario che porta i turisti al falso pavimento, per poi entrare naturalmente nel luogo dove si possono vedere molte più gallerie che sono limitate per chi scende lungo la passerella. Il percorso naturale ha una durata di circa 2 ore e mezza, naturalmente il percorso sarà guidato da personale esperto e conoscitore di tutta la zona.

Il terreno non ha molte difficoltà, può essere facilmente coperto da corde di presa in alcune zone, in altre si dovrà piegare in altre, ma può sicuramente adattarsi a qualsiasi tipo di persona e si troveranno zone umide con fango.

Senza dubbio, la più grande avventura che ci sarà mai stata.

Le meraviglie che troverete nella Grotta di El Soplao

Ogni galleria è stata nominata in base alle forme generate da stalattiti (a punta), stalagmiti, colonne, colonne, bandiere, perle ed eccentrici. E’ cosi’ che all’interno ci sono delle stanze popolari conosciute come “stanze popolari”:

El Mirador de Lacuerre (punto di vista di Lacuerre). Situato sul lato occidentale, forma un punto di vista rossastro che abbraccia l’intero tetto.

Las Medusas. Si trova sul lato sinistro dove si incontrano altre due sale e la loro formazione è dovuta al fatto che un fiume sotterraneo vi circolava un tempo.

Le Sentinelle. Prendono il nome dalle due gigantesche stalagmiti bianche che sembrano sorvegliare l’ingresso di una delle gallerie.

L’Opera. Situata alla fine del tour, è una sala piena di immense stalattiti ed eccentrici, oltre che di piccole bandiere che formano una sorta di mantello bianco.

I fantasmi. Certamente le forme delle stalagmiti che vi si osservano. Ad un certo punto si sentono cadere gocce d’acqua.

Arrivare alla Grotta di El Soplao è abbastanza facile, con l’autostrada A-8. Basta prendere l’uscita 269 per andare a Rábago, dove si trova la deviazione per la grotta. Il resto della strada è molto ben segnalato, in modo da non perdersi in nessun momento. Finché il viaggio dura, potrete godere dei bellissimi paesaggi che la natura vi offre dall’inizio alla fine. Non smetterete di essere sorpresi dalla vista panoramica del luogo.