Vuoi fare il Cammino di Santiago da solo? Probabilmente ci avrete pensato prima o poi, ma avete insicurezze e paure. Ci chiediamo se è facile, se è pericoloso e se andiamo da soli chi ci aiuterà. Poi vi porteremo fuori dai dubbi e vi porteremo a prendere quella grande decisione che vi farà scoprire voi stessi.

E’ sicuro fare la strada da solo?

Forse è questa la paura più grande da decidere, la via giacobina è pericolosa? Possiamo assicurarle che il Cammino di Santiago è totalmente sicuro. Generalmente tutti gli itinerari di Santiago hanno una rete attrezzata di servizi (polizia, servizi medici, ecc.) e infrastrutture.

Tendiamo a pensare che se andiamo da soli c’è una migliore possibilità che ci succeda qualcosa. Ma la Via non è che una piccola deviazione dalla nostra vita quotidiana. Come voi durante il viaggio troverete più pellegrini nella stessa situazione. Anche se cammini da solo, non ti sentirai solo.

Mi perderò?

Al momento di chiedermi come faccio il Cammino di Santiago questa è la domanda più frequente, mi perderò? Siamo fuori dalla nostra zona di benessere, quindi è normale per noi avere paura. Perdersi è una possibilità che è presente in ogni viaggio, è normale che ci spaventa. Come già sapete, non c’è una sola via per Santiago, ma ce ne sono diverse con più o meno ricchezze.

 
Non abbiate paura, tutti i percorsi delle diverse vie ufficiali giacobine hanno una segnaletica e una disposizione che impedirà a qualsiasi pellegrino di dubitare e perdersi. Troverete la famosa freccia gialla così come più pellegrini, perdersi è impossibile.

E se avessi bisogno di aiuto?

Temiamo che se durante una fase ci troviamo ad esempio in mezzo alla foresta e ci succede qualcosa quando siamo soli, avremo un problema. E’ normale che questo ci riporti indietro nella decisione, ma dipende anche dal percorso scelto. Ci sono percorsi con maggiore affluenza e altri con meno, ma normalmente troveremo più pellegrini che, trovandosi nella stessa situazione, ci aiuteranno. Per un primo contatto si consiglia di scegliere la French Way, la via più battuta.
 

Riuscirò a superare ogni fase?

Ovviamente a seconda del percorso scelto, il livello fisico di difficoltà varia. E’ normale pensare se siamo fisicamente preparati ad affrontare così tanti chilometri a piedi. Non è necessario essere atleti professionisti per farlo, basta prepararsi un po’. Non ci sono ostacoli per nessuno, il Cammino è accessibile a tutti.

Inoltre non dobbiamo preoccuparci dello zaino, se pensiamo che non saremo in grado di camminare e portare tutto il peso. C’è un trasporto bagagli che porterà la vostra valigia dall’alloggio all’alloggio in modo che durante la tappa porterete il vostro zaino solo con il giusto e necessario. È possibile noleggiarlo prima, durante la marcia o se si assume il viaggio attraverso l’agenzia che si prenderà cura di tutto. Tu fissi i limiti, non il Cammino.

Motivi da fare solo il Cammino di Santiago

Indipendenza

Fare qualsiasi viaggio in solitario è una sfida. Imbarcarsi in quest’avventura vi aiuterà a difendervi da soli. Di fronte a qualsiasi ostacolo o problema che si presenta, dobbiamo affinare i nostri sensi e uscire con successo da soli. Ti sentirai più forte e capace di tutto.

Lascerai la tua zona di comfort

All’inizio è normale che ci sentiamo come pesci fuori dall’acqua, specialmente nella prima fase. Mentre avanziamo e viaggiamo attraverso i diversi paesaggi che il Cammino ci offre, il nostro corpo e la mente si adatteranno. Ti isolerai dal tuo quotidiano per trasformarlo per un po’ di tempo in qualcosa di diverso. Il comfort con l’ambiente e con se stessi crescerà passo dopo passo.

Scoprirete voi stessi

Nel nostro giorno per giorno purtroppo a volte dobbiamo agire e non essere noi stessi o come vorremmo. Lungo la strada, il migliore e il peggiore uscirà da te, ma ti renderà te stesso. Non c’è possibilità di nascondersi, non ci sono pregiudizi, ogni passo ci porterà a ritrovarci.

 

Incontrerai persone

Solo perche’ stiamo facendo il viaggio da soli non significa che lo siamo. Durante l’itinerario incontreremo pellegrini provenienti da diverse parti del mondo. Una cosa è stare da soli e un’altra è sentirsi soli.  Camminando da soli non diventiamo inevitabilmente persone più vicine. Non sapremo mai quando avremo bisogno di aiuto, quindi loro ti aiuteranno e tu aiuterai. Il Cammino crea legami, si unisce, ed è molto probabile che avrete amici per il resto della vostra vita.

Suggerimenti

– Una donna prudente ne vale due. E’ importante essere informati in anticipo del viaggio che faremo e di tutto il necessario per realizzarlo. Nel nostro blog troverete tutte le informazioni.
– Preparare bene i bagagli. Quando abbiamo già deciso di fare il Cammino di Santiago è essenziale sapere cosa prendere. Dobbiamo assicurarci di portare il necessario. Ti aiutiamo a sapere cosa mettere nello zaino.
– Che itinerario da seguire? Come abbiamo detto prima, non c’è una sola rotta giacobina. Dobbiamo scegliere cosa fare, ma se è la prima volta che consigliamo di fare la French Way.
– Se esitate a pianificare, cercate aiuto. Se non sai da dove iniziare o come pianificare il tuo viaggio, ci sono agenzie specializzate che ti aiuteranno in tutto ciò di cui hai bisogno. Qualsiasi dubbio o problema sarà risolto.
– Fuori dalle mie paure! E’ un viaggio molto sicuro, non fatevi ingannare. Lasciate le vostre paure, aprite la mente e seguite il Cammino delle Stelle.

Molte donne hanno già lasciato il segno sul Cammino di Santiago e sempre più donne stanno seguendo le loro orme. Donne coraggiose e avventurose, desiderose di mangiare il mondo. Cosa aspettate per cedere il passo a questa meravigliosa avventura?