L’itinerario delle camelie ci aiuterà a conoscere la Galizia da nord a sud attraverso 12 pazos e giardini. In tutte, questo fiore misterioso, oggetto di numerose leggende, sarà il vero protagonista.

Nel nostro viaggio attraverso la bella giardini legati al patrimonio storico della terra galiziana, vedremo quasi 8.000 varietà di camelie. Ci addentreremo in pazos con tradizione e storia e saremo deliziati, non solo con la botanica di questo albero, ma anche con lo splendore e il fascino che danno ai luoghi dove si trovano.

Quando facciamo il Camellia Route?

Quasi ogni momento dell’anno è buono, poiché le camelie hanno la straordinaria capacità di fiorire in diverse stagioni. Primavera, autunno e inverno sono le stagioni in cui si trovano le camelie, anche se la loro stagione di fioritura “ufficiale” è l’inverno.

Vi consigliamo, per il fascino di vedere fiori così colorati nella stagione fredda, di scegliere questo periodo dell’anno per fare questo itinerario particolare.

Da dove iniziamo il percorso?

Mappa del percorso delle camelie

Le case padronali e i giardini che fanno parte del LeRuta de la Camelia si trovano nelle province di A Coruña e Pontevedra, quindi è molto facile trovarle. Possiamo iniziare da nord, nella città di Bergondo (A Coruña) e finire a Vigo, o fare il percorso da sud, a seconda dell’itinerario che ci siamo dati.

La maggior parte dei manieri e dei giardini si trova a 25 chilometri l’uno dall’altro, quindi possiamo visitarne diversi in un solo giorno.

Quali manieri e giardini troverò sul percorso delle camelie?

1. Pazo de Mariñán

Situato a Bergondo (A Coruña), il giardino di questo leggendario pazo, che inizia con la scritta “La nada, aquí” (Il nulla, qui) su una lastra di marmo sul molo, è diviso in due parti. Per raggiungere e scoprire questo molo, attraverseremo un labirinto di bossi con varie potature a forma di stelle, cerchi, fiori, scudi, tassi, corbezzoli, platani, ippocastani, allori, cespugli di rose, azalee, edera ci accompagneranno nel nostro percorso in cui il Lecamelie japonica, disposte in una formazione atipica di 8+1, sono i protagonisti silenziosi della storia di questa casa misteriosa.

2. Alameda de Santiago

Il “polmone” di Santiago de Compostela, dopo aver visitato il santo nella cattedrale, è un luogo di pellegrinaggio per i visitatori. 85.000 metri quadrati di giardino, in cui molti degli alberi sono inclusi nel Catalogo degli alberi singolari della Galizia, altri, come un abete normanno, conosciuto come il La Perona’, come fu piantata nel 1947 per commemorare la visita di Evita Perón, ha una storia alle spalle.

E sempre le camelie, con più di 65 esemplari della varietà japonica, alcuni dei quali secolari, piantati nel 1858 per l’Esposizione Agricola, Artistica e Industriale, mettono in ombra il resto.

Alameda de Santiago

3. Casa padronale di Santa Cruz de Ribadulla

Il giardino di questo pazo è considerato, per il suo valore botanico e paesaggistico e la sua diversità nella vegetazione decorativa, come il più affascinante della Galizia. Fu nel XIX secolo, quando lo zio Iván, che altri non era che Iván Armada y Fernández de Córdoba, aumentò considerevolmente la presenza di camelie in questa casa.

Passeggiare tra le camelie imponenti, le magnolie enormi, gli ulivi, l’ombu, la felce australiana, le palme Washingtonia o la quercia piramidale è un vero piacere per i sensi. Un must del percorso delle camelie.

4. Pazo de Oca

Situato in A Estrada, è di proprietà dei Duchi di Medinaceli ed è stato dichiarato Bene di Interesse Culturale, tra l’altro per lo spettacolare giardino, che occupa 8 ettari, ed è conosciuto come la ‘Versailles galiziana’ o il ‘Generalife del Nord’.
Ci accoglie un parterre circondato da sentieri di bossi perfettamente potati che ci portano a camelie di più di otto metri d’altezza, azalee, rododendri, palme, querce, noci, castagni e betulle.
Bisogna attirare l’attenzione su una barca di pietra posta al centro di uno degli stagni di questo pazo, dove due marinai con cannoni vegliano sulle maestose ortensie del suo letto.
Pazo de Oca

5. Casa Museo die Rosalía de Castro

A Padrón, ultima tappa del
Modo portoghese
che una volta era la casa del Scrittore galiziano Rosalía de Castro, troviamo un piccolo ma attraente giardino, con la pietra come protagonista, il verde del prato è il miglior contrasto per apprezzare la tappeti di camelie rosse e rosa ibridereticulata si formano intorno all’albero quando cadono.
Al centro, la vite sotto la quale Rosalía de Castro scrisse le poesie raccolte in Cantares Gallegos, Follas novas e En las orillas del Sar. Un giardino dove cultura e natura formano un tandem perfetto.
Casa Museo Rosalía de Castro

6. Pazo de Rubianes

A Vilagarcía de Arousa, nel cuore della città, troviamo questo giardino di eccellenza internazionale.
Percorso di Padre Sarmiento
A Vilagarcía de Arousa, troviamo questo Giardino di Eccellenza Internazionale, che ha più di 4.500 camelie di 800 varietà diverse. Per non parlare delle altre specie botaniche che sono presenti in questo imponente giardino che è stato curato con la massima attenzione dal XVII secolo.
Una visita a questo Pazo de Rubianes, che nel XIX secolo fu ampliato dal giardiniere del Campo del Moro del Palazzo Reale di Madrid, François Viet, e che nel 2006 subì il flagello degli incendi che devastarono la Galizia, rinascendo in tutto il suo splendore, è un must. Non potete perdervi questo pazo se vi trovate sul percorso delle camelie.